Home Società Massaggio tantrico: storia, benefici e come praticarlo

Massaggio tantrico: storia, benefici e come praticarlo

533
0
CONDIVIDI
massaggio tantrico

Scopriamo insieme i benefici del massaggio tantrico, l’antico massaggio indiano che utilizza l’energia sessuale, per stimolare la coscienza di sé e dell’altro

Il massaggio tantrico è un’antichissima pratica indiana che, attraverso specifici tocchi sensuali, risveglia l’energia positiva e aiuta a raggiungere uno stato di conoscenza superiore, di sé stessi e del proprio partner.

Ma quali sono i benefici di questo specifico massaggio e in che cosa consiste? Scopriamolo insieme.

Massaggio tantrico: origine e benefici

Le origini del massaggio tantrico affondano molto lontano nella storia. Si tratta infatti di una pratica indiana antichissima, che attraverso tocchi leggeri e circolari aiuta ad acquisire una conoscenza maggiore di sé stessi, stimolando il corpo e aiutandolo a raggiungere un elevato stato di benessere.

La parola Tantra ha origine dal sanscrito, e può essere tradotta come “ordito” o “trama”. Si tratta di un insieme di dottrine e di pratiche volte all’espansione dell’ordinario stato di coscienza. L’immagine dell’ordito evoca l’unione tra la coscienza individuale e quella universale, tra maschile e femminile.

Benefici

Il massaggio tantrico è un’esperienza molto rilassante e può aiutare ad alleviare il dolore fisico e le tensioni. È un’esperienza molto intima, che aiuta a risvegliare delle parti di sé rimaste sopite.

Attraverso la stimolazione dei punti energetici del corpo, le persone che praticano il massaggio tantrico fanno una piacevole esperienza sensoriale, ma vanno incontro anche a un miglioramento della consapevolezza di sé stessi. È inoltre una pratica ottima per migliorare l’affiatamento di coppia.

Questo tipo di massaggio apporta notevoli benefici per la salute: migliora il flusso sanguigno, e la conseguente ossigenazione dell’organismo, ma anche le capacità cognitive.

Agisce sulla fiducia e sull’autostima, ma anche sullo stress. La stimolazione prodotta dal massaggio aiuta il cervello a pensare in maniera positiva.

Il massaggio tantrico aiuta a prevenire diverse malattie, come problemi cardiaci ed emicranie.

Come si pratica il massaggio tantrico 

Il massaggio tantrico è composto essenzialmente da tre fasi: una meditativa, una sensoriale, basata proprio sui massaggi e una di rilassamento.

Fase meditativa

Questa fase è necessaria per preparare sia l’ambiente che la mente al massaggio tantrico. La prima cosa da fare è predisporre un ambiente accogliente, con luci soffuse e fragranze sensuali. In questa fase, ci si prepara attraverso esercizi di respirazione per sgombrare la mente e lasciarsi attraversare dalle sensazioni. È utile inoltre predisporsi all’ascolto del partner.

Fase del contatto

La seconda fase si incentra sui massaggi veri e propri, lenti e circolari, che si praticano sui vari punti energetici del corpo. A partire dal viso, fino a scendere sulle braccia e le gambe, passando dalla zona pelvica, dalla schiena e dal collo.

massaggio tantrico

Per praticare i massaggi si utilizza un olio vettore, tiepido e delicato, come ad esempio l’olio di cocco, oppure di lino o di avocado. A questo può essere aggiunta qualche goccia di olio essenziale sensuale o rilassante. Il tocco dei partner deve essere gentile e delicato, per favorire l’instaurarsi di un sentimento di fiducia che aiuta ad abbassare le difese psicologiche. Il segreto è alternare tocchi leggeri a pressioni più decise.

Fase rilassante




L’ultima parte del massaggio si basa sul condividere l’esperienza vissuta, sorseggiando insieme una tisana calda, magari, e confrontandosi sulle sensazioni provate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here