Home Società Lingerie sexy ed ecologica per San Valentino

Lingerie sexy ed ecologica per San Valentino

1250
0

Biancheria intima per un’indimenticabile serata di San Valentino? Sì ma… di soia! Ecco quello che fa per voi: un completino tutto ecologico firmato Faeries Dance!

Perché oltre a fiori e piante non stupite il vostro partner con una sorpresa capace di accontentare tutti, anche l’ambiente? Faeries Dance offre reggiseni e slip fabbricati con uno speciale tessuto chiamato Azlon, ricavato dagli involucri esterni dei semi di soia, che altrimenti andrebbero buttati durante la produzione di tofu.
Oltre alla soia anche cotone organico e la riduzione al minimo delle sostanze chimiche e dannose per l’ambiente. I prezzi di partenza sono decisamente accessibili: 25 dollari per un reggiseno e 16 dollari per uno slip.
Volete saperne di più e guardare tutta la collezione? Cliccate sul sito ufficiale di Faeries Dance e scoprite quanti prodotti ecosostenibili hanno da offrirvi!

Immagini: www.faeriesdance.com

Enamore è un brand di lingerie e accessori Made in UK, prodotti con il solo impiego di materiali organici e di riciclo senza rinunciare alla seduzione e all’eleganza dei capi intimi.

Seta, fibra di bamboo, cotone e soia, con l’aggiunta di una piccola percentuale di lycra. Sapore vintage con i sottabiti e babydoll anni ‘50 con fiocchi e pizzi. Da abbinare anche fermacapelli e accessori per un effetto Lolita mozzafiato.

 

 

Luva Huva è un marchio di lingerie sostenibile del Regno Unito, molto conosciuto all’estero e da qualche tempo anche qui in Italia. Modelli molto sensuali ed eleganti, costi contenuti, e soprattutto interamente fatti a mano con tessuti prodotti eticamente. Questo vuol dire che si può essere sexy e festeggiare il giorno di San Valentino indossando completini intimi, pigiami, camicie da notte in cotone biologico, fibre di soia e di bambù insieme a scampoli di pizzi vintage; ma anche maglieria in lanad’Angora, in lana Merinos o Cashemere. La designer di Luva Huva è la giovanissima Joanna Ketterer che, come racconta, trae ispirazione dai paesaggi incontaminati del Suffolk, dove è cresciuta e i colori delle sue collezioni ricordano le sfumature dei giardini inglesi in primavera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.