pfas tossici

Pfas Tossici: Qual’è il migliore filtro per rimuoverli dall’acqua?

Pfas Tossici: Molti filtri per l’acqua potabile domestici presenti in commercio non sono sufficienti per rimuovere molti dei contaminanti, in particolare i tanto temuti Pfas.

I Pfas sono utilizzati in una vasta gamma di applicazioni commerciali dagli anni ’50 – pensa alla schiuma antincendio, alle padelle antiaderenti e agli idrorepellenti – la famiglia di sostanze chimiche è stata sottoposta a controllo perché si accumulano in organismi (come gli esseri umani) e rimangono nell’ambiente per sempre.

Sono diffusi e l’esposizione ad essi è associata a vari tumori, basso peso alla nascita nei bambini, malattie della tiroide, funzionalità immunitaria compromessa e molti altri problemi di salute.

E sono particolarmente presenti nell’acqua potabile. “I prodotti chimici sono stati rilevati nell’acqua potabile di oltre sei milioni di americani a un livello che supera il livello di consulenza sulla salute dell’acqua potabile 2016 dell’Agenzia per la protezione ambientale (EPA) 2016 di 70 parti per trilione (ppt) – un livello da sette a dieci volte superiore rispetto al livello di esposizione sicuro stimato dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) nel 2018 “, osserva la NYU School of Law. Ma oltre a ciò vi è questo grosso problema ormai da anni anche ad esempio in Italia nel Veneto ma non sarà sicuramente l’unica regione.

Dal momento che difficilmente le autorità si interessano del problema, sono i cittadini che devono far fronte a tutto ciò e quindi ci si munisce di filtri. Ma molto spesso non si hanno le dovute informazioni. Uno studio della Duke University esordisce così:

“Il filtro dell’acqua sulla porta del frigorifero, il filtro a forma di brocca, vecchi sistemi di filtraggio potrebbero non essere sufficienti a rimuovere tutti i contaminanti dell’acqua potabile”

Uno studio sui filtri residenziali ha stabilito quanto segue:

“Abbiamo testato 76 filtri casalinghi da brocche e 13 sistemi di filtraggio diretto al rubinetto e abbiamo riscontrato che la loro efficacia variava ampiamente”, ha dichiarato Heather Stapleton della Nicholas School of the Environment di Duke.

Il migliore filtro per ripulire dagli Pfas è quello ad osmosi inversa che si trova collegato sotto il lavandino. Stapleton ha detto:

Tutta l’osmosi inversa sotto il lavandino e i filtri a due stadi hanno ottenuto una rimozione quasi completa delle sostanze chimiche PFAS per le quali stavamo testando. Al contrario, l’efficacia dei filtri a carbone attivo utilizzati in molti stili montati su lanciatore, bancone, frigorifero e rubinetto era inconsistente e imprevedibile. Anche i sistemi di tutta la casa erano ampiamente variabili e in alcuni casi aumentavano effettivamente i livelli di PFAS nell’acqua.

I filtri a osmosi inversa e i filtri a due stadi che hanno testato hanno ridotto i livelli di PFAS del 94 percento o più in acqua. I filtri a carbone attivo hanno rimosso in media il 73% dei contaminanti PFAS, ma i risultati sono stati piuttosto contrastanti. “In alcuni casi, i prodotti chimici sono stati completamente rimossi; in altri casi non sono stati affatto ridotti”.

Rimaniamo dell’avviso che il controllo dovrebbe essere effettuato alla fonte.

Photo by Skitterphoto from Pexels

Acqua potabile, osmosi inversa, Pfas tossici


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.