pulcini maschi

Pulcini maschi: la Germania approva un progetto di legge che pone fine all’abbattimento

Abbattimento pulcini maschi: il governo approva una misura che dovrebbe mettere fuori legge la pratica dal 2022.

In tutto il mondo, i pulcini maschi vengono uccisi dopo la schiusa. Questo sarà vietato in Germania dal 2022. Gli ambientalisti lo vedono come il primo passo. Tuttavia, è necessario molto di più per un’agricoltura sana.

La Germania dovrebbe diventare il primo paese a vietare l’abbattimento di massa di pulcini maschi nell’industria del pollame, ha detto il governo dopo aver approvato un progetto di legge che pone fine alla controversa pratica.

La misura approvata dal governo prevede il divieto dell’uccisione di massa di pulcini dal 2022 “un significativo passo in avanti per il benessere degli animali”, ha detto mercoledì in una dichiarazione il ministro dell’agricoltura, Julia Klöckner.

In molte aziende avicole, i pulcini maschi vengono separati dalle femmine subito dopo la schiusa e sminuzzati o gasati poiché non producono uova e generano meno carne.

Ogni anno in Germania vengono abbattuti decine di milioni di maschi.

Gli attivisti per il benessere degli animali si sono battuti a lungo per porre fine alla pratica, ma gli agricoltori si sono lamentati che non esiste un’alternativa pratica, economica e priva di crudeltà.

Ma i metodi per determinare il sesso dei pulcini prima che si schiudano sono disponibili per gli agricoltori, secondo il governo.

Una tecnica, sviluppata da un’azienda tedesca, prevede l’utilizzo di un laser per creare un piccolo foro per estrarre il liquido da un uovo fecondato, prima di testarlo per la presenza di un ormone femminile.

“Abbiamo investito milioni di euro in alternative, portando il benessere degli animali e l’efficienza economica insieme sul suolo tedesco”, ha detto Klöckner.

Dicendo che la Germania sarebbe stata “la prima al mondo” a procedere in questo modo, Klöckner ha detto che il paese voleva “impostare il ritmo ed essere un modello” per le altre nazioni.

Dal 2024, la bozza di legge richiederà anche agli allevatori di pollame di utilizzare metodi che funzionano in una fase precedente del processo di incubazione, prevenendo il dolore per gli embrioni non schiusi.

Il gruppo di difesa europeo Foodwatch ha criticato la mossa, dicendo che non è andata abbastanza lontano in un settore che causa sofferenza agli animali anche in altri modi.

“Se solo la crudele pratica di uccidere i pulcini in Germania fosse finita, questo non cambierà assolutamente nulla riguardo alle sofferenze insopportabili delle galline ovaiole”, ha detto Martin Rücker, direttore esecutivo di Foodwatch.

La German Poultry Association ha affermato che i piani sono solo una “soluzione parziale al problema”, sostenendo che porterebbero anche a “immensi svantaggi competitivi” per gli allevatori di pollame tedeschi.

L’associazione ha affermato di aver accolto con favore l’eliminazione graduale dell’abbattimento dei pulcini, ma ha rilevato “gravi carenze” nel progetto di legge, incluso il fatto che non si applicherebbe in nessun’altra parte d’Europa.

La legislazione deve poi essere approvata dal Bundestag, la camera bassa del parlamento.

La Germania e la Francia si sono impegnate nel gennaio 2020 a lavorare insieme per porre fine alla pratica della triturazione dei pulcini entro la fine del 2021.

Anche il ministro francese dell’agricoltura, Didier Guillaume, si è impegnato a mettere fuori legge la pratica in Francia dalla fine del 2021.

La Svizzera ha vietato lo sminuzzamento di pulcini vivi l’anno scorso, ma consente comunque che vengano gasati.

Nel giugno 2019, un tribunale tedesco ha stabilito che il massacro poteva continuare fino a quando non fosse stato trovato un metodo per determinare il sesso di un embrione nell’uovo.

Una direttiva UE del 2009 autorizza la triturazione a condizione che provochi la morte “immediata” per i pulcini di età inferiore a 72 ore.

abbattimento pollame, abbattimento pulcini, Pulcini maschi


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto