Home Rischi per la salute 5 abitudini sbagliate che danneggiano il fegato (e come rimediare)

5 abitudini sbagliate che danneggiano il fegato (e come rimediare)

100080
1
CONDIVIDI
5 abitudini quotidiane che danneggiano il fegato

Il fegato è un organo essenziale per la nostra salute: assolve a tantissime funzioni, tra cui quella di disintossicare il sangue.

Esistono diverse cattive abitudini, che fanno parte della routine quotidiana di molti, con cui danneggiamo gravemente il fegato. Spesso, senza nemmeno rendercene conto.

All’inizio, infatti, i sintomi non sono evidenti. Col passare del tempo però possono davvero incidere pesantemente sul nostro benessere. Ricordate che: se il fegato non funziona correttamente, nemmeno il nostro organismo (e di conseguenza la salute in generale) può funzionare bene. Vediamo allora quali sono queste cattive abitudini da evitare per tutelare il nostro fegato.

1. L’eccesso di alcol danneggia il fegato

Un elevato consumo di alcol è la causa più comune di danno epatico. Un eccesso di alcolici, infatti, diminuisce la capacità del fegato di eliminare le tossine dal corpo, questo perché l’organo viene “distratto” dalle altre funzioni che deve svolgere e si concentra principalmente sulla necessità di convertire l’alcol in una forma meno tossica. Questo processo causa un ingrossamento e un’infiammazione del fegato

2. Abuso di farmaci

Anche un abuso di farmaci, non solo i farmaci convenzionali, può gradualmente danneggiare il fegato. Del resto, si sa, ogni eccesso fa male al nostro organismo.

Uno dei farmaci più conosciuti che può causare danni epatici è il paracetamolo. Questa sostanza è in genere considerata sicura, ma se assunta in eccesso può causare seri problemi. Anche alcuni rimedi erboristici e integratori naturali possono causare danni epatici se assunti in quantità smisurata, come ad esempio la vitamina A. Ecco perché è sempre bene controllare l’etichetta di qualsiasi medicinale o integratore e verificare gli effetti collaterali che provoca.

Per quanto riguarda il paracetamolo, comunque, sembra che sia particolarmente rischioso anche per le persone che soffrono d’artrite, almeno secondo quanto affermato dall’ente sanitario di vigilanza britannico “Healthcare watchdog”.

3. Danni al fegato: il fumo

Il fumo di sigaretta influenza il fegato indirettamente. Sembra infatti che le sostanze chimiche e tossiche presenti nelle sigarette alla fine raggiungano l’organo, causandone lo stress ossidativo. Condizione che aumenta la produzione di radicali liberi, danneggiando le cellule.

Questo stress ossidativo può provocare anche casi di fibrosi, un processo in cui il fegato sviluppa del tessuto in eccesso, simile al tessuto cicatriziale, durante il tentativo di ripararsi, influenzando notevolmente la sua attività di eliminare le tossine dal corpo.

4. Privazione del sonno

In un nostro precedente articolo abbiamo accennato a come la privazione del sonno possa influire negativamente sulla salute dei nostri reni. Sembra che questa cosa valga anche per la salute del nostro fegato.

Secondo uno studio condotto a Taiwan, i disturbi del sonno sono associati ad un aumento del tasso di vari disturbi metabolici, che può essere legato allo stress ossidativo e la conseguente perossidazione lipidica.

Anche altri studi hanno confermato che, quando dormiamo, il nostro corpo entra in una specie di processo di riparazione. Se non si dorme abbastanza, questo processo non può avvenire correttamente e quindi potrebbe causare dei danni ai nostri organi.

5. Obesità e cattiva alimentazione danneggiano il fegato

L’obesità è legata a delle cattive abitudini alimentari e può danneggiare il fegato nel corso del tempo. La causa è il fatto che troppi cibi dannosi provocano un eccesso di grasso nel fegato.

Il fegato normalmente aiuta a elaborare e a regolare la quantità di zuccheri e grassi nel sangue, ma nelle persone obese viene sopraffatto e inizia a immagazzinare il grasso in eccesso nelle proprie cellule. Se nel corso del tempo questo organo accumula troppo grasso, si può infiammare e danneggiare. Vediamo allora quali cibi fanno bene e quali fanno male al nostro organismo.

Cibi da mangiare o evitare per proteggere il fegato

  • Consumare elevata quantità di alimenti trasformati, che pieni di conservanti, additivi, dolcificanti artificiali e aromi danneggia il fegato, che fa fatica a sintetizzare queste sostanze chimiche.
  • Gli alimenti trasformati sono anche ricchi di sale, che aumenta la pressione sanguigna, ingrossa il fegato e causa ritenzione idrica e gonfiore.
  • Mangiare abbastanza frutta e verdura, preziose fonti di antiossidanti, aiuta a mantenere il fegato sano.
  • La vitamina B12 è essenziale per il fegato: fate in modo di non esserne carenti.
  • Altri nutrienti importanti che aiutano il fegato includono lecitina e zolfo. La lecitina lo aiuta a sbarazzarsi del grasso in eccesso; lo zolfo a disintossicarlo.

Inoltre, per proteggere il vostro fegato, potrebbe interessarvi una serie di rimedi naturali per depurare il fegato (che trovate a questo link) e la ricetta per una bevanda disintossicante da bere ogni mattina: http://ambientebio.it/la-bevanda-detox-per-il-fegato-fai-da-te/  Infine, molti non lo sanno, ma il Desmodium adscendens, è una pianta di origine africana che aiuta questo organo a rigenerarsi.

(Foto in evidenza: BruceBlaus)

1 COMMENTO

  1. Sono d’accordo con la disintossicazione fel fegato vi chiedo inoltre se mi potete mandare più informazioni per l’alimentazione corretta ve ne sarei grato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here