Referendum su legalizzazione cannabis domestica. Togliamo potere alle mafie.

È appena iniziato un nuovo capitolo per porre fine al proibizionismo della marijuana in Italia. Diverse organizzazioni e partiti politici pro-cannabis hanno lanciato una campagna pro referendum per depenalizzare la coltivazione domestica di cannabis e porre fine alle sanzioni per l’uso personale.

Circa 300.000 cittadini italiani hanno già aderito alla campagna, ma i proponenti devono raccogliere almeno 500.000 firme elettroniche verificate entro il 30 settembre per procedere con la campagna elettorale.

Il referendum italiano per legalizzare la cannabis

Il referendum mira a depenalizzare la coltivazione di marijuana e rimuovere le sanzioni per il possesso di cannabis modificando diversi articoli della legge sugli stupefacenti.

Se tutte le firme vengono raccolte, la Corte Suprema di Cassazione verificherà la legittimità di tutte le firme. Nel frattempo, la Corte Costituzionale assicurerà che il quesito referendario sia in linea con la Costituzione italiana. Se tutte le firme saranno convalidate, Sergio Mattarella, presidente della Repubblica, potrà emanare un decreto che fissi la data del referendum. I cittadini italiani voteranno “Sì” o “No” per la rimozione degli articoli della legge sugli stupefacenti che criminalizzano la coltivazione di cannabis per uso personale e le sanzioni amministrative per il possesso personale.

La campagna elettorale sulla depenalizzazione della cannabis segue il recente voto del comitato giudiziario della Camera dei deputati italiana su una nuova proposta per depenalizzare la coltivazione della cannabis. Tuttavia, deve ancora essere discusso e votato dal Parlamento.

Leggi sulla cannabis in Italia nel 2021

Cominciamo dalle leggi. La cannabis è ufficialmente legale in Italia SOLO per uso medico. Tuttavia, è stata depenalizzata la coltivazione secondo alcuni precisi standard di contenuto delle piante in termine di cannabinoidi.

Nel 2014 lo stato italiano ha introdotto la Legge 79. Questo ha effettivamente depenalizzato la Cannabis come una droga meno pericolosa. Poiché l’Italia ha depenalizzato le droghe di minor pericolo, ciò significa che il possesso di cannabis per uso ricreativo personale può ancora comportare una multa, ma non è un reato di per sé.

Cosa significano in termini pratici le leggi italiane sulla cannabis?

Il significato della legge 79 in pratica può variare a seconda di dove ti trovi o di chi è incaricato di fare rispettare tale legge. La polizia spesso chiude un occhio, potresti ricevere uno sguardo di disapprovazione o un lieve ragguaglio verbale, ma niente di più.

Non consigliamo di fare nulla che potrebbe metterti nei guai, ma se devi, assicurati di tenere solo una piccola quantità con te in qualsiasi momento.

Quali quantità di cannabis sono definite come uso personale in Italia?

1,5 grammi è definito come la quantità massima per un consumo personale ragionevole. Se rimani al di sotto di questo importo, nessuno può perseguirti. Nota, tuttavia, potresti essere ancora a rischio di una multa e, se scoperto in più di un’occasione, potresti essere sottoposto a misure più severe.

Consiglio! Non essere mai tentato di vendere cannabis in Italia. Questo è punibile con una multa fino a 75 mila euro. Puoi persino comprare erba – o “marijuana leggera” nei negozi in Italia. La marijuana light è definita come qualsiasi cosa con un contenuto di THC inferiore allo 0,5%.

Qual è la differenza tra cannabis, erba e marijuana?

Cannabis, erba e marijuana sono termini spesso usati in modo intercambiabile. Quindi cercare erba a Roma significherebbe potenzialmente chiedere cannabis, ad esempio. Ma c’è davvero una differenza? Sottilmente, sì, c’è. La cannabis si riferisce all’intera pianta e a qualsiasi prodotto di quella pianta.

La marijuana è un po’ più specifica, riferendosi solo al prodotto proveniente da steli, semi e foglie. E l’erba? Questo è lo slang per cannabis o marijuana. Ok?

Come trovare un negozio online legale di erba in Italia

E’ possibile ottenere erba consegnata a casa tua tramite un servizio online?

La risposta è sì, ci sono un certo numero di negozi online legali che si occupano del commercio di cannabis medica in cui potresti trovare ciò di cui hai bisogno.

FIRMA IL REFERENDUM per raggiungere quota 500.000 firme

VAI AL SITO UFFICALE —— https://referendumcannabis.it/

LEGGI ANCHE:

I migliori negozi online di CBD in Italia nel 2021

Canapa sativa: le coltivazioni nel mercato legale

Campi di canapa: un aiuto per le api, per l’ecosistema e per il futuro del pianeta

La carta di canapa può salvare il mondo dalla deforestazione


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto