Home Nuove Scoperte La tecnologia che permette di ricaricare il cellulare usando l’urina

La tecnologia che permette di ricaricare il cellulare usando l’urina

379
0
CONDIVIDI

Cellulari alimentati a urina. Una cosa così folle da essere possibile. Gli scienziati dell’Università di Bristol e Bristol Robotics Laboratory hanno creato una cella a combustibile che utilizza batteri che rompono i composti chimici presenti nell’urina, producendo elettricità. Un’elettricità che può alimentare i nostri dispositivi portatili, come i cellulari.

Da tempo ormai gli scienziati sono al lavoro per cercare di sfruttare ogni tipo di energia alternativa, utile ad alimentare i nostri dispositivi elettrici. Abbiamo visto l’esempio della lampada alimentata col calore della mano o delle scarpe capaci di produrre elettricità dal nostro movimento.

Una nuova ricerca, condotta da alcuni scienziati britannici, ha analizzato la possibilità di utilizzare un materiale di scarto del nostro organismo, l’urina, per produrre energia elettrica. I risultati, molto incoraggianti, hanno mostrato come, utilizzando il dispositivo alimentato dall’urina, fosse possibile ricaricare un telefono cellulare con energia elettrica sufficiente per mandare messaggi di testo e navigare in internet.

Un piccolo risultato, è vero, ma che getta le basi per un grande cambiamento.

Lo studio si basa sull’ideazione di una cella a combustibile microbico formata da batteri collocati su anodi in carbonio e inseriti all’interno di cilindri in ceramica. Quando l’urina viene inserita all’interno della cella, i batteri rompono le sostanze chimiche presenti nell’urina, creando delle cariche elettriche che vengono immagazzinate in un condensatore. Il condensatore serve poi per alimentare i dispositivi elettrici.

Secondo l’ingegnere Ioannis Ieropoulos, a capo della ricerca condotta dall’Università di Bristol: “La bellezza di questa fonte di combustibile è che non ci stiamo basando sulla natura irregolare del vento o del sole, in realtà stiamo riutilizzando dei rifiuti per creare energia. Un prodotto di cui si può essere sicuri abbiamo una fornitura infinita è proprio la nostra urina”.

Attualmente, il tipo di tecnologia sperimentata ha le dimensioni di una batteria per auto contenente una pila di celle a combustibile microbiche. I ricercatori hanno però intenzione di rendere il sistema ancora più compatto e portatile, in modo tale che possa essere facilmente utilizzabile per ricaricare qualsiasi tipo di gadget o dispositivo di uso comune.

Secondo gli studiosi: Finora la pila di alimentazione del combustibile microbica (MFC) che abbiamo sviluppato genera energia sufficiente per attivare la messaggistica SMS,la navigazione web e per fare una breve telefonata. Il concetto è stato testato e funziona – ma è giunta l’ora per noi di sviluppare e perfezionare il processo in modo da poter sviluppare una MFC utile a caricare completamente una batteria”.

Lo studio presentato descrive un modo per produrre direttamente elettricità dall’urina umana. Un risultato molto importante, visto che l’urina può essere un abbondante mezzo alternativo per generare corrente. L’impatto della scoperta, fanno sapere i ricercatori, potrebbe essere veramente enorme, non solo per le vaste applicazioni che si potrebbero avere nell’industria, ma anche perché questo sistema potrebbe cambiare radicalmente il modo di pensare delle persone.
Fonti articolo:

(Foto: Utente Flickr William Hook)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here