Home Allerte prodotti sul mercato Allarme Listeria monocytogenes e Salmonella: tutti gli alimenti richiamati negli ultimi giorni

Allarme Listeria monocytogenes e Salmonella: tutti gli alimenti richiamati negli ultimi giorni

3041
0
CONDIVIDI
listeria monocytogenes

Presenza di listeria monocytogenes nella carne, in almeno due prodotti, nel giro di pochi giorni. È questa la sintesi degli ultimi richiami alimentari operati dal Ministero della Salute.

Sotto l’occhio degli ispettori, anche caciotte di pecora contaminate da salmonella.

Ecco tutte le ultime allerte alimentari in Italia.

Listeria monocytogenes nel Ciauscolo di Visso

Come informa il Fatto Alimentare, il Ministero ha richiamato un lotto di Ciauscolo di Visso Igp per la presenza di Listeria monocytogenes. La marca da tenere d’occhio è Vissana Salumi. Il batterio è stato rilevato in un campione di 25 grammi di prodotto.

Bisogna controllare il numero di lotto e la scadenza: rispettivamente 14 04 03 e 03/08/2018. È possibile verificare inoltre lo stabilimento di produzione: Vissana Salumi Srl, via Cesare Battisti 57, Visso, in provincia di Macerata.

Ovviamente, la raccomandazione è di non consumare il Ciauscolo se l’avete acquistato.

Listeria monocytogenes nella tartare della Lidl

Ancora Listeria monocytogenes, sempre nella carne. Il richiamo è stato diffuso da Lidl, che ha commercializzato un lotto di tartare di bovino adulto scottona con la presenza del batterio. Le confezioni da tenere d’occhio sono quelle da 200 grammi e che hanno numero di lotto 379612. La data di scadenza è 27/05/2018.

Il prodotto risulta attualmente scaduto, quindi. A maggior ragione chi se ne trovasse in possesso non deve assolutamente consumarlo. È possibile restituirlo presso il punto vendita Lidl dove è stato acquistato, anche senza lo scontrino.

Cos’è Listeria monocytogenes e perché è pericolosa

Il batterio Listeria monocytogenes è responsabile della listeriosi, infezione causata dal cibo contaminato. Il batterio è ubiquitario, è presente cioè in maniera diffusa in diversi ambienti: dal suolo all’acqua, dalla vegetazione alle feci di numerose specie animali.

Per questa ragione, può contaminare alimenti in qualunque livello della catena di produzione e consumo. La listeriosi può essere sviluppata anche in presenza di bassi livelli di carica batterica.

Le forme cliniche dell’infezione possono essere diverse. In genere si sviluppa come gastroenterite acuta febbrile, che si manifesta dopo poche ore dall’ingestione dell’alimento contaminato. La gastroenterite può presentarsi anche in forma invasiva o sistemica.

Particolare attenzione devono prestare le donne in gravidanza. Le conseguenze sul feto possono essere letali: si va dalla morte fetale all’aborto spontaneo, fino al parto prematuro e alla listeriosi congenita.

Anche gli adulti immuno-compromessi e gli anziani devono osservare cautela con gli alimenti potenzialmente contaminati. In questi casi infatti la listeriosi può causare meningiti, encefaliti e gravi setticemie. Tutte infezioni pericolose, che possono portare al decesso.

Salmonella nelle caciotte di pecora

Non solo Listeria monocytogenes. Tra gli altri richiami diffusi negli ultimi giorni, anche una grave contaminazione da Salmonella in alcune caciotte fresche di pecora.

Sempre il Ministero della Salute ha richiamato un lotto di prodotto a marchio Moserhof Ahrntal. Il formaggio contaminato è stato distribuito in forme da circa 190 grammi. Occhio anche qui alle date:

  • Produzione: 03/05/3018
  • Confezionamento: 07/05/2018
  • Scadenza: 06/06/2018

Distribuito esclusivamente nella provincia di Bolzano, il formaggio è stato prodotto da Oberhollenzer Michael Moserhof nello stabilimento di Oberdorf 19 a Valle Aurina.

A questo link, i sintomi e le conseguenze legate al batterio della salmonella.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.