Home Nuove Scoperte La bicicletta che filtra l’aria

La bicicletta che filtra l’aria

2287
1
CONDIVIDI
Inventata la bicicletta che purifica l'aria, pedalando

Respirare aria pulita, con l’aiuto di una bicicletta. La strana, stranissima invenzione di un artista che potrebbe aiutare a combattere lo smog nelle città. Due volte

Gli amanti della bicicletta lo sanno: pedalare fa bene all’umore, aiuta a rimanere in forma, protegge il nostro cuore e allunga la vita. Non solo. La bici è un mezzo di trasporto alternativo che fa bene all’ambiente, perché riduce il traffico e le emissioni a esso collegate.

Tutti questi benefici, però, potrebbero essere vanificati dallo smog presente nell’aria delle grandi città. Un grosso problema a cui, però, qualcuno ha trovato una soluzione.

La bicicletta che “mangia lo smog”

L’idea appartiene a Matt Hope, un’artista che vive a Pechino, che ha trasformato la sua bicicletta in un dispositivo per purificare l’aria.

La sua creazione può essere definita come una sorta di “Breathing Bike”, dotata di un filtro antismog a basso costo e tecnicamente alla portata di tutti.

Per realizzare la sua invenzione, Hope ha adoperato un cestino traforato dell’Ikea, un casco, un filtro di un condizionatore domestico e una maschera da pilota di jet.

Come funziona il dispositivo?

Il filtro dell’aria è posto nella parte posteriore della bicicletta. L’intero sistema di purificazione dell’aria viene alimentato dall’energia prodotta da chi pedala. Si tratta di un meccanismo molto simile a quello presente nelle biciclette elettriche.

Una volta ricevuta l’energia che gli occorre, il filtro aspira l’aria dall’esterno, la ripulisce e la convoglia nella maschera del ciclista che così può respirare a pieni polmoni. Un ciclo continuo, che funziona fino a quando il ciclista pedala.

Il punto debole

Un’idea grandiosa, che potrebbe consentire agli amanti della bicicletta di pedalare, senza conseguenze negative sulla salute. Anche quando la qualità dell’aria non è tra le più ottimali.

Questa invenzione ha però un punto debole.

In caso di tempeste, la bicicletta può attirare i fulmini! Ma è comunque un’idea geniale.

Come abbiamo già detto in un precedente articolo, l’aria di Pechino è diventata irrespirabile. Un’invenzione simile diventa perfetta per una città dove, l’inquinamento è alle stelle e per muoversi in modo sostenibile, diventano necessarie invenzioni simili.



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here