Home Green Economy Apps per la raccolta differenziata

Apps per la raccolta differenziata

172
0
CONDIVIDI
I-phone

Da oggi anche iPhone e IPad aiutano a fare la raccolta differenziata. E’ infatti scaricabile gratuitamente dall’Apple Store, il sito della Apple per il download di file multimediali e applicazioni Mac, l’applicazione (App) denominata “Rifiutologo”, realizzata in collaborazione con Officine Digitali, in grado di assistere quotidianamente i cittadini nelle scelte di conferimento dei rifiuti.

Il Rifiutologo, una delle prime iniziative del genere in Italia, verrà presentato ufficialmente oggi a Milano, nell’ambito del convegno Pad Connects. Nei prossimi giorni l’applicazione sarà scaricabile (sempre gratuitamente) anche su Android Market, negozio on-line di Android, il sistema operativo per smartphone più diffuso al mondo. In questo modo la base di potenziali utilizzatori si allargherà ulteriormente anche ai possessori di smartphone diversi dall’iPhone, a condizione che montino il sistema operativo Android.

Dove metto cosa: il tablet guida nel corretto conferimento dei rifiuti

L’App, compatibile anche con gli iPod Touch di ultima generazione, trasforma il proprio smartphone e tablet in veri e propri assistenti personali, sempre aggiornati sulla raccolta differenziata. In base al proprio comune di residenza (visto che esistono da un luogo all’altro metodologie diverse di raccolta), l’applicazione informa il cittadino sulle corrette modalità di conferimento dei rifiuti. Con un semplice tocco alla tastiera si può così scoprire se il rasoio usa e getta va inserito nel bidone della plastica piuttosto che dell’indifferenziato. O se la scatoletta deve o meno essere inserita fra vetro e lattine.

Attraverso un motore di ricerca, o semplicemente scorrendo in ordine alfabetico un elenco di oltre 140 voci, è possibile trovare informazioni dettagliate su come riciclare correttamente ogni tipologia di oggetto che quotidianamente capita tra le mani.

Le stazioni ecologiche sulla mappa

Grazie al GPS installato sui device, l’applicazione rileva il punto in cui si trova l’utente e visualizza su mappa le stazioni ecologiche più prossime. Per ognuna di queste è poi disponibile un’esaustiva scheda informativa contenente tutte le informazioni utili, quali, ad esempio, orari di apertura e tipologie di materiali che è possibile conferire.

Uno strumento sempre aggiornato anche grazie al contributi dei clienti

In caso di variazione delle modalità di conferimento di uno o più oggetti, l’applicazione sarà aggiornata a cura di Hera. Sul tablet o sullo smartphone apparirà la segnalazione di un aggiornamento e il cliente non dovrà fare altro che dare l’assenso all’ “update”.

L’aggiornamento comunque non sarà solo monodirezionale. Attraverso un’apposita funzione i clienti potranno segnalare eventuali voci mancanti all’elenco degli oggetti. Tali segnalazioni saranno poi valutate da Hera nella fase di realizzazione di aggiornamenti dell’App.

Gagliano: “anche questo è radicamento territoriale”

“Anche una soluzione ad altissimo contenuto tecnologico e innovativa come questa significa per noi radicamento territoriale”, spiega Giuseppe Gagliano, Direttore Centrale Relazioni Esterne Hera. E’ infatti un’ulteriore modalità per essere concretamente vicini e utili a una parte importante della nostra clientela, quella dotata di maggior dimestichezza con le nuove tecnologie. In ogni caso la nostra attività di informazione capillare a sostegno della raccolta differenziata non si esaurisce certo con questa iniziativa. Il Rifiutologo, è ad esempio disponibile anche in formato cartaceo. Lo scorso maggio è stato distribuito porta a porta a oltre un milione di famiglie nelle 6 provincie dell’Emilia-Romagna servite da Hera. Inoltre è richiedibile presso tutti i nostri sportelli clienti e scaricabile dal sito del Gruppo in formato pdf”.

tratto da nonsprecare

[social_share/]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here