Home Alimentazione Biologica Tarassaco: proprietà virtù e ricette

Tarassaco: proprietà virtù e ricette

1069
2
CONDIVIDI

Il Tarassaco comune è una piccola e popolosa pianta che in primavera ci regala i prati fioriti di un bel giallo, intenso e sorridente. Conosciuta fin dall’antichità per le sue numerose virtù, è da sempre presente in erboristeria con le sue utili radici e foglie.

Le sue foglie sono ricche di vitamine del gruppo B, C, E, contiene inoltre flavonoidisteroidiacido linoleico, queste e altre sostanze fanno sì che il tarassaco sia particolarmente usato per stimolare la digestione (i principi amarognoli della pianta stimolano la cistifellea), per favorire il lavoro del fegato e della cistifellea, ha anche proprietà antireumatiche ed è spasmolitico.

Utile inoltre per le intossicazioni alimentari, favorisce il drenaggio e l’eliminazione delle tossine, per curare la pigrizia intestinale, è blandamente  lassativo, non è da usare durante la gravidanza e l’allattamento e neanche nei casi in cui vi siano problemi di occlusioni alle vie biliari.

In linea generale è possibile dire che il tarassaco abbia un’ottima azione drenate e depurativa, per tale motivo è utilizzato per fare le cosiddette “cure di primavera”, per aiutare l’organismo a eliminare le sostanze tossiche e affrontare con nuovo vigore la nuova stagione.
È possibile inoltre dire che in base a determinati studi e ricerche, questa pianta può avere un effetto inibitorio sull’aggregazione piastrinica, può inoltre potenziare l’effetto di alcuni farmaci anticoagulanti. In ogni caso prima di usare liberamente qualsiasi tipo di pianta e fiore per problemi più seri è bene sentire anche il medico curante.

Vi proponiamo qui alcuni semplici impeghi:

Un decotto facile da preparare secondo un’antica e sempre efficace ricetta della nonna.

Portare a bollore 1 tazza di acqua, aggiungere 1 cucchiaino di rizomi essiccati e ridotti in piccoli pezzi di tarassaco.

Far bollire per 2 minuti e poi spegnere il fuoco.
Lasciare in infusione per 10 minuti, poi filtrare e bere.
Il decotto di questa erba spontanea favorisce una depurazione completa se a cura viene effettuata almeno per due settimane e nella dose di 3 tazze al giorno.

Nel campo estetico il decotto di tarassaco deterge e rassoda la pelle, mentre il suo succo fresco è può essere utilizzato come schiarente per lentiggini e macchie dell’epidermide.

Da provare anche alcuni impieghi in cucina:

 Frittelle con Fiori di Tarassaco

Ingredienti: Preparazione per 4 persone
4 tazze di fiori di tarassaco che laveremo e asciugheremo
150 g. di farina bianca, un bicchiere di vino bianco secco, 1 tuorlo e due albumi, 1 bicchierino di brandy, zucchero ed olio per friggere.
Preparazione
Con la farina, il vino, il tuorlo, il brandy, lo zucchero e i due albumi ben montati a neve fate una pastella. Immergetevi i fiori e friggeteli in olio caldissimo. Spolverizzateli di zucchero a velo e serviteli tiepidi.

Risotto con il tarassaco

Ingredienti:Preparazione per 4 persone
300 gr di riso Carnaroli, 400 gr. di tarassaco, 150 gr. di ricotta, 1 foglia di salvia, vino bianco secco, olio, sale e pepe q.b.
Lessare il tarassaco in poca acqua per 5 minuti. Strizzarlo e farlo saltare in poco olio con uno scalogno ed una foglia di salvia; tagliuzzarlo. In una casseruola imbiondire in poco olio la cipolla tritata, quindi tostarvi il riso; irrorare con vino bianco e far evaporare. Unire il tarassaco ed il brodo vegetale; aggiustare di sale e far cuocere. A fuoco spento mantecare con la ricotta, amalgamando.

Frittata con i fiori di Tarassaco

Ingredienti: Preparazione per 4 persone
20 fiori di tarassaco, 1 cucchiaio d’olio d’oliva, 1 cuccchiaino di prezzemolo tritato, 1 spicchio d’aglio, 6 uova, 2 pizzichi di sale, pepe, latte, grana grattugiato, pan grattato
Dopo aver lavato i fiori di tarassaco li si deve far bollire per 5 minuti in un pentolino.
Quindi li si scola e li si cuoce per una decina di minuti a fuoco basso in una padella con un pò d’olio, al quale poi si aggiunge l’aglio tritato. Nel frattempo si prepara la frittata sbattendo le uova e aggiungendo latte, grana grattugiato, sale, pepe e pan grattato. Quando i fiori e l’aglio sono pronti si aggiunge il contenuto del pentolino al preparato per la frittata e si cuoce il tutto in una padella antiaderente rigirandola quando è cotta da un lato.

Biscotti con fiori di tarassaco

Ingredienti per 15 biscotti circa: 100 gr farina 00, 50 gr fiocchi d’avena, 60 ml di olio di semi di girasole, 75 gr di miele (fluido), 1 uova, mezzo cucchiaino di estratto naturale liquido di vaniglia, 10 fiori circa di tarassaco ben lavati
Preparazione:
Sciacquare i fiori e asciugarli pian piano tamponandoli delicatamente con uno strofinaccio,dopo di che disponeteli ad asciugare su un panno pulito, nel frattempo miscelare farina e fiocchi d’avena e tenere da parte. In una ciotola sbattete brevemente l’olio con il miele e le uova, unire l’estratto di vaniglia e poi iniziare ad unire i petali dei fiori, solo i petali eliminando mano a mano la parte verde e miscelate nell’impasto,per finire unite l’impasto della farina con i fiocchi d’avena mescolare bene. L’impasto deve essere morbido ma non eccessivamente per dividere poi con il cucchiaio le parti per fare i biscotti. Accendete il forno a 190° .Ora preparate la vostra teglia ricoperta di carta da forno e dividere i biscotti utilizzando un cucchiaio,riempitelo ben colmo e mettete i vari bocconcini nella teglia avendo premura di tenerli ben distanziati in quanto in cottura tendono ad allargarsi. Cuoceteli nel forno precedentemente riscaldato per 10/15 min circa in base alla grandezza, nel momento in cui iniziate a vedere il bordo dorato i vostri biscotti sono pronti,tirateli fuori dal forno e disponeteli in una gratella o piatto e fateli raffreddare.

 

Ecco come ancora una volta la natura ci offre molte opportunità nella cura della nostra salute, della nostra pelle e anche della nostra pancia….

 

Agnese Tondelli

2 COMMENTI

    • Ciao Alice, puoi usare le foglie, ma alcuni usano i fiori. A piacere, in base ai tuoi gusti, la pianta è commestibile sia foglie che fiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here