SCORZONERA

Scorzonera: proprietà, utilizzi, coltivazione e controindicazioni

La scorzonera è un ortaggio conosciuto persino dai Greci col nome di “Barba di becco”e, durante il Medioevo, era considerata un antidoto contro i morsi dei serpenti. Pare però che il suo nome derivi dallo spagnolo di vipera (escorso).

Parliamo di una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae, la stessa di carciofi, topinambur e radicchio, che vanta numerose specie, tra cui la più conosciuta è la scorzonera horticola, detta anche “asparago d’inverno”.

Proprietà della scorzonera

La scorzonera è per molti un superfood grazie alle sue proprietà benefiche ed erboristiche. Ricca di vitamine del gruppo B, minerali ( calcio, ferro, potassio, fosforo, zinco), fibre, oltre che di inulina e levulina, è :

  • diuretica
  • drenante
  • disintossicante
  • ipocalorica (25 kcal/100 gr)
  • adatta ai diabetici
  • regolatrice del transito intestinale
  • energetica (per cui utile specie per anziani e convalescenti)
  • regolatrice della pressione sanguigna

Ma le sue proprietà non finiscono qui:

  • assicura il corretto funzionamento del sistema nervoso
  • garantisce un’ottima crescita dei capelli, favorendo l’ossigenazione dei tessuti
  • sotto forma di essenza floreale (black salsify) è consigliata in caso di difficoltà a concludere un impegno, mancanza di fiducia in se stessi, per ritrovare l’armonia affettiva, sociale e professionale

Coltivazione

La scorzonera cresce in modo spontaneo in tutta Italia, oltre ad essere coltivata in Liguria, Piemonte e Veneto, dove viene raccolta tra ottobre e marzo.

Per coltivarla:

  • un terreno morbido e profondo
  • concimi organici compost o letame)
  • semina in tarda primavera o a fine estate
  • annaffiatura ogni giorno per ameno 10 giorni dalla semina, evitando la formazione di ristagni
  • sistemazione dei semi, 3 per volta) in buchette, su file distanziate tra loro di 30 cm
  • a germinazione avvenuta, le piante più deboli vanno estirpate, lasciando solo quelle più forti
  • la pianta resiste bene al freddo ma per evitare i danni da gelata, praticate la pacciamatura attorno ad esse
SCORZONERA
Radice di scorzonera: non bellissima nell’aspetto ma ricca di virtù benefiche ed erboristiche, oltre che estremamente versatile in cucina.

Utilizzi in cucina della scorzonera

La radice di scorzonera, dal gusto amarognolo, prima di essere usata va privata della buccia nerastra e la polpa messa in ammollo in acqua e limone, in modo da evitare che annerisca, proprio come si fa per i carciofi.

Le radici tenere sono ottime per le insalate; in alternativa utilizzatele in padella, lesse, fritte, come contorni di piatti di pesce, come accompagnamento alle carni rosse, per la preparazione di purè, in zuppe o stufati e ripieni di verdure, gratinata, al prezzemolo, alle acciughe, sottaceto, sotto forma di decotto diuretico.

Scorzonera fritta

Una ricetta davvero semplice gustosa è quella della scorzonera fritta.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 scorzonere
  • 2 uova
  • 1 limone
  • pangrattato q.b.
  • olio extravergine q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

  • lavate le radici, tagliatele per il lato della lunghezza e poi a pezzetti
  • lessatele in una pentola con abbondante acqua salata
  • sbattete le uova, immergete i pezzetti di scorzonera e passateli nel pangrattato
  • in una pentola, scaldate l’olio e, quando sarà pronto, friggete i pezzetti di scorzonera, fino alla doratura
  • fateli sgocciolare e serviteli con qualche spicchio di limone

Controindicazioni

La scorzonera non ha controindicazioni né per bambini, né per adulti. L’unica possibilità è quella delle intolleranze o delle allergie alla radice o a piante della stessa famiglia.

Potreste avere un effetto leggermente lassativo se la consumate in grandi quantitativi.

FONTI IMMAGINI: donna.fanpage.it; www. greenstyle.it

coltivazione, controindicazioni, proprietà, radice di scorzonera, scorzonera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.