Home Eventi L’evento eco-sostenibile di Napoli: Arti Energetiche in Movimento

L’evento eco-sostenibile di Napoli: Arti Energetiche in Movimento

182
0
CONDIVIDI

L’ associazione La Macchina del Tempo di Napoli  da tempo cerca di promuovere la tutela e la valorizzazione del patrimonio ipogeo e ambientale partenopeo. Un bene comune che non è rappresentato solo dalle bellezze presenti alla luce del sole ma anche da quelle racchiuse nelle profondità della terra, il cui buono stato di salute è garante della sicurezza in superficie. Per questo motivo, nella giornata di domani mercoledì 24 aprile, dalle 10.00 alle 21.00, è stato organizzato l’evento Arti Energetiche in Movimento ideato da Manuela Ariota. Testimonial d’eccezione dell’iniziativa, Juliana Buhring, protagonista di un giro attorno al mondo, la Circumnavigazione del globo in bicicletta, compiuto in 152 giorni. Le parole d’ordine sono abbattimento dell’impatto ambientale, eco-sostenibilità ed eco-compatibilità. Da realizzare come? Modificando, riadattando e riutilizzando oggetti e materiali. A volte basta davvero poco ma il risultato che si ottiene è davvero notevole.  Non una semplice scelta di tendenza o di moda, ma una decisione figlia di una profonda consapevolezza che nasce da quello che tutti abbiamo quotidianamente sotto gli occhi: collasso in atto delle risorse planetarie, una disuguaglianza sociale sempre più estrema e a un consumismo spinto cui fanno da specchio i morsi sempre più feroci e impietosi della crisi. Il diktat: riutilizzare è meglio che sprecare: in presupposto etico in grado di mettere in movimento diverse energie, unite da un comune intento. Obiettivo: salvaguardare il pianeta in cui viviamo, visto che la Terra è una sola e non abbiamo un pianeta in cui vivere in alternativa. Un’eco-sostenibilità che si sposa con la promozione e valorizzazione delle bellezze del territorio partenopeo, per promuovere un turismo davvero responsabile e sostenibile. “Produrre consapevolmente energia elettrica e alternativa” sottolinea Manuela Ariota “porta a usare in modo consapevole anche l’energia motoria e quindi a vivere con maggiore consapevolezza, ritrovando sé stessi attraverso il recupero delle proprie tradizioni partenopee. Scendere nelle viscere della terra, per poi riemergere in superficie per sentirsi più forti e consapevoli di ciò che si è”. Un ricco carnet di eventi che si dipaneranno nell’arco dell’intera giornata (dalle 10.00 alle 21.00) tra videoproiezioni che propongono ciclo-escursioni e visite ai siti archeologici, percorsi sensoriali e olfattivi, percorsi didattico-culturali alla scoperta di Napoli e provincia e incontri con i diversi volti dell’arte del riciclo. A rendere ancora più suggestiva l’atmosfera, perfettamente incastonate tra le spesse pareti tufacee, i cunicoli e le cisterne, le opere di vari artisti.

tratto da Green Planner Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here