Home Rimedi Naturali Curare l’ansia e gli attacchi di panico con l’omeopatia

Curare l’ansia e gli attacchi di panico con l’omeopatia

4800
2
CONDIVIDI
attacchi di panico omeopatia

Brevi periodi di ansia possono essere sperimentati da tutti, anche se alcuni individui sono più inclini di altri a essere turbati e condizionati da questo problema, che crea un disagio sia a livello emotivo che fisico.

L’omeopatia può essere d’aiuto nel trattamento dei disturbi d’ansia e scongiurare attacchi di panico, e di conseguenza anche di quelli del sonno, visto che queste due problematiche sono strettamente legate tra di loro.

Chi soffre di ansia in genere tende a ricorrere a psicofarmaci, che possono avere un effetto immediato e potente; tuttavia portano con sé numerosi effetti collaterali e stati di dipendenza che costringono ad assumere dosi sempre più elevate.

I problemi di ansia possono portare a dei veri e propri attacchi di panico, accompagnati da difficoltà di respirazione, palpitazioni, agitazione, senso di impotenza. Per questo è necessario intervenire al più presto: i rimedi omeopatici possono aiutare le persone non solo a diminuire i sintomi, ma anche a ricercare un migliore equilibrio. Per questo, è importante che il giusto rimedio omeopatico sia affiancato da un percorso individuale che consenta di raggiungere le condizioni migliori per farlo funzionare.

Vediamo adesso alcuni dei rimedi omeopatici maggiormente utilizzati per evitare ansie a attacchi di panico

  • Aconitum napellus: questo rimedio è in genere indicato per gli attacchi di panico improvvisi e violenti. I sintomi possono essere: palpitazioni forti, difficoltà a respirare, rossore del viso. Questi attacchi di ansia, che in alcuni casi si manifestano anche con la paura di morire, possono verificarsi anche quando una persona è all’inizio di un’influenza o di un raffreddore.
  • Argentum nitricum: è utile quando l’ansia è collegata al verificarsi di un grande evento: un esame, un colloquio importante, un impegno sociale. Tra i sintomi possono comparire anche vertigini e diarrea. È un rimedio adatto alle persone che si suggestionano facilmente e che hanno una particolare tendenza verso pensieri e impulsi particolari, peggiorati dal desiderio di cibi dolci o salati.
  • Arsenicum album: è indicato per le persone ossessionate dai piccoli dettagli, dall’ordine e dalla necessità di tenere tutto sotto controllo. Gli attacchi di panico si verificano spesso intorno a mezzanotte o alle primissime ore del mattino. I sintomi sono: stanchezza, irrequietezza, problemi digestivi e in alcuni casi anche attacchi di asma.
  • Calcarea carbonica: questo rimedio è di solito indicato per tutte quelle persone considerate affidabili, precise, che stanno per essere sopraffatte da qualche malattia e hanno paura di non farcela a risolvere le situazioni o a svolgere i propri compiti. Queste persone si sentono stanche, spesso confuse, in alcuni casi soffrono di claustrofobia o vertigini. Hanno paura delle cattive notizie che riguardano loro o chi li circonda.
  • Gelsemium: è collegato a stati di debolezza, tremore, quando ci si sente “paralizzati dalla paura”. In genere l’ansia precede un evento importante o stressante. I sintomi possono essere: brividi, sudorazione, diarrea e mal di testa. Le paure sono collegate alla paura della folla, di cadere o di morire.

Gelsemium_rimedi contro l ansia

  • Ignatia Amara: è indicata per le persone sensibili che soffrono di ansia a causa di dolori improvvisi, lutti, delusioni, critiche o solitudine. La persona che soffre di questo genere di attacchi di ansia può facilmente scoppiare a ridere o a piangere, in maniera inaspettata, e avvertire mal di testa persistenti, crampi allo stomaco o dolori alla schiena.
  • Kali phosphoricum: è adatto per quelle persone che sono stressate dal troppo lavoro e sentono un persistente stato di ansia perché pensano di non riuscire a farcela. Sono persone nervose, ipersensibili, che soffrono di disturbi del sonno e difficoltà a concentrarsi. Dormire o mangiare spesso può arrecare una qualche forma di sollievo.
  • Pulsatilla: gli attacchi di panico possono presentarsi in concomitanza con degli squilibri ormonali o delle fasi di transito, come pubertà, ciclo mestruale e menopausa. Le persone che hanno bisogno di questo rimedio spesso esprimono l’ansia sotto forma di insicurezza e hanno bisogno di continuo supporto. Sono soggetti lunatici, lamentosi ed emotivamente instabili. L’aria fresca e la ginnastica dolce spesso portare sollievo.
  • Silicea: è indicata per le persone nervose, timide e che hanno attacchi di ansia legati a una perdita improvvisa e temporanea di fiducia in se stessi. Gli attacchi, infatti, possono sopraggiungere prima di prove o eventi importanti. Tra i sintomi possono verificarsi: mal di testa, stanchezza, difficoltà a concentrarsi, ipersensibilità. I soggetti che ne soffrono sono responsabili e diligenti e tendono a essere maniacali nei confronti dei piccoli dettagli, che fanno apparire il lavoro ancora più difficile. Hanno una bassa resistenza alle malattie, dovuta anche a un eccesso di stress.

 


Questi sono alcuni dei rimedi omeopatici maggiormente utilizzati per il trattamento degli stati di ansia.

Ovviamente, la tipologia del rimedio, il dosaggio e la modalità di assunzione varia da individuo a individuo, per questo, prima di assumere qualsiasi rimedio è necessario confrontarsi con un esperto.

L’efficacia dei rimedi omeopatici nel trattamento dei disturbi del comportamento e psicologici su base ansiosa è stata confermata recentemente da uno studio realizzato dai ricercatori del Dipartimento di Nutrizione e Medicina Complementare dell’Azienda Ospedaliera “G. Rummo” di Benevento.

(Foto in evidenza: jetheriot; foto interna: pellaea)

2 COMMENTI

  1. La vedevo di colpo cambiare e essere preda di qualcosa che non capivo nè tantomeno conoscevo, come un mostro contro cui non potevo fare niente, quanto avrei voluto una spada per difenderla e liberarla da quel panico…
    E’ successo a una persona a me cara che ho poi visto rinascere, piano piano, conoscere quello che le succedeva e accettarlo. Diventare padrona di sè.
    Vedere la consapevolezza di poter reagire alle cose in qualcuno a cui tieni è una delle emozioni che ti restano.
    Non ero un’esperta dell’argomento e il mio desiderio era trovare una soluzione che le desse sollievo, ma di univoche non ce ne sono credo…e i farmaci…sono forse la cosa più facile a cui pensare ma servono veramente?
    La risposta l’ho trovata e se ha funzionato, voglio farla conoscere a tutti quelli che sentono di non avere armi !
    Avevo scoperto la Conference Collection del Dott. Gianluigi Giacconi.
    Se vuoi essere felice dipende solo da te: questo è solo uno dei punti sviluppati nelle conferenze.

  2. Per noi che soffriamo di attacchi di panico e ansia, io sono venuto a conoscenza di quest’evento gratuito, lo trovate su facebook qui.
    Dobbiamo cercare ovunque stimoli e consigli che ci aiutino a stare meglio e questa conferenza secondo me è una buona occasione. Almeno, io intendo sfruttarla e trarne il massimo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here