Home Alimentazione Biologica Semi di Chia – il Super Alimento

Semi di Chia – il Super Alimento

3276
8
CONDIVIDI

I semi di chia erano considerati come la razione base di sopravvivenza dei guerrieri Aztechi. 
Le leggende ci dicono che gli aztechi trassero la loro forza durante le battaglie e che proprio grazie al chia e conquistarono territori e popolazioni fino a formare il grande impero avente in Tenochitlan la sua capitale.
Dei semi di chia venne fatto un uso medicinale da parte degli Aztechi, per alleviare gli stati generali di dolore, per curare le irritazioni della pelle e per disinfettare occhi e ferite. Il chia con il corso dei secoli si avviò verso l’oscurità sopravvivendo  solamente in zone marginali nelle montagne del Messico e del Guatemala. Solo recentemente, intorno agli anni 90  si è tentata la reintroduzione del chia nelle diete alimentari, grazie alle sue eccellenti qualità nutritive.semi della Salvia hispanica sono piccoli e di colore grigiastro con delle chiazze scure e riescono a conservare per anni senza perdere niente del loro valore nutritivo, del sapore e dell’odore.

I semi di chia sono insapore e possono essere aggiunti a qualsiasi elemento, una volta ingeriti, sviluppano all’interno dell’intestino una barriera fisica fra i carboidrati e gli enzimi digestivi che li scompongono, ritardando così, la conversione degli stessi carboidrati in zucchero. Questa patina gelatinosa protegge anche il tessuto intestinale da un eventuale attacco batterico. Il beneficio di questa barriera è a chiaro appannaggio dei diabetici, ma le proprietà idrofile dei semi di chia aiutano anche la digestione di tutti gli alimenti. 

semi di Chia sono validi anche per donare energia e sostenere il sistema nervoso e per questo sono utili per aumentare la capacità di concentrazione e per diminuire l’ansia; questi semi non contengono glutine e sono a basso indice glicemico, pertanto possono essere consumati anche dai celiaci, dai diabetici e da coloro che soffrono di ipoglicemia, dato che rilasciano il glucosio poco alla volta e mantenendo, quindi, stabile il livello d zucchero nel sangue. Insomma difficilmente si possono trovare controindicazioni e i benefici che possono apportare lo fanno un vero e proprio super.alimento.

I ricercatori delle università Sud Americane, sostengono inoltre che la salvia hispanica, sia ritardante nelle malattie connesse all’invecchiamentoma anche utile per contrastare l’insorgenza del cancro, delle malattie cardiovascolari, delle cataratte, e soprattutto, ne riconoscono un’azione protettiva sul sistema immunitario. Innegabile è il suo effetto equilibratore nei trigliceridi, con il conseguente beneficio sul colesterolo.


Il 21% dei semi di Chia è composto da proteine, compresi gli aminoacidi essenziali che vanno presi dal cibo perché l’organismo non riesce a sintetizzare da solo; questi semi sono in grado di assorbire una quantità d’acqua nove volte superiore al loro peso e questo li rende perfetti per pulire l’intestino: assorbendo l’acqua, i semi creano un gel che raccoglie scorie e tossine dall’intestino e le incorpora nelle feci contrastando, così, la sindrome del colon irritabile e la stitichezza. I semi di chia forniscono più di un terzo delle esigenze quotidiane di fibre e quasi il 20% di calcio al giorno in un’unica dose. Più della metà dei grassi presenti nei semi di chia consiste in acido alfa-linolenico, un acido grasso omega-3.

 

Gino Favola

8 COMMENTI

  1. ma sono i semi di salvia? Contengono proteine? Come sono coltivati in maniera biologica o risentono di inquinamento e OGM?

    • Sono i semi di una pianta chiamata salvia hispanica, non è la salvia che usiamo solitamente noi. Vengono solitamente coltivati in modo biologico e non sono Ogm, ma nella confezione che vai ad acquistare verifica sempre che sia inserito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here