Home Salute Lavarsi le mani aiuta la salute, scopri perché e se lo fai...

Lavarsi le mani aiuta la salute, scopri perché e se lo fai correttamente

6468
0
CONDIVIDI

Lavarsi le mani: quando è importante per la salute e come farlo correttamente per evitare infezioni e malattie.

Lavarsi le mani è un gesto che compiamo varie volte durante la giornata e che può assumere un’importanza rilevante soprattutto per ciò che riguarda il rischio di contagio.

In inverno, ad esempio, il semplice gesto di lavarsi le mani permette di eliminare il rischio di contrarre l’influenza. Comunque, durante ogni stagione dell’anno batteri responsabili di diversi tipi di infezioni possono depositarsi sulla nostra cute.

Non tutti sanno lavarsi le mani correttamente

Lavarsi le mani è una delle prime cose che i nostri genitori ci insegnano quando siamo piccoli, eppure esistono ancora diverse persone che trascurano questa importante abitudine di igiene personale.

Secondo un recente studio, condotto su quasi 4.000 soggetti, il 60% delle persone non si lava in modo corretto le mani.

Nello specifico, secondo i dati raccolti: il 10,3% proprio non se le lava; il 22% se le lava, ma senza sapone e, infine, soltanto il 5,3% le lava per più di 15 secondi.

La mancanza di abitudine riguarda soprattutto i maschi: il 15% del gruppo di sesso maschile disdegna il lavaggio delle mani, contro il 7,1% delle femmine.

Quali sono i benefici del lavarsi le mani

Lavarsi bene le mani riduce i contagi del 40%. Un corretto lavaggio delle mani permette di ridurre di oltre il 40% il rischio di contrarre infezioni. Lo ha spiegato, ad esempio, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, durante la campagna per la Giornata mondiale per l’igiene delle mani del 2015.

Le mani sono, infatti, un ricettacolo di germi: circa il 20% è rappresentato da microrganismi non patogeni, che risiedono normalmente sulla cute senza creare danni. A questi, però, possono aggiungersi virus e batteri che circolano nell’aria o con cui veniamo in contatto in diverse occasioni.”

Tiene al sicuro i bambini dalle infezioni. Quando i bambini entrano a contatto con i germi, possono contrarre infezioni in maniera inconsapevole, semplicemente toccandosi gli occhi, il naso o la bocca. Un buon lavaggio delle mani è la prima linea di difesa contro la diffusione di molte malattie – dal comune raffreddore alle infezioni più gravi.

Come lavarsi le mani nel modo corretto

Secondo gli esperti, è importante tenere le mani sotto il getto d’acqua per almeno 20 secondi, sfregandole bene e con l’aiuto del sapone.

Bagnate le mani con acqua pulita, acqua corrente, chiudete il rubinetto, e applicate il sapone.

Sfregate bene le mani, il dorso, tra le dita e sotto le unghie. Fatelo per 20 secondi almeno. Sciacquate bene le mani sotto l’acqua pulita. Asciugate con un telo pulito. Qui trovate un vademecum diffuso dal Ministero della Salute.

Quando lavarsi le mani

Questo non significa naturalmente doversi lavare le mani ogni minuto. Lavaggi molto frequenti possono risultare aggressivi, soprattutto se effettuati con acqua calda e ricordate: basta il sapone. Alcune ricerche hanno infatti confermato che i saponi antibatterici possono aumentare il rischio di infezioni.

In generale, possiamo dire che è bene lavarsi le mani:

  • Prima  e dopo la preparazione dei cibi
  • Prima di mangiare
  • Prima e dopo aver prestato le nostre amorevoli cure a un ammalato
  • Prima e dopo il trattamento di un taglio o una ferita
  • Dopo aver utilizzato il bagno
  • Dopo aver cambiato i pannolini
  • Dopo aver soffiato il naso, o aver starnutito
  • Dopo aver toccato la spazzatura
  • Dopo essere rientrati a casa

LEGGI ANCHE: I saponi antibatterici aumentano il rischio di infezioni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here