Abbracci tuo figlio? 400€ di multa!

“Assistiamo da tempo una mamma a cui il Tribunale dei Minori, su istanza e segnalazione dei servizi sociali, cui la stessa si era rivolta alla ricerca di aiuto, da tempo hanno tolto il figlio di anni 9. La mamma non ha alcun precedente penale, non ha mai fatto uso di sostanze stupefacenti, è semplicemente e discrezionalmente ritenuta “inadeguata”.

I servizi stabiliscono ormai da anni che può incontrare il suo bambino solo un’ora a settimana. In periodo di Covid 19 le visite sono state annullate e sostituite da sterili e difficoltose videochiamate.

Ieri era il grande giorno in cui avrebbe rivisto il suo bambino dopo 4 mesi e fremeva alla sola idea di poterlo di nuovo avere per un attimo tra le braccia.

L’incontro era previsto si svolgesse in struttura protetta ed in particolare nel giardino antistante un’unità locale della Cooperativa Dimora di Abramo cui sono state appaltate le funzioni di assistenza sociale,il tutto coadiuvato dalla presenza di un’educatrice della stessa Cooperativa.

abbraccio

Appena inizia l’incontro mamma e bimbo si abbracciano, si baciano, si stringono. A quel punto l’educatrice interviene, pretende il distanziamento sociale, l’uso delle mascherine e cerca di impedire il contatto tra mamma e figlio.

L’educatrice non vuole sentire ragioni e richiede l’intervento immediato dei Carabinieri per interrompere l’incontro e far verbalizzare che i due congiunti, pur essendo in luogo aperto, pur avendo lo stesso sangue nelle vene, non rispettano le distanze di sicurezza.

Le forze dell’Arma giungono sul posto e constatano che mamma e bimbo si toccano, sono vicini, hanno bisogno di comunicarsi quanto si vogliono bene stringendosi pelle a pelle. Alla mamma viene comminata una sanzione da 280 euro se pagata entro 30 giorni, da 400 euro se pagata oltre e, dulcis in fundo l’educatrice le comunica che provvederà a valutare se sospendere gli incontri con il figlio.

Tutto questo avviene a Reggio Emilia.

Per chi vuole approfondire, può guardare il video di Leonardo Leone: Da Bibbiano alla pandemia: cosa sta succedendo ai nostri bambini? – Intervista alla Prof. Palmieri

Fonte


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.