albumina alta cause

Albumina alta: scopriamo cos’è l’albumina, a cosa serve e cosa provoca l’iperalbuminemia

Iperalbuminemia, ovvero albumina alta. Cosa provoca un eccesso di questa proteina nel nostro sangue? Possiamo in qualche modo prevenirla o curarla?

Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

Che cos’è l’albumina

Prima di capire perché possiamo ritrovarci con l’albumina alta nel sangue o nelle urine, proviamo a capire cos’è e quali sono le funzioni di questa sostanza.

L’albumina è la proteina più abbondante presente nel plasma. È sintetizzata dalle cellule epatiche (quindi dal fegato) e viene poi riversata nel flusso sanguigno. Anche se non è molto conosciuta, questa proteina è tra le più importanti dell’organismo. Essa rappresenta più della metà delle cosiddette proteine circolanti, per un valore totale di circa il 55-65% del totale.

Le sue funzioni principali sono tre:

  • Trasporta ed elimina le sostanze di scarto attraverso le urine;
  • Mantiene in equilibrio la pressione oncotica, cioè la pressione osmotica esercitata dalle proteine nel plasma: in pratica questa pressione regola gli scambi tra capillari e spazio interstiziale; quando è in equilibrio (intorno ai 20-15 mm Hg) vuol dire che l’organismo è in buona salute;
  • Costituisce una riserva di aminoacidi per l’organismo.

Altre funzioni dell’albumina riguardano i farmaci. Questa proteina infatti si lega ai principi attivi dei medicinali che assumiamo, che vengono così veicolati agli organi che intendono andare a curare.

L’albumina, inoltre, regola l’equilibrio acido-base dell’organismo, agendo quindi come stabilizzatore del nostro pH. Infine, le albumine agiscono come antiossidanti naturali: producono infatti i cosiddetti gruppi sulfidrilici, che neutralizzano l’azione dannosa dei radicali liberi.

Tutti i consigli per un fegato sano

Come accennato, l’albumina è prodotta dal fegato, un organo essenziale per il nostro equilibrio interiore e per la depurazione di tutti gli altri organi. Scopri di più su come prendertene cura al meglio con i nostri articoli:

Albumina alta: le cause

Innanzitutto, vediamo come si misura l’albumina. Il dosaggio della proteina viene eseguito:

  • Su un campione di sangue: la concentrazione di albumina nel sangue prende il nome di albuminemia;
  • Su un campione di urine: in questo caso, prende il nome di albuminuria.

Il test serve, oltre che a ottenere informazioni sui valori di albumina, anche a capire se fegato e reni funzionano in maniera ottimale. Dai valori è possibile inoltre capire qual è lo stato nutrizionale della persona.

Quali sono i valori di albumina normali nel plasma umano? La concentrazione ottimale è compresa tra 3,5 e 5 g/dL.

Quando questi valori sono più alti si parla di iperalbuminemia, in poche parole di albumina alta. Si tratta di un problema piuttosto raro (è più comune l’ipoalbuminemia, l’albumina bassa) e può presentarsi per una serie di cause molto diverse:

  • Disidratazione: quando una persona è molto disidratata, si parla di “falso aumento” dell’albumina. In realtà, infatti, è il totale della componente liquida nel plasma a diminuire, non la proteina ad aumentare; in questi casi, basta reidratare il paziente;
  • Vomito o diarrea prolungati (anch’esse causa possibile di disidratazione);
  • Ustioni su vaste aree del corpo;
  • Alta concentrazione di acido urico nel sangue;
  • Diete iperproteiche;
  • Diabete;
  • Ipertensione;
  • Morbo di Addison: si tratta di un’insufficienza surrenalica cronica, che colpisce cioè le ghiandole surrenali;
  • Lupus eritematoso sistemico;
  • Sarcoidosi: infiammazione multi sistemica che può colpire diversi organi del corpo;
  • Morbo di Buerger, malattia che colpisce le arterie
  • Fumo.
albumina alta e problemi al fegato
Albumina alta problemi: il fegato è l’organo più interessato da questo eccesso di proteine

Non possiamo identificare chiaramente i sintomi di questo problema. Essi dipenderanno infatti dal tipo di disturbo o malattia che l’hanno provocata.

Cure e rimedi

Quando siamo in presenza di albumina alta è sempre bene rivolgersi a un medico. Questo perché, per cominciare qualunque tipo di trattamento, è necessario capire qual è la causa scatenante dell’iperalbuminemia.

Come abbiamo visto, infatti, il problema può essere anche falsato da alcune condizioni transitorie. In particolare, in caso di disidratazione.

Quando invece l’albumina alta è conseguenza di un morbo o una malattia specifica, bisognerà intervenire direttamente su di essi.

In linea di massima, per prevenire questo tipo di problemi, occorre quindi:

  • Bere abbondante acqua;
  • Fare una dieta sana e varia;
  • Non fumare.

albumina, albumina alta, depurazione fegato, fegato, iperalbuminemia, proteina


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter