Home Rischi per la salute I sintomi che indicano una carenza di magnesio nel corpo

I sintomi che indicano una carenza di magnesio nel corpo

33798
1
CONDIVIDI

La carenza di magnesio è una problematica spesso mal diagnosticata, perché difficilmente traspare dagli esami del sangue e la sua ricerca non è inserita nelle analisi di routine.

Eppure, il magnesio è un minerale essenziale per il nostro organismo, perché la sua assenza può essere alla base di vari disturbi e diversi tipi di malattie.

Molte persone, quotidianamente, possono soffrire di carenza di magnesio senza nemmeno accorgersene. Tra i sintomi più comuni ci sono: una continua sensazione di sete o ancora spossatezza, disturbi del sonno, alti livelli di stress.

Tutti segnali che possono essere sottovalutati o scambiati come campanello d’allarme di altre carenze, altre malattie.Vediamo allora alcuni sintomi che possono aiutarci a capire meglio se siamo di fronte a una carenza di magnesio.

I primi segnali di una carenza di questo minerale possono essere la perdita di appetito, la presenza di nausea e di affaticamento, un senso generale di debolezza.

Spasmi e dolori muscolari dovuti a carenza di sali minerali e di magnesio

I muscoli appaiono deboli, visto che parte del magnesio è immagazzinato nei tessuti e si può andare incontro spesso a crampi e dolori muscolari.

Appena la carenza di magnesio peggiora, i sintomi diventano più persistenti e soprattutto fastidiosi. Si può arrivare a un intorpidimento della muscolatura, al formicolio, ma anche ad anomalie del ritmo cardiaco e a convulsioni.

Dobbiamo prestare bene attenzione a una cosa: la carenza di magnesio può colpire quasi tutti gli organi e i sistemi del corpo, con particolare riferimento ai muscoli scheletrici.

Per questo è frequente che si presentino spasmi, crampi, tensione o dolori alla schiena, al collo e alla testa. Inoltre, si può sperimentare anche un senso di costrizione toracica e di difficoltà respiratorie.

Disturbi del sistema nervoso

A questi sintomi possono essere collegati anche costipazione, difficoltà a deglutire, soprattutto quando si mangia lo zucchero, difficoltà ad abituarsi ad ambienti luminosi, alta sensibilità al rumore.

Anche il sistema nervoso centrale e quello periferico sono continuamente influenzati da questa carenza: possiamo andare incontro a iperattività, insonnia, agitazione costante, attacchi di panico.

Se c’è una carenza di magnesio, il cervello ne viene particolarmente colpito. Il pensiero diventa nebuloso, confuso, disorientato, ci si sente depressi e si può anche andare incontro ad allucinazioni.

magnesio

Uno dei motivi principali per cui i medici prescrivono milioni di tranquillanti ogni anno è che le persone si sentono nervose e irritabili.

Condizioni che possono essere in gran parte causate proprio da una carenza di magnesio. La persona che ne soffre, infatti, diventa irritabile, nervosa e molto sensibile al rumore, è iper-eccitabile.

Problemi cardiovascolari

Anche il sistema cardiovascolare può lanciarci i suoi segnali, tra cui: palpitazioni, aritmie cardiache, pressione alta.

Naturalmente, non è sufficiente che uno solo di questi sintomi sia presente per pensare di essere di fronte a una carenza di magnesio. Per iniziare ad avere dei dubbi e dare il via ad esami più approfonditi è infatti necessario che si presentino più disturbi uniti insieme, anche se non tutti.

L’importanza del magnesio

Il magnesio è un minerale necessario per la sopravvivenza di ogni cellula del corpo: ha infatti un ruolo chiave in molti sistemi enzimatici e reazioni del metabolismo; è essenziale per la sintesi proteica e per l’uso di grassi e carboidrati immessi con l’alimentazione, al fine di creare l’energia sufficiente al funzionamento del corpo.

Quando si è carenti di magnesio, si genera anche una grande perdita di calcio nelle urine; questo può facilitare la presenza di carie, uno sviluppo osseo scadente, una lenta guarigione delle fratture.

La carenza può presentarsi naturalmente a livelli differenti:

  • Primi segnali: stanchezza fisica e mentale, tensione persistente, tic sotto gli occhi, tensione nelle spalle e nella schiena, mal di testa, ritenzione di liquidi durante la fase premestruale. I primi sintomi di una carenza di questo minerale possono essere la perdita di appetito, la presenza di nausea e di affaticamento, un senso generale di debolezza.
  • Manifestazioni di una più importante carenza di magnesio: debolezza, affaticamento, confusione, irritabilità, nervosismo, ansia, cattiva digestione, squilibri ormonali, incapacità di dormire, tensione muscolare, spasmi e crampi, indebolimento delle ossa.
  • Una grave carenza di magnesio genera: ritmo cardiaco anormale, bassi livelli di calcio e potassio nel sangue, insonnia, mal di testa, visione offuscata, ulcere della bocca, stanchezza e ansia.


Questa problematica non si verifica soltanto negli adulti. Può essere presente anche nei bambini, in genere perché:
  • gli alimenti che mangiano sono molto elaborati e non forniscono un nutrimento effettivo per il corpo;
  • la maggior parte dei bambini non assorbono i minerali necessari, anche se presenti nell’intestino. L’assorbimento del magnesio dipende dalla salute dell’intestino, che è totalmente compromessa nella sindrome di permeabilità intestinale e di altri problemi connessi;
  • perché gli integratori orali che i medici prescrivono non sono facilmente assorbiti dall’organismo, visto che spesso non vengono dati nel modo giusto.

La natura, come sempre viene in nostro soccorso, fornendoci i nutrienti necessari al nostro benessere. Per approfondire l’argomento su quali cibi migliori ci possono aiutare a limitare le nostre carenze di magnesio, potete leggere il nostro articolo: http://ambientebio.it/limportanza-del-magnesio-nella-nostra-alimentazione/

Se volete invece approfondire i diversi tipi di questo minerale, cliccate al link: http://ambientebio.it/magnesio-differenze-fra-le-varie-tipologie/

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here