fbpx
vivere senza orologio

Come vivere una vita senza orologio

Siamo così abituati a che le nostre vite siano governate dalla tirannia dell’orologio che dimentichiamo, ma non è stato sempre così.

L’umanità ha sempre misurato il passare del tempo in qualche modo, sia attraverso la comprensione del tempo solare nelle antiche civiltà, attraverso le meridiane e simili per gran parte della storia registrata. Fu solo nel XIV secolo che furono inventati i primi orologi meccanici, e solo nel 1600 che entrò in uso l’orologio a pendolo. 

Anche nel 1800, la maggior parte delle persone viveva solo con un’approssimazione del tempo, poiché gli orologi erano costosi e non erano molto utilizzati fino alla metà della fine del XIX secolo. Nel frattempo Greenwich non fu fondata fino al 1884. Fu solo allora che iniziammo a diventare veramente governati dall’orologio.

Pensaci. La tirannia dell’orologio come la intendiamo oggi è esistita solo negli ultimi 136 anni. Prima di allora, sempre di più man mano che si va indietro, la maggior parte delle persone seguiva i ritmi naturali del sole e i propri ritmi circadiani interni, affidandosi alla natura per dare loro indicazioni temporali e per fornire ogni struttura necessaria alla propria giornata.

Come vivere una vita senza orologio

Ci sono molti vantaggi nel vivere senza il tempo dell’orologio, anche solo per un giorno. Ogni volta che l’ho provato, ha portato un enorme senso di libertà e una ripresa della creatività. All’improvviso c’è il “tempo” per giocherellare con un progetto creativo, o per sedersi e guardare gli uccelli, o per rimanere svegli fino all’alba e ammirare la luce mutevole e la novità di lavorare alle 4 del mattino.

Un giorno o due senza orologi ripristina il tuo rapporto con il mondo che ti circonda. Se l’unico modo in cui sai che la sera sta arrivando è quando inizia a fare buio fuori dalla tua finestra, non sei vincolato dall’ora in cui dovresti iniziare a fare qualcos’altro o smettere di fare qualsiasi cosa ti coinvolga in quel momento.

Se riesci a sopportare più di un giorno, i tuoi ritmi circadiani inizieranno a farsi sentire. Smetti di andare a letto quando ti senti ancora completamente sveglio solo perché l’orologio ti dice che è ora di andare a letto. Smetti di mangiare quando non sei particolarmente affamato solo perché l’orologio ti dice che è ora di pranzo.

ritmo circadiano

Andare a letto solo quando sei veramente stanco tende a portare a una migliore qualità del sonno . Mangiare solo quando si è veramente affamati tende a portare a una dieta più consapevole e a gratitudine per il cibo che è allo stesso tempo stimolante e salutare.

Il senso di libertà che scopri di non dover essere in un posto particolare, fare qualcosa di particolare, in un dato momento particolare – è immenso. Molte persone che provano una giornata senza orologio riferiscono quanto possa essere liberatorio questo totale cambiamento di mentalità.

Incuriosito? Ecco alcuni suggerimenti per ottenere il massimo dal tuo esperimento senza orologio.

1. Scegli il periodo dell’esperimento con saggezza

Chiaramente, sarebbe ragionevole scegliere un giorno, o più giorni, in cui non sei ancora su appuntamenti o viaggi o qualsiasi altra cosa programmata che dipenda dall’orologio e quando non devi recarti sul posto di lavoro. Alle famiglie piace provare questo durante le vacanze scolastiche o nei fine settimana.

2. Spegni o copri TUTTI gli orologi

Credimi, hai molti più orologi di quanto pensi. Rimuovi eventuali orologi da parete. Spegni gli orologi digitali accanto al tuo letto, in cucina, nel microonde e in auto. Togliti l’orologio e riponilo in un cassetto. Se non puoi disattivare l’orologio sui tuoi dispositivi digitali, nasconderlo o, come ultima risorsa, impostarlo su un fuso orario casuale con cui non hai familiarità, quindi guardarlo non è allettante. Cerca di evitare di guardare la televisione, o almeno qualcosa di simile alle notizie che probabilmente ti diranno l’ora.

Vale la pena fermare tutti gli orologi in questo modo, perché li guardiamo molto più di quanto pensiamo, e anche uno sguardo inconscio all’orologio può ostacolare la libertà che stai per trovare.

3. Informa le persone su cosa stai facendo

Spiega ai tuoi amici, colleghi e chiunque altro possa contattarti durante il periodo di riposo cosa stai facendo. Questo salva la loro sanità mentale e la tua: l’ultima cosa che vuoi è che qualcuno tenti di organizzare un incontro con te in questa o quell’ora o ti chiami per chiedere perché non sei ancora sveglio e risponda ai loro messaggi di testo. Inoltre, dire alle persone che non hanno un orologio tende a generare conversazioni molto interessanti.

4. Trascorri del tempo all’aperto

Indipendentemente dal tempo, trascorri almeno una parte del tuo tempo libero all’aperto. Inizierai a notare i sottili cambiamenti della luce del giorno o il passaggio del Sole attraverso il cielo. Imparare a calcolare il tempo in questo modo è molto arricchente e genera un senso di meraviglia. Se riesci a resistere abbastanza a lungo senza un orologio, imparerai anche a stimare quanto tempo è trascorso, cosa notoriamente difficile da fare all’inizio. Ma ricorda, stai valutando il tempo solo per il tuo piacere; non sei governato da esso.

5. Sii consapevole di come si sente il tempo

Una delle cose più interessanti di un periodo di vita senza un orologio è che ti sintonizza su come percepiamo il tempo in modo così diverso in circostanze diverse. Conosciamo tutti il ​​concetto che “il tempo vola quando ci si diverte” o che il tempo striscia quando si è bloccati in una situazione noiosa.

Senza un orologio, tutto ciò che hai è la tua percezione di quanto tempo hai impiegato a fare qualcosa, e la tua percezione di quanto sia attraente o noioso ti dirà se è ora di voltare pagina. Comprendere queste sensazioni sintonizza il tuo istinto per ciò che conta davvero nella vita.

6. Avere in mente un progetto, ma non esserne schiavo

Se è la prima volta che non indossi l’orologio, aiuta se hai in mente qualcosa che vuoi fare, che si tratti di un progetto creativo, un’attività fai da te, giardinaggio, un’attività all’aperto, giochi da tavolo con i bambini, qualunque cosa. All’improvviso affrontare una grande quantità di tempo può intimidire, quindi è utile avere qualcosa in mente su cui concentrarsi.

Tuttavia, la chiave è dedicare tutto il tempo che desideri a questo progetto. Saprai quando è il momento di avviarlo e fermarlo e forse riavviarlo di nuovo. E se non finisci del tutto di fare qualcosa, chi se ne frega? È il tuo momento, usalo come desideri.

Di Nikki Harper. Articolo in inglese .Condividilo sulle tue reti


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter