Home Salute Arriva il vaccino anti-colesterolo: primi test clinici in corso

Arriva il vaccino anti-colesterolo: primi test clinici in corso

23396
1
Pronto il vaccino anti-colesterolo

L’azienda AFFiRis sviluppa vaccino contro il colesterolo e per la prevenzione cardiovascolare. Ma non sarebbe meglio puntare sulla prevenzione e gli stili di vita sani?

Bringing Vaccines to chronic disease”, portare i vaccini alla ‘cura’ delle malattie croniche. È questo lo slogan dell’azienda austriaca AFFiRis, che ha recentemente sviluppato un vaccino anche per contrastare il colesterolo e le malattie coronariche.

Dopo una serie di esperimenti sugli animali e di test clinici su volontari umani, l’azienda farmaceutica si dice pronta alla commercializzazione.

Vaccino anti-colesterolo: come funziona?

Secondo quanto riporta l’ANSA, i risultati preliminari sono “buoni”. Per i creatori, il vaccino AT04A dovrebbe proteggere i pazienti contro il colesterolo, principalmente. Come conseguenza, dovrebbe inoltre aiutare a mitigare i danni all’apparato cardiovascolare collegati al colesterolo in eccesso. Come per esempio l’arteriosclerosi.

Per testare il prodotto, gli scienziati di AFFiRis hanno effettuato una serie di esperimenti sugli animali. Giudicati, anche questi, “positivi” dalla stessa azienda. Oggi è in corso invece la prima sperimentazione clinica sui pazienti.

I primi risultati di questi test sono stati diffusi dall’European Heart Journal. Ma come funziona il farmaco?

A quanto pare, sarebbe in grado di indurre l’organismo a sviluppare degli anticorpi contro l’enzima PCSK9. Il nome completo è Proproteina covertasi subtilisina/kexina tipo 9 ed è una molecola deleteria che ostacola la pulizia del sangue dall’LDL, il colesterolo cosiddetto “cattivo”.

Neutralizzando l’enzima, il vaccino aiuterebbe quindi l’organismo a essere più efficiente nella ‘pulizia’ dei vasi sanguigni.

I test di AT04A sui topolini hanno ridotto del 53% il colesterolo totale, del 64% il danno ai vasi sanguigni e di circa il 25% le molecole che indicano un’infiammazione in atto.

Se i risultati saranno confermati sull’uomo, si potrà sviluppare una terapia a lungo termine, anche perché l’effetto del vaccino perdura a lungo dopo la somministrazione. Piuttosto che prendere farmaci ogni giorno, con il nostro trattamento i pazienti potranno ricevere solo una dose l’anno”, spiega Günther Staffler di AFFiRis.

Un vaccino per ogni cosa?

I ricercatori di AFFiRis sono quindi pienamente soddisfatti… ma non sarà che su questa storia dei vaccini ci stiamo facendo prendere troppo la mano? Il colesterolo e le malattie cardiovascolari sono problemi collegati ai nostri stili di vita, se escludiamo i fattori genetici. La sedentarietà e l’alimentazione scorretta possono portare a questi e altri tipi di disturbi.

Tra l’altro lo riconosce anche la comunità internazionale. Vi abbiamo parlato, per esempio, della classifica sulle condizioni di salute (il Bloomberg Health Index) che certificava come gli italiani siano i più sani al mondo e con i livelli più bassi di colesterolo.



E questo senza ricorrere ad alcun vaccino specifico, ma con la buona, vecchia e sana dieta mediterranea. Quelli legati a colesterolo e malattie cardiovascolari sono ovviamente problemi molto seri, che vanno sempre seguiti insieme a uno specialista. Ma il corretto stile di vita è la chiave di tutto: nessun trattamento sanitario o farmaceutico può sostituirlo!

Leggi anche: 10 frutti per tenere a bada il colesterolo alto

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.