epatite c scoperta premio nobel

Scoperto il virus dell’Epatite C: una nuova speranza per chi soffre di questa patologia

Oggi più che mai è importante questa notizia! In un mondo in continua lotta contro i virus, scoprire come funziona e come come poter combattere il virus dell’Epatite C è tutto fuorchè non importante.

I Premi Nobel per la medicina 2020, gli scienziati Harvey J. Alter, Michael Houghton and Charles M. Rice, hanno isolato e scoperto proprio questo virus, che sfuggiva sempre alle modernissime tecniche di ricerca. La ragione è la sua notevolissima mutabilità.

Epatite C: cos’è?

L’Epatite C è una patologia che colpisce milioni di persone ogni anno in tutto il mondo. È causata dal virus  HCV che è un membro della famiglia Flaviviridae ed è la specie tipo del genere Hepacivirus

Si trasferisce per via ematica per:

  • uso promiscuo di siringhe e aghi (che correttamente sono monouso)
  • contatto causale con sangue infetto ( ad esempio sulla lama di un rasoio).

Epatiti A, B e C: una minaccia globale per la salute umana

Già nel 1940 apparve chiaro che c’era due tipi di Epatite:

  • Il primo tipo, chiamato epatite A, è trasmesso dall’acqua e dal cibo inquinato e generalmente ha un breve decorso nel paziente.
  • Il secondo tipo, epatite B e C, è trasmesso tramite il sangue e fluidi corporei. Questo tipo rappresenta una maggiore minaccia perché porta a epatite cronica che provoca cirrosi e cancro al fegato.
virus epatite C

Leggi anche: Come depurare il fegato con i rimedi naturali, la dieta e il giusto stile di vita

Fegato: purificalo con questi 10 alimenti

L’epatite B fu scoperta dallo scienziato Baruch Blumberg,grazie al quale vinse il Premio Nobel per la medicina nel 1976.

Questo portò allo sviluppo di test diagnostici sempre più sofisticati, ma apparve chiaro che vi erano dei rimanenti casi di epatite che non erano positivi né al test dell’epatite A né al test dell’epatite B.

Ma finalmente gli scienziati Harvey J. Alter, Michael Houghton and Charles M. Rice hanno portato l’umanità a un passo successivo.

Come è stata possibile l’identificazione del virus?

Sono state utilizzate tutte le tecniche tradizionali per la caccia al virus ma, nonostante ciò, il virus ha eluso l’isolamento (ossia l’individuazione) per oltre un decennio. 

Michael Houghton, che lavora per l’azienda farmaceutica Chiron, ha intrapreso l’arduo lavoro necessario per isolare la sequenza genetica del virus. Houghton e i suoi colleghi hanno creato una raccolta di frammenti di DNA da acidi nucleici trovati nel sangue di uno scimpanzé infetto da Epatite C . 

Conseguentemente sono riusciti a identificare il virus perché trovava riscontro nei confronti degli anti-corpi anti Epatite C.

ANTI-BIG PHARMA epatite c
Epatite C Sintomi: questa scoperta fornisce nuove opportunità per la creazione di farmaci più efficaci

Cure Epatite C: speranza per il futuro

Grazie alla loro scoperta, sono ora disponibili esami del sangue altamente sensibili per il virus che hanno sostanzialmente eliminato l’epatite post-trasfusionale in molte parti del mondo, migliorando notevolmente la salute globale.

 La loro scoperta ha anche consentito il rapido sviluppo di farmaci antivirali diretti contro l’epatite C.

Per la prima volta nella storia, la malattia può ora essere curata, facendo sperare nell’eradicazione del virus dell’epatite C dalla popolazione mondiale.

fonte

medicina, virus epatite c


valentina paolillo

Laureata in Scienze Biologiche, mi sono sempre interessata ai perché del mondo biologico. Nei miei articoli tratto soprattutto i cambiamenti climatici, ma non dimentico animali e fiori che sono la mia passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.