Trovato insetticida tossico in una partita di arance

Arance piene di insetticida ritirate da 15 scuole

Arance “all’insetticida” ritirate da 15 mense scolastiche. Solo il tempestivo intervento di Asl e Arpal ha scongiurato danni ai bambini.

Una partita di arance che partiva da Catania, passata nel frattempo da un’azienda del cuneese che le ha commercializzate, è finita sulle mense scolastiche di bambini nel centro cittadino di Genova. Il problema? Erano piene di un’insetticida, il dimetoato. Ecco cosa è accaduto.

L’intervento di Asl e Arpal

Sono state almeno 15 le mense scolastiche coinvolte. Tutte nel centro del capoluogo ligure.

Secondo le analisi di Asl e Arpal, nella partita di arance sequestrata (della varietà delle naveline) è stata trovata una quantità superiore alla norma di dimetoato (o dimethoate), un insetticida della classe dei fosforganici.

E non è detto che i sequestri si fermino qui. Già perché a quanto pare c’è la possibilità, nemmeno tanto remota, che quegli stessi agrumi siano finiti in un numero elevatissimo di scuole. E c’è già chi immagina ulteriori ritiri “in via cautelativa”.

Eppure, la sostanza incriminata non dovrebbe nemmeno arrivare nei piatti delle persone, figuriamoci dei bambini.

L’uso del fitofarmaco è infatti “consentito solo prima che le piante inizino a fruttificare, proprio per evitare che la sostanza entri in contatto con ciò che finirà in tavola“. A parlare è Ersilia Maria D’Asta, dirigente della Asl 3 locale.

Come ribadisce anche l’Arpal, la sostanza “è impiegata nella protezione degli ulivi per combattere la mosca olearia. Non è invece ammessa per il trattamento delle arance in fase di produzione”.

APPROFONDISCI: Allarme limoni turchi. Quinto carico contaminato respinto alla frontiera UE

Dimetoato: l’insetticida che colpisce il sistema nervoso

Per scoprire i rischi per la salute che provoca il contatto diretto con questo prodotto, non occorre andare lontano. Basta leggerne l’etichetta (la trovate qui in formato scaricabile).

Il dimetoato 40 EC, vi leggiamo, è nocivo per inalazione, contatto con la pelle e per ingestione. È inoltre irritante per la pelle ed è nocivo per l’ecosistema e la fauna acquatica.




Ecco i sintomi (elencati sempre in etichetta):

  • Colpisce il sistema nervoso centrale (SNC), le terminazioni parasimpatiche, le sinapsi pregangliari e le placche neuromuscolari
  • Ha diversi sintomi muscarinici (di prima comparsa) tra cui nausea, vomito e diarrea. Può provocare anche problemi più gravi: edema polmonare, bradicardia e visione offuscata
  • L’insetticida ha anche sintomi nicotinici (di seconda comparsa) tra cui paralisi muscolare, ipertensione e tachicardia
  • Infine, ci sono sintomi centrali come atassia, confusione, convulsioni e coma.

Cosa sarebbe accaduto se quelle arance non fossero state fermate in tempo?

agrumi, Arance, insetticida, limoni, pericoli insetticidi


Agnese Tondelli

La mia passione è sempre stata l'arte di creare con poco, e di riutilizzare le risorse per formare oggetti di nuova utilità. Per questo troverete numerosi articoli che riguardano il riciclo creativo e piccoli tutorial su come svolgere piccoli e grandi lavori domestici. Sono anche una mamma premurosa e mi piace dare dei consigli per vivere questo aspetto della nostra vita nel modo più naturale e sicuro possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]