covid-19

Focolaio Covid-19 nel Mantovano: 97 i contagiati su 250 dipendenti di un’azienda agricola

Sono 97 su 250 le persone positive del nuovo focolaio Covid-19 scoppiato nel Mantovano.

Un accurato e tempestivo lavoro di tracciamento e indagine disposto dall’Ats della Valpadana, in attuazione delle linee guida emanate da Regione Lombardia, ha consentito di individuare e circoscrivere un focolaio Covid con 97 casi positivi in un’azienda agricola del Mantovano” si legge nella nota diffusa dall’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera.

Focolaio Covid-19 nel Mantovano: come è stata diffusa la notizia

La scoperta del nuovo cluster è avvenuta per i sintomi febbrili di un dipendente dell’azienda agricola, prontamente comunicati al medico di famiglia e poi all’intera regione.

Dopo la segnalazione, la persona con sintomatologia febbrile è stata sottoposta a tampone naso-faringeo risultando positiva.

A questo punto è stata avviata l’inchiesta epidemiologica per risalire alle cause del contagio, identificando i contatti stretti in ambito famigliare e lavorativo.

Sono stati quindi allertati il proprietario della ditta e il medico competente per confermare le informazioni sui contatti lavorativi e organizzare uno screening ‘a tappeto’ con tampone su tutti i lavoratori impiegati nello stabilimento.

Su 250 dipendenti, per ora ne sono stati analizzati 172 di cui 96 infetti più “1” ossia il caso indice. Attualmente 3 hanno sintomi lievi, mentre tutti gli altri sono asintomatici.

Alla luce di ciò ancora una volta il virus si rivela profondamente “virale” ossia di facile diffusione. Il solo contatto con superfici infette o il solo interloquire con una persona infetta, scatena il contagio.

Fortunatamente a capo di questa storia si è arrivati in tempo, bloccando lo scoppio di nuove morti che avvengono soprattutto tra i parenti anziani.

La struttura è ora stata sottoposta a sanificazione. L’attività di screening proseguirà nella mattinata di domani con l’intervento dei medici delle Usca delle sedi di Mantova, Suzzara e Viadana, con il supporto degli operatori Ats, al fine di testare i rimanenti lavoratori del sito produttivo.

Leggi anche: Covid-19: esplode focolaio in un maxi-mattatoio e salgono a 1533 i contagiati

Cannabis per il Coronavirus: i cannabinoidi CBC e CBD sono utili per contrastare i danni del Covid-19

fonte

coronavirus in Italia


valentina paolillo

Laureata in Scienze Biologiche, mi sono sempre interessata ai perché del mondo biologico. Nei miei articoli tratto soprattutto i cambiamenti climatici, ma non dimentico animali e fiori che sono la mia passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.