Home Nuove Scoperte Inventa un nanomateriale che produce energia, acqua pulita e idrogeno

Inventa un nanomateriale che produce energia, acqua pulita e idrogeno

511
0
CONDIVIDI

Un team di scienziati dell’ Università della Tecnologia di Singapore hanno passato gli ultimi cinque anni allo sviluppo di un materiale noto come biossido di titanio (TiO2) multiuso. La ricerca indica che può essere utilizzato per produrre idrogeno e acqua pulita dalle acque reflue, raddoppiare la durata delle batterie e creare medicazioni antibatteriche.

L’idea per il biossido di titanio multi-uso, quando i ricercatori stavano cercando di sviluppare filtri per l’acqua antibatterici. Il materiale è realizzato convertendo economici cristalli di biossido di titanio in nanofibre, che poi vengono incorporati nelle flessibili membrane filtranti. A seconda della destinazione del materiale, tali membrane possono anche includere una miscela di carbonio, rame, zinco e / o stagno. Quando viene utilizzato per il trattamento delle acque reflue, la sostanza fa due cose principali. Primo, serve come un efficiente anti contaminante a membrana ed a basso costo, consentendo alle molecole di acqua di fluire attraverso quest’ultimo in maniera facile e bloccando il passaggio di agenti contaminanti, quando usato come un filtro ad osmosi, riesce a trattenere anche il sale, consentendo il suo utilizzo in impianti di dissalazione. Queste membrane se esposte alla luce solare, sono in grado di separare l’idrogeno dalle acque reflue per il successivo utilizzo in celle a combustibile o centrali elettriche. Sono in grado di generare 1,53 ml di idrogeno da un litro di acque reflue per ora, che è riferito a tre volte in più rispetto ai tradizionali e costosi catalizzatori al platino.
Gli scienziati hanno anche creato una versione nera del materiale in cui il biossido di titanio è in forma cristallina. Questo è stato utilizzato in una cella solare flessibile, inoltre può anche trovare impiego nella prossima generazione di batterie al litio. Infatti in uno studio precedente, si è riscontrato che le batterie al litio con anodi di carbonio modificati in nanoparticelle di biossido di titanio hanno il doppio della capacità delle versioni convenzionali. Come se non bastasse, il biossido di titanio multiuso è un potente anti-microbicida di alta qualità che potrebbe consentire alle membrane di essere utilizzate per medicazioni traspiranti e anti-batteriche. La maggior parte di queste applicazioni, e molti altre che potrebbero essere scoperte, hanno il vantaggio di un basso costo, così ci sono notevoli possibilità di uso diffuso nel prossimo futuro.
Come dicono i suoi creatori, queste membrane possono essere la chiave universale per trovare soluzioni alle sfide attuali, quali la ricerca di fonti energetiche rinnovabili a basso costo e di acqua potabile sufficiente per soddisfare le esigenze globali. Certo, sarebbe bello per convertire i rifiuti in risorse preziose, e forse questo è l’inizio di un grande passo avanti per l’umanità. Saremo a vedere cosa succede …