Home Salute La meditazione guidata combatte gli stati infiammatori

La meditazione guidata combatte gli stati infiammatori

10191
2
CONDIVIDI
meditazione guidata

La scienza dimostra che la meditazione guidata ha effetti benefici non solo a livello emotivo, ma anche genetico. Aiuta il corpo a guarire da stati infiammatori, oltre che ansia e stress.

Recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato negli anni come la meditazione guidata possa avere notevoli effetti benefici sulla psicologia e sulla fisiologia umana. Ma non solo, innesca anche importanti cambiamenti genetici e fisiologici del corpo.

Gli esperti affermano infatti che, al di la dei benefici a livello mentale, la meditazione guidata può effettivamente avere un profondo impatto positivo a livello molecolare e cellulare.

La meditazione guidata e la telomerasi

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Psychoneuroendocrinology nel 2011, la meditazione guidata aumenta la produzione di telomerasi nel corpo umano. Questo enzima è responsabile dell’allungamento dei telomeri (i cappucci di protezione alla fine di ciascun cromosoma), che tendono ad abbreviare in ogni ciclo di replica fino a raggiungere una lunghezza critica, vietando ulteriori repliche.

La lunghezza dei telomeri è considerato un marcatore affidabile di invecchiamento e di livelli di funzioni immunitarie cellulari e rivelano malattie preesistenti o che si presenteranno nell’immediato, questo perchè quanto più i telomeri sono corti , e più è probabile che si manifesti una data condizione patologica. La telomerasi è l’unico modo per i telomeri di rimanere a lungo, ma purtroppo, l’enzima è praticamente inattivo negli adulti.

Lo studio sugli effetti della meditazione guidata

Per fortuna, le lunghezze telomeri rispondono bene ai cambiamenti di stile di vita, come ad esempio una dieta sana ed esercizio fisico moderato e, secondo la recente scoperta, anche grazie alla meditazione guidata. Dopo 30 giorni di formazione di meditazione intensiva, i partecipanti dello studio precedente hanno mostrato un aumento dei livelli di telomerasi, che sembra influenzare direttamente la lunghezza dei telomeri e le funzioni del sistema immunitario .

Un altro studio, frutto della collaborazione tra scienziati in Francia, Spagna e Wisconsin, dimostra che chi pratica regolarmente meditazione guidata sperimenta cambiamenti genetici reali. Gli scienziati hanno misurato le differenze di espressione genica effettiva in due gruppi di partecipanti, coloro che hanno meditato intensamente per un solo giorno e quelli che non hanno fatto.

Lo studio ha mostrato che la meditazione ha alterato l’ espressione di una varietà di geni, la maggior parte dei quali sono implicati nelle malattie e nelle risposte immunologiche. Tra i geni studiati ci sono quelli legati al dolore, e questo significa che la meditazione può alterare i livelli di dolore e infiammazione o alleviarli in maniera molto misurabile.

Come la meditazione guidata combatte ansia e stress

Oltre a spegnere i geni che promuovono l’infiammazione, la meditazione guidata regola anche la funzione dei geni che permettono di gestire ansia e stress, a causa del ripristino rapido dei cortisolo , noto anche come l’ormone dello stress.

Questo studio contribuisce in modo significativo ad espandere l’attuale comprensione del contributo di stile di vita per la salute e la malattia. I geni umani sono molto dinamici nelle loro risposte agli stimoli esterni , lo stress , la dieta e l’ esercizio fisico possono causare cambiamenti genetici nel giro di poche ore . Se un solo giorno di meditazione influenza positivamente i geni che controllano l’infiammazione, il dolore e la gestione dello stress, allora sembra che la salute naturale può essere raggiunta molto più facilmente e più velocemente di quanto di potesse immaginare.

LEGGI ANCHE: Le tecniche di meditazione fanno un upgrade al cervello

Fonti per questo articolo sono:

Jacobs TL , Epel ES , Lin J , Blackburn EH , Wolkowitz OM , Bridwell DA , Zanesco AP , Aichele SR , Sahdra BK , MacLean KA , re BG , Shaver PR , Rosenberg EL , Ferrer E , Wallace BA , Saron CD . 2011. Allenamento intensivo di meditazione , immune attività della telomerasi delle cellule e mediatori psicologici. Psychoneuroendocrinology . 36 (5) :664-81 .
http://www.ncbi.nlm.nih.gov

Carmody J , Baer RA . 2008. Le relazioni tra la pratica della consapevolezza e livelli di consapevolezza , sintomi medici e psicologici e il benessere in un programma di riduzione dello stress mindfulness-based . J Med Behav . 31 ( 1 ) :23 – 33 .
http://www.ncbi.nlm.nih.gov

Sahdra BK , MacLean KA , Ferrer E , Shaver PR , Rosenberg EL , Jacobs TL , Zanesco AP , re BG , Aichele SR , Bridwell DA , Mangun GR , Lavy S , Wallace BA , Saron CD . 2011. Inibizione della risposta migliorata durante l’allenamento di meditazione intensiva prevede il miglioramento auto-riferito adattivo funzionamento socioemotional . Emotion . 11 (2) :299-312 .
http://www.ncbi.nlm.nih.gov

Kaliman P. et al. , 0,2014 . Rapidi cambiamenti di istone deacetilasi e l’espressione genica infiammatoria nei meditatori esperti . Psychoneuroendocrinology . Epub davanti alla stampa .
http://www.sciencedirect.com

2 COMMENTI

  1. vorrei approfondimenti e conscenze sul come essere seguita …da 2/3annu soffro in modo serio di malattia autoimmune chedistrugge tutti i muei sforzi di reazione …i farmaci che uso ..cortusonici in primis non mi tranquillizzano certo sul mio futuro.in attesa contatto …ringrazio..cortese attenzione

    • Ciao Graziella, prova ad affidarti ad un buon centro di yoga che ti possa aiutare nella meditazione. Non so se nella zona in cui vivi hai ampia scelta o meno. Informati fra quelli che hai vicino quale può essere il più adatto e professionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here