presepe

Il presepe con Gesù in gabbia, come una famiglia di immigrati, provoca scalpore

La rappresentazione del presepe in una chiesa metodista unita di Claremont mostra Gesù, Giuseppe e Maria come una famiglia di immigrati in gabbia.

Presepe immagini: Post su Twitter che riporta l’immagine del bambino Gesù in gabbia

Un presepe raffigurante Maria, Giuseppe e Gesù separati in gabbie ha suscitato scalpore in una città della California meridionale , a poche centinaia di chilometri dal confine degli Stati Uniti con il Messico.

L’installazione mostra Giuseppe e Maria, in gabbie separate, di fronte a un bambino Gesù cullato in una gabbia, con le braccia di Giuseppe tese verso di lui. È stato pubblicato su Facebook da Rev Karen Ristine della chiesa metodista unita di Claremont ed è stato condiviso più di 20.000 volte.

Milionidipassi: così Medici Senza Frontiere racconta la verità di chi fugge dalle guerre

“In un’epoca in cui le famiglie di rifugiati chiedono asilo ai nostri confini e sono involontariamente separate l’una dall’altra, consideriamo la famiglia di rifugiati più conosciuta al mondo. Gesù, Maria e Giuseppe, la Sacra Famiglia ”, scrisse Ristine su Facebook. Ha citato Matteo 25:35, in cui Gesù ringrazia coloro che lo hanno nutrito quando era un rifugiato affamato in fuga da Betlemme.

“E se questa famiglia cercasse rifugio nel nostro paese oggi? Immagina che Giuseppe e Maria si siano separati alla frontiera e Gesù non più grande di due anni preso da sua madre e posto dietro le recinzioni di un centro di detenzione della pattuglia di frontiera poiché negli ultimi tre anni sono stati più di 5.500 i bambini “, ha affermato Ristine nel post di Facebook

Presepe fai da te: 3 idee di riciclo creativo

La natività ha suscitato reazioni contrastanti da parte dei locali di Claremont.

Intanto la settimana prossima, una contea del Nord Dakota voterà per decidere se smettere di accettare i rifugiati, il primo voto del governo locale da quando Donald Trump ha emesso un ordine esecutivo che lo rende possibile.

presepe, presepe immagini


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Commento

  • E’ giusto! Anche la Sacra Famiglia erano onesti clandestini che avevano pagato 4mila euro ai trafficanti, e che poi spacciavano. E’ uguale-uguale, bravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.