naso

Il nostro naso può rilevare i pericoli. Lo studio

I ricercatori dell’Istituto Karolinska hanno scoperto il nostro senso dell’olfatto ci aiuta a rilevare la presenza di un fatto. Essere in grado di annusare il pericolo migliora la nostra possibilità di sopravvivenza. D’altra parte, istinto odore di fumi tossici or cibo avariato, è probabile che il tuo istinto dica di scappare.

Naturalmente, ho evitato gli odori sgradevoli perché possono avere conseguenze fatali. Al contrario, cerchiamo odori piacevoli poiché il nostro cervello li associa ad una gratificante possibilità.

Il team ha utilizzato una tecnica innovativa per determinare cosa succede nel cervello quando si sente odore di pericolo. Lo studio, pubblicato da  PNAS  rivist , indica che elaboro gli odori sgradevoli molto più rapidamente degli odori positivi. Questa risposta è probabilmente prodotta in modo tale da rispondere rapidamente a qualsiasi minaccia percepita. Non sorprende che l’odore negativo sia un rischio fisico di evitamento quando il cervello sta invadendo il sistema nervoso.

“La risposta umana di evitamento agli odori sgradevoli associati al pericolo è stata a lungo considerata un processo cognitivo cosciente, ma il nostro studio mostra per la prima volta che è inconscio ed estremamente rapido”, afferma il primo autore dello studio Behzad Iravani. , ricercatore presso il Dipartimento di Neuroscienze Cliniche, Karolinska Institutet.

L’organo olfattivo comprende circa il 5% del cervello umano, il che ci consente di distinguere milioni di odori. Molti di questi odori possono minacciare la nostra salute e sopravvivenza, come sostanze chimiche o cibo avariato. Il cervello elabora i segnali degli odori in soli 100-150 millisecondi dopo che un odore è passato dal nostro naso.

Tutti gli esseri viventi sulla Terra dipendono dagli istinti di sopravvivenza, come evitare il pericolo e cercare ricompense. Per gli esseri umani, l’olfatto svolge un ruolo cruciale nell’identificare e rispondere a potenziali minacce. Gli scienziati si sono chiesti a lungo come il nostro cervello elabori gli odori sgradevoli e ci dica di evitarli.

Il senso dell’olfatto ci avvisa del pericolo

Poiché in precedenza non esistevano metodi non invasivi per misurare i segnali del bulbo olfattivo, il loro studio è stato impegnativo. Il bulbo olfattivo rappresenta la prima parte del rinencefalo (noto anche come “cervello del naso”) con connessioni dirette a componenti essenziali del sistema nervoso centrale. Quando i segnali dal cervello viaggiano in quest’area, il nostro sistema nervoso ci aiuta a identificare e ricordare situazioni o sostanze pericolose.

Per lo studio, i ricercatori hanno sviluppato per la prima volta una tecnica per misurare i segnali dal bulbo olfattivo umano. Questa parte del cervello elabora gli odori e invia segnali alla corteccia motoria e all’amigdala, che regolano il movimento e il comportamento di evitamento.

I risultati dello studio provengono da tre esperimenti separati in cui i partecipanti hanno valutato la loro esperienza di sei odori. I ricercatori hanno incluso odori sia positivi che negativi nell’esperimento. Hanno misurato l’attività elettrofisiologica dei bulbi olfattivi dei partecipanti durante le loro esperienze.

Lo studio degli esperti

“Era chiaro che la lampadina reagisce in modo specifico e rapido agli odori negativi e invia un segnale diretto alla corteccia motoria in circa 300 ms”, afferma l’ultimo autore dello studio, Johan Lundström, professore associato presso il Dipartimento di Neuroscienze Cliniche del Karolinska .Instituto. “Il segnale fa sì che la persona si inclini inconsciamente all’indietro e si allontani dalla fonte dell’odore”.

Ha aggiunto: “I risultati suggeriscono che il nostro senso dell’olfatto è importante per la nostra capacità di rilevare i pericoli nel nostro vicinato, e gran parte di questa capacità è più inconscia della nostra risposta al pericolo mediata dai nostri sensi di vista e udito”.

La Fondazione Knut e Alice Wallenberg, l’Istituto nazionale per la sordità e altri disturbi della comunicazione e il Consiglio svedese della ricerca hanno finanziato lo studio. Non sono stati segnalati conflitti di interesse.

È affascinante che anche se viviamo in ambienti moderni, conserviamo molti dei nostri istinti di sopravvivenza. Non dobbiamo più scappare da orsi o leoni, ma la nostra vita quotidiana presenta ancora molte sfide. Essere in grado di navigarli usando il nostro senso dell’olfatto, in alcuni casi, può essere utile.

Come profumare la tua casa in modo naturale e sicuro

Se vuoi che il tuo spazio vitale sia più aromatico, abbiamo alcuni suggerimenti. Fortunatamente, la maggior parte di essi costa pochissimo e può aggiungere piacevoli odori al tuo ambiente.

  • Accendere candele o incenso . Puoi scegliere tra migliaia di profumi diversi per pulire la tua casa dai cattivi odori. Dalla vaniglia alla brezza marina ai profumi natalizi come snickerdoodle, troverai sicuramente qualcosa che ti piace. In alternativa, se non vuoi inalare il fumo delle candele, puoi optare per bruciatori a cera o ad olio. Puoi ancora godere di vari profumi senza dover fare i conti con i sottoprodotti del fuoco.
  • Pulisci il tuo spazio vitale. Sappiamo che non è l’attività più divertente del mondo, ma è meglio avere una casa pulita. Assicurati di pulire regolarmente i pavimenti, lavare i bagni e le vasche da bagno e lavare i piatti prima che si accumulino. Questa diligenza aiuterà ad eliminare gli odori sgradevoli mantenendo la casa fresca e immacolata.
  • Tieni le scarpe sporche in garage. In molti paesi asiatici è consuetudine lasciare le scarpe fuori casa o in corridoio. Questa pratica impedisce a sporco, insetti o elementi esterni di contaminare il soggiorno. A casa, indossa invece pantofole o scarpe da casa per un ambiente più pulito. Il tuo olfatto ti ringrazierà perché le scarpe possono puzzare un po’ dopo un po’.
  • Pulisci a fondo e aspira i tuoi tappeti. Soprattutto se si hanno animali domestici, è fondamentale pulire frequentemente i tappeti. Se non lo fai, vorrai comunque dare ai tappeti un po ‘di spezie con bicarbonato di sodio e un vuoto completo. Molte persone promuovono il bicarbonato di sodio come il miglior dispositivo per rimuovere gli odori; Inoltre, puoi usarlo su più superfici.

Riflessioni finali

Un nuovo studio condotto da scienziati del Karolinska Institutet in Svezia rivela che il nostro senso dell’olfatto funge da sistema di allerta precoce. Quando annusiamo qualcosa di sgradevole, il nostro cervello invia un segnale immediato al nostro sistema nervoso, che innesca una risposta di evitamento. Questa risposta ci aiuta a reagire rapidamente ai pericoli e aumenta le nostre possibilità di sopravvivenza.

Il nostro olfatto ci aiuta in varie situazioni. Può farci buttare via cibo avariato invece di mangiarlo o scappare dal fumo in lontananza. Abbiamo ancora i nostri istinti di sopravvivenza, ma li usiamo in modo molto diverso rispetto al passato.

naso, senso olfatto


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter