Home Società Ritirati antidolorifici alla codeina per i bambini

Ritirati antidolorifici alla codeina per i bambini

442
0
CONDIVIDI

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha disposto il ritiro dei medicinali per bambini che contengono codeina, un potente antidolorifico, perché possono causare gravi problemi respiratori. Vietato dunque l’uso di questi farmaci per bambini al di sotto dei 12 anni. I medicinali interessati dal provvedimento sono

  • Tachidol bambini bustine e sciroppo
  • Il generico Paracetamolo + Codeina Angenerico bustine e sciroppo
  • Lonarid bambini supposte

“Se ne hai in casa non usarli e riportali in farmacia – consiglia Altroconsumo“.

La codeina è un farmaco oppiaceo che nell’organismo si trasforma in morfina. Alcune persone, spiega l’associazione, metabolizzano rapidamente la codeina per cui i livelli di morfina presenti nel sangue raggiungono in fretta un livello piuttosto elevato. È questo ad aumentare il rischio di effetti tossici, tra cui le difficoltà respiratorie. In particolare, questi problemi si sono verificati soprattutto nei bambini che soffrivano di apnea notturna e avevano subito un’operazione chirurgica di asportazione delle tonsille o delle adenoidi. La codeina non deve solo essere evitata dai bambini ma anche in altri casi , nei ragazzi sotto i 18 anni con problemi della funzionalità respiratoria e nei ragazzi sotto i 18 anni dopo interventi di rimozione delle tonsille e/o delle adenoidi inoltre nell’ allattamento. A seguito della morte di un neonato la cui madre aveva assunto codeina nel periodo post-partum, è stata sollevata la questione su quali danni potenziali provochi la codeina se utilizzata durante l’allattamento. La causa del decesso probabilmente erano le concentrazioni molto elevate di morfina a seguito dell’assunzione da parte della madre, che era una metabolizzatrice ultrarapida del citocromo CYP2D6 .

Ma anche negli anziani , che hanno un’aumentata suscettibilità agli effetti avversi degli oppioidi. Gli anziani possono anche assumere in concomitanza farmaci che interagiscono. La variabilità farmacogenetica può avere un considerevole impatto su effetti avversi quali sedazione, confusione, cadute e traumi. Anche se i prodotti a base di codeina spesso sono considerati sicuri, uno studio di coorte ha evidenziato che il rischio di traumi è superiore negli anziani che utilizzano questi prodotti rispetto a quelli trattati con altri oppioidi o altri sedativi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here