Home Alimentazione Biologica Infuso di carciofo per sconfiggere la ritenzione idrica

Infuso di carciofo per sconfiggere la ritenzione idrica

1205
0
CONDIVIDI

La ricetta per creare un infuso a base di carciofo utile a combattere la ritenzione idrica.

La ritenzione idrica si può combattere con diversi rimedi naturali e alimenti e il carciofo è uno di questi.

Ortaggio spesso sottovalutato, il carciofo è un alimento che racchiude in sé diverse proprietà, considerato soprattutto un formidabile alleato del fegato, è un valido aiuto anche per chi combatte contro il ristagno dei liquidi nel corpo.

La ritenzione idrica è un problema che accomuna tante persone, soprattutto donne. All’origine del disturbo possono esserci diverse cause: uno stile di vita sbagliato, farmaci, problemi di circolazione.

Come abbiamo visto in diverse occasioni, esistono vari rimedi naturali e alimenti che possono aiutarci a combattere la ritenzione idrica. Tra questi, il carciofo è uno splendido alleato, perché favorisce l’eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso accumulati nel nostro organismo e contiene degli ottimi antiossidanti che favoriscono la protezione delle cellule del nostro corpo, evitando inutili accumuli di grasso.

Il carciofo può essere introdotto nella nostra dieta in diversi modi, uno di questi è sotto forma di infuso.

Vediamo come realizzarlo.




Per prima cosa, procuratevi 25 grammi di foglie secche di carciofo. Le potete trovare tranquillamente in erboristeria, o farle in casa. Mettetele in un pentolino con 120 millilitri di acqua e portate a ebollizione. Spegnete e lasciate in infusione per 10 minuti. Filtrate, lasciate intiepidire e bevete.

Meglio non adoperare zucchero. In alternativa, se il sapore è troppo forte e amaro, aggiungete un po’ di stevia o delle foglie di menta.

L’infuso di carciofo, oltre a combattere la ritenzione idrica, è utile anche a proteggere il nostro corpo dal colesterolo. Ma non solo. Questa bevanda ha diverse proprietà: è epatoprotettrice, ipocolesterolemizzante, disintossicante, diuretica.

Veniamo alle controindicazioni.

Il carciofo non ha particolari controindicazioni ma, come per ogni cosa, è necessario prestare attenzione in alcuni casi particolari. Innanzitutto, è probabile che ci siano dei disturbi in caso di allergia alle piante della famiglia delle Asteraceae. Il suo uso è sconsigliato in gravidanza, allattamento, ma anche in caso di occlusione delle vie biliari.

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here