Home Alimentazione e Salute 4 fette di pane bianco al giorno aumentano il rischio di obesità

4 fette di pane bianco al giorno aumentano il rischio di obesità

452
0
CONDIVIDI

Mangiare tre o quattro fette di pane bianco al giorno aumenta del 40% il rischio di entrare in sovrappeso o di diventare obesi. I risultati di una ricerca spagnola.

Pane bianco collegato al rischio obesità. È questo, in sintesi, il contenuto di uno studio presentato al Congresso Europeo sull’Obesità, dal professor Miguel Martinez-Gonzalez, esperto nutrizionale dell’Università di Navarra.

Il suo team di ricerca ha studiato le abitudini alimentari di 9.267 laureati spagnoli, individui di giovane età che all’inizio dello studio avevano tutti un peso normale. Le loro condizioni sono state monitorate per un periodo abbastanza lungo: circa 5 anni. Oltre alla somministrazione di questionari, è stato calcolato anche l’aumento di peso dei volontari, nel corso del tempo.

Le conclusioni, a cui si è giunti a seguito delle osservazioni effettuate durante i cinque anni, hanno portato a ipotizzare che i soggetti abituati a mangiare due porzioni di 60 grammi di pane bianco al giorno abbiano un rischio significativamente più alto (di circa il 40% in più), rispetto agli altri, di incorrere in casi di obesità. Al contrario, sembra che dai risultati non sia emerso alcun legame diretto tra obesità e consumo di pane integrale, più ricco di fibre e carboidrati complessi che fanno sentire sazi per più tempo.

Il problema – spiega il professore Martinez-Gonzalez – è che il pane bianco è fatto con farina altamente raffinata che viene assorbita tanto rapidamente quanto lo zucchero”.

Secondo l’esperto si verrebbe a creare una condizione simile a ciò che avviene con le bevande analcoliche i cui zuccheri sono rapidamente trasformati in grasso dall’organismo. I cereali raffinati come il pane bianco, non appena vengono mangiati, hanno un sapore dolce in bocca: è l’amido che si scompone in zucchero. E la sensazione che rimane è quella di desiderarne ancora di più.

Martinez-Gonzalez ha anche spiegato che, durante il processo di raffinazione, i cereali perdono alcuni dei nutrienti essenziali, come il loro contenuto di fibre e di vitamine.

Il messaggio per gli esperti quindi è chiaro: preferire il consumo di pane integrale a quello bianco che, mantenendo i nutrienti essenziali, viene assorbito dall’organismo più lentamente.

La questione se il pane bianco sia o meno nocivo per la salute è dibattuta da tempo e vede pareri diversi in contrapposizione tra di loro. Secondo un documento della British Nutrition Foundation, ad esempio, il pane bianco contiene vitamine essenziali ed è sano. Più volte, invece, abbiamo visto come i cereali raffinati abbiano come effetto quello di aumentare la fame e di creare delle condizioni di infiammazione e squilibrio nell’organismo.

(Foto: TheCulinaryGeek)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here