Home Alimentazione e Salute Gli alimenti migliori per aumentare le difese immunitarie

Gli alimenti migliori per aumentare le difese immunitarie

36354
0
CONDIVIDI
aumentare le difese immunitarie

Il sistema immunitario è la nostra barriera contro le malattie. In questa sede, abbiamo visto varie volte come aumentare le difese immunitarie con i rimedi naturali, negli adulti, e nei bambini.

Abbiamo visto anche come l’alimentazione ricopra un ruolo essenziale nell’aumentare le difese immunitarie e garantirne il corretto funzionament. Del resto, la popolazione che soffre di deficienze alimentari corre un maggior rischio di infezioni. Non solo: le diete lampo, ad esempio, hanno spesso come effetto quello di compromettere la capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni.

Cosa provoca un deficit immunitario

Malnutrizione ma anche eccesso di cibo possono comportare un cattivo funzionamento delle nostre difese: anche l’obesità è infatti collegata con un aumento dell’incidenza di malattie infettive e cardiopatie coronariche.

Diete ad alto contenuto di grassi saturi sembrano essere collegate a una riduzione dell’efficacia della risposta immunitaria. Non dimenticate, però, che non tutti i grassi sono uguali: ne esistono alcuni utili alla nostra salute, che possono essere assunti attraverso noci, olio di soia o oli di semi.

Le Vitamine che aumentano le difese immunitarie

In linea generale, comunque, per poter lavorare efficacemente, il sistema immunitario ha bisogno di un apporto regolare di vitamine e sali minerali che si può ottenere solamente attraverso un regime alimentare equilibrato.  E, in alcuni casi, le vitamine si sono rivelate veramente un toccasana per il trattamento di particolari malattie.

Vitamina A

Vitamina A è il nome di un gruppo di composti antiossidanti liposolubili. È una vitamina essenziale, che presiede a un gran numero di funzioni. Inoltre, protegge la vista, aumenta le difese immunitarie e aiuta nella trascrizione genetica. Carenze di questa vitamina possono rendere le persone maggiormente esposte ad alcune malattie.

Sembra che all’interno di questa vitamina, sia presente una sostanza, chiamata fenretinide, in grado di prevenire la comparsa di un secondo tumore al seno in donne che ne hanno già avuto uno.

Molti non lo sanno, ma la vitamina A riduce morbilità e mortalità nei bambini malnutriti affetti da forme gravi di morbillo. Anche nei Paesi dove il morbillo non si presenta generalmente in forma grave, la vitamina A deve essere somministrata a tutti i casi gravi di malattia.

Particolare attenzione deve essere prestata ai sovradosaggi, per evitare di andare incontro a casi di eccessi di vitamina A nell’organismo.

Vitamine del gruppo B

Le vitamine del gruppo B, sono diverse e ognuna concorre ad aumentare le difese immunitarie in modo specifico.  Una delle più note è la vitamina B12 che sostiene la crescita e la riproduzione dei globuli bianchi. L’acido folico, vitamina B9, aiuta a mantenere e sviluppare il sistema immunitario.

In alcuni casi, quando gli esami del sangue rivelano un abbassamento dei globuli bianchi, la ragione può essere collegata a una carenza di vitamina B4. Questa vitamina si trova nel lievito di birra, nel riso e nell’estratto di barbabietola, nelle patate e nei pomodori. Per poter assimilarla correttamente, è necessario non sottoporre a lunghe cotture i cibi che la contengono.

Vitamina C

La vitamina C, conosciuta anche come acido ascorbico, è un composto idrosolubile simile al glucosio. Nonostante sia abbastanza stabile in soluzione acida, è la vitamina più sensibile alla luce, al calore e all’aria. È la sostanza che, anche nell’immaginario comune, è associata con maggior frequenza a un potenziamento del sistema immunitario. Una sua carenza può portare a una maggiore esposizione dell’organismo a malanni, raffreddori e influenze. La vitamina C può essere facilmente integrata nel nostro organismo attraverso l’alimentazione. I cibi che la contengono sono vari e ampiamente diffusi.

Il suo ruolo è essenziale per il nostro organismo, perché mantiene in attività il collagene, è un prezioso antiossidante, contribuisce alla formazione dei globuli rossi, combatte le infezioni batteriche ed è usata nella cura e prevenzione di raffreddori e altre malattie stagionali.

Sembra che possa avere effetti benefici nel trattamento di diverse malattie, tra cui: scorbuto, raffreddore, displasia cervicale, vene varicose, sclerosi multipla, stress, e stimola la produzione di interferone, fattore inattivante per molti virus o infezioni o batteri.

Vitamina D

Abbiamo parlato diverse volte di vitamina D, la vitamina essenziale per la salute delle ossa, per i sistemi cardiovascolari e per aumentare le difese immunitarie nel loro complesso. La sua carenza aumenta l’esposizione a diverse malattie.

Diversi tipi di cancro sono collegati a carenze di vitamina D, tra cui il cancro al seno, il cancro alla prostata e al colon. Il nesso di causalità è così forte, che spesso vengono raccomandati supplementi di vitamina D per la prevenzione del cancro e il trattamento del cancro alla prostata. Inoltre, soggetti con livelli bassi di Vitamina D, hanno il 40% di possibilità in più di contrarre affezioni alle vie respiratorie superiori.

Gli alimenti migliori per aumentare le difese immunitarie

Secondo Dave Grotto, un nutrizionista americano, autore del libro 101 Foods That Could Save Your Life (“101 cibi che potrebbero salvarti la vita”), esistono diversi alimenti che, grazie alle loro proprietà e soprattutto ai nutrienti che contengono (come appunto le vitamine di cui abbiamo appena parlato), possono aiutarci a combattere le malattie perché ci aiutano ad aumentare le difese immunitarie.

1. I funghi

I funghi, ad esempio, sono ricchi di selenio , che aiuta i globuli bianchi a produrre le citochine (molecole proteiche) e di beta-glucano, un immunostimolante che attiva i globuli bianchi.

2. L’aglio

L’aglio fresco contiene l’allicina che possiede effetti antibiotici, antimicrobici e antifungini. I soggetti che lo assumono con regolarità, hanno minore probabilità di soffrire di raffreddori stagionali. Gli esperti alimentari consigliano di cucinare ogni giorno con due spicchi d’aglio fresco.

3. Il cioccolato fondente

Secondo il British Journal of Nutrition il cioccolato fondente non dovrebbe mancare in una dieta sana perché aumenta le nostre risposte immunitarie. Alte dosi di cacao, infatti, potenziano le T-helper cells, un sottogruppo di linfociti, capaci di migliorare l’adattamento delle nostre difese al mutare delle infezioni.

Lo zinco è essenziale alle nostre difese, perché arma i globuli bianchi contro influenza e raffreddore.

4. Le mandorle

Le mandorle sono ricche di vitamina E e capaci di ridurre la sensibilità ai malesseri stagionali e alle infezioni alle vie respiratorie.

5. Kefir

E anche il consumo regolare di prodotti fermentati (come ad esempio il kefir) può aumentare le difese immunitarie dell’intestino.

E voi, che alimenti consumate per aumentare le difese immunitarie?

LEGGI ANCHE: Digiunare 3 giorni rigenera il sistema immunitario

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here