Home Solidarietà Una scatola vuota per stimolare la creatività dei bambini e fare beneficenza

Una scatola vuota per stimolare la creatività dei bambini e fare beneficenza

827
0
CONDIVIDI

Quante volte avete regalato dei giocattoli ai vostri figli che hanno invece preferito intrattenersi con la scatola? È accaduto a tantissimi genitori e continuerà ad accadere: a quanto pare, i bambini di una certa età mostrano l’esigenza di sviluppare la propria creatività usando oggetti apparentemente inutili, ma che in realtà, nelle loro piccole menti, hanno già un utilizzo chiaro e definito. Partendo da questa constatazione, le agenzie pubblicitarie indipendenti Barton F. Graf 9000 e TDA_Boulder hanno collaborato insieme per dar vita a un business online molto particolare.

Nello sforzo di raccogliere fondi a scopo benefico, queste agenzie hanno pensato di mettere in vendita delle semplici scatole di cartone riciclato che possono raggiungere un costo di circa 500 dollari l’una.

Una pazzia, potrebbe pensare qualcuno. Di sicuro, però, l’idea non manca in genialità

Il business è incentrato tutto sulla vendita online di Bawx, una scatola in cartone riciclato al 100%. Il prodotto è uno solo ma, per come è presentato, sembra avere funzionalità diverse.

È una semplice scatola vuota, si legge sul sito, eppure allo stesso tempo è un prodotto diverso da una semplice scatola vuota.

Bawx può infatti diventare un robot, un pianeta straniero, un castello, un rifugio, un sottomarino. Tutto quello che l’immaginazione di un bambino può partorire.

Da una parte, il prodotto è un giocattolo, dall’altra è il tentativo di dare un segnale anti-consumistico e in controtendenza con la propaganda che fa dell’hi-tech l’essenza della vita di un bambino.

L’immaginazione qui è tutto. Non sono necessarie batterie, non sono necessari pezzi di ricambio, non è necessario usare la corrente elettrica. Tutto ciò che è richiesto per usare questo giocattolo è la fantasia.

Tutti i proventi ricavati dalla vendita di questo prodotto sono destinati alla beneficienza, per sostenere due associazioni: una che aiuta i bambini affetti da leucemia, la Charley Davidson Leukemia Fund, e l’altra per dare un sostegno ai bambini vittime di abusi, la Blu Sky Bridge.

L’azienda suggerisce di utilizzare le scatole semplicemente per incoraggiare l’immaginazione dei bambini o, al limite, come involucro per contenere i regali destinati ai propri figli. L’obiettivo principale della vendita è comunque quello di generare un’immagine innovativa per invitare le persone a donare e riflettere. Inoltre, sono riciclate al 100%, quindi aiutano anche l’ambiente!

Voi che ne pensate? Regalereste a vostro figlio una scatola che può arrivare a costare 500 dollari (circa 370 euro)?

(Foto: giftbawx.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here