Home Allerte prodotti sul mercato Ancora guai per acqua San Benedetto: bottiglie ritirate per cattivo odore

Ancora guai per acqua San Benedetto: bottiglie ritirate per cattivo odore

392
0
acqua san benedetto

Ancora un ritiro di acqua San Benedetto: se avete acquistato queste bottiglie, non consumatele ma restituitele subito. Ecco qual è il problema

Ancora un ritiro di acqua San Benedetto dagli scaffali dei supermercati. La catena Sogegross ha annunciato il richiamo di due lotti, consigliando ai clienti di non consumare le bottiglie d’acqua acquistate, ma di riconsegnarle ai punti vendita dove sono state distribuite, presentando la fattura.

Ecco cosa sta succedendo.

Acqua San Benedetto: cattivo odore nelle bottiglie

Il richiamo di alcuni lotti di acqua San Benedetto non è il primo di questo mese. Una decina di giorni fa, infatti, il Ministero della Salute ha diffuso un comunicato riguardante un altro numero di lotto potenzialmente contaminato.

La motivazione del richiamo di questi giorni è la presenza di un “odore non caratteristico” nelle bottiglie.

I lotti interessati

Le bottiglie d’acqua San Benedetto interessate dal richiamo sono in formato PET da 2 litri. I lotti sono due: il primo ha come numero A8141R e come termine minimo di conservazione la data del 20/11/2019. Il secondo, invece, ha numero di lotto A8143T e come termine minimo di conservazione la data 22/11/2019.

Le bottiglie sono state vendute presso i Cash di Casale Monferrato e Lusignano d’Albenga tra il 21/05/2018 e il 27/06/2018.

Il Fatto Alimentare ha fatto sapere inoltre di aver ricevuto nei giorni scorsi, la segnalazione da parte di un lettore che ha acquistato diverse confezioni di bottiglie da 2 litri di acqua naturale San Benedetto (numero di lotto 10LA8141T con data di scadenza 20/11/2019), riscontrando lo stesso problema.

Il precedente ritiro segnalato dal Ministero

Lo scorso 19 giugno, il Ministero della Salute ha segnalato il ritiro di un’altra partita di acqua San Benedetto, per possibile presenza di contaminanti idrocarburici (xilene, etilbenzene, trimetilbenzene e toluene). In particolare, il richiamo riguardava un lotto di acqua San Benedetto Fonte Primavera, in formato da mezzo litro, con numero di lotto 23LB8137E, con data di scadenza 16/11/2019.

La stessa San Benedetto il 18 giugno ha disposto il ritiro dal commercio del lotto delle bottigliette da mezzo litro di acqua minerale naturale Fonte Primavera. La decisione, scrive l’azienda, “è stata presa a seguito dei campionamenti svolti dall’autorità sanitaria di competenza su alcune bottiglie prelevate presso un distributore automatico di bevande refrigerate che hanno rilevato una non conformità dovuta al superamento dei limiti per contaminanti idrocarburici aromatici”.

Loading...

Non è ancora chiaro se i due richiami possono essere collegati tra loro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.