Home Alimentazione Biologica Un’infografica interattiva per conoscere i supercibi

Un’infografica interattiva per conoscere i supercibi

440
1
CONDIVIDI

Quanto vi piacciono le infografiche? Se le trovate simpatiche e vorreste conoscere tutti i benefici di frutta e verdura, ma non solo, allora potete dare un’occhiata a un piccolo progetto messo su da David McCandless, collaboratore di The Guardian, Wired e ora data journalist indipendente, e Andy Perkins.

Entrambi hanno creato un’infografica molto interessante che raccoglie dati ed evidenze scientifiche sulle proprietà degli alimenti. Miti da sfatare, cibi anticancro e così via, per orientarsi meglio sulla scelta di ciò che si mangia.

L’immagine è interattiva: ogni bolla contiene un alimento particolare. Cliccando sull’icona specifica, è possibile dapprima visualizzare le caratteristiche dell’alimento e in un secondo momento, se si vuole, i dati scientifici che attestano la validità di quanto affermato.

L’unica pecca dell’infografica è che è completamente in inglese: ogni link a cui si rimanda è uno studio in lingua. Per chi ha delle nozioni di inglese, però, (o un traduttore a portata di mano!) è un ottimo spunto di riflessione per comprendere meglio ciò che siamo abituati a mangiare. Le indagini citate sono studi fatti esclusivamente sugli uomini, escludendo appositamente ricerche effettuate su cavie da laboratorio o cellule in vitro.

I due autori dell’infografica hanno trascorso mesi per ricercare e revisionare le evidenze scientifiche, leggendo oltre 1.500 abstract.

Il grafico è molto versatile, può essere letto in maniera più agevole grazie a un menù presente sulla destra che consente di selezionare una specifica ricerca: in base ai benefici per la salute (diabete, cancro, salute mentale, digestione…) o in base alle tipologie di prodotti (alghe, frutta, estratti di piante…). Un filtro che rende la lettura molto più agevole e immediata.

Un’altra legenda disposta in alto ci consente di selezionare i risultati in base alle evidenze trovate, alla popolarità del cibo o all’interesse scientifico che vi ruota attorno. Più in alto si posizionano i risultati e maggiore, ad esempio,  sarà il quantitativo di studi raccolti attorno a quel determinato argomento. In basso, l’ultima voce è “nessuna evidenza”.

La grandezza delle bolle indica in proporzione la popolarità del prodotto, mentre il colore definisce la collocazione, in base a quanti dati sono presenti su quel particolare cibo.

Le evidenze riportate dai creatori dell’infografica confermano, ad esempio, che realmente le prugne sono utili per la regolarità intestinale, che è vero che l’avena abbassa i livelli di colesterolo nel sangue o che esiste un nesso interessante tra il consumo di cavoli e il cancro alla vescica.

Certo, c’è ancora molto da lavorare sull’infografica per renderla il quanto più completa possibile, ma il progetto è molto interessante e carino. Utile se si riuscisse a costruirne una tutta in italiano, magari raccogliendo ancora più studi di quelli analizzati dai due autori!

Se volete divertirvi e giocare un po’ con questa infografica, potete farlo a questo link: http://www.informationisbeautiful.net/visualizations/snake-oil-superfoods/

Gli stessi autori hanno poi creato un’altra infografica molto simile, per quanto riguarda le prove scientifiche presenti sui più conosciuti integratori naturali per la salute, come ad esempio il collegamento tra la vitamina D e l’umore o tra l’aglio e la pressione sanguigna. La trovate a questo link: http://www.informationisbeautiful.net/play/snake-oil-supplements/

Fonte

Fonte

(Foto: www.informationisbeautiful.net)

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here