Home Alimentazione Biologica Rimedi naturali per la cura dell’acne

Rimedi naturali per la cura dell’acne

2774
0
CONDIVIDI

L’acne è una dermatosi a carico dei follicoli pilo sebacei. Il follicolo pilo sebaceo è una specie di astuccio di pelle che contiene la radice del pelo e al quale è legata la ghiandola sebacea, che produce una sostanza grassa e untuosa: il sebo; quest’ultimo viene riversato nel follicolo e poi spinto sulla superficie cutanea.

L’acne è una malattia della pelle che interessa le ghiandole sebacee, alcuni fattori possono favorirne la comparsa o aggravarne i sintomi. Vediamo quali:

Fattori genetici: la pelle grassa può essere ereditata ed è un fattore che predispone all’acne.

Fattori ormonali: nel sangue di alcune persone affette da acne è stato riscontrato un eccesso di ormoni, mentre in tutti gli individui “acneici” le concentrazioni ormonali a livello cutaneo risultano aumentate. Inoltre, i cambiamenti ormonali della pubertà o della menopausa svolgono un ruolo importante nella formazione dell’acne.

Fattori batterici: alcuni microrganismi liberano acidi grassi fortemente irritanti per il derma, provocando diversi tipi di lesioni (comedoni, piccoli ascessi, pustole)

Fattori intestinali:la stitichezza che impedisce all’organismo di liberare le tossine che si accumulano nell’organismo e in particolare nella pelle, spesso provocano acne

Fattori psicosomatici:il collegamento fra gli stati ansiosi e i disturbi della pelle ormai è un argomento noto riconosciuto anche dai dermatologi.

Intolleranze alimentari:l’acne può essere causata anche da intolleranze alimentari, che vanno individuate con appositi test.

La fitoterapia ci viene in aiuto in caso di acne. Per l’acne in genere assumiamo 15 gocce di tintura madre di fumaria e 15 gocce di tintura madre di genziana, miscelando con un po’ d’acqua, 3 volte al giorno per 2 mesi. Come trattamento esterno per l’acne usare l’infuso di fumaria, per lavare le zone interessate. Si prepara versando in una tazza calda 2-3 cucchiaini di erba essiccata, lasciando in infusione per 15 minuti. Da utilizzare tiepido o freddo sulle zone da trattare.

La bardana ha proprietà sebo regolatrici e depurative, sicuramente utili per combattere le infezioni che provocano l’acne. La sua azione si esplica soprattutto per via interna e la pianta viene quindi utilizzata per la preparazione di tisane.

Questa tisana alle quattro radici è una miscela composta da piante che rinforzano e sostengono le proprietà depurative della bardana. La miscela è composta da 40gr di radice di bardana, 30 gr di radice di gramigna, 20 gr di radice di tarassaco, 10gr di radice di salsapariglia. Le si impiega per preparare un decotto, facendo bollire un cucchiaio di miscela in una tazza di acqua per 15 minuti e poi si filtra. Se ne bevono due tazze al giorno, una al mattino e una alla sera, per qualche mese. Lo stesso decotto può essere utile per fare degli impacchi, tutti i giorni, con un panno pulito o una garza.

Altra soluzione che porta giovamento è una maschera esfoliante , composta da una miscela fatta di 20 gr lievito birra in polvere, 35 gr di argilla, 20 gr di polvere biancospino fiori mondi, 20 gr di polvere di semi di mandorlo. Un cucchiaio di miscela va stemperato in un cucchiaio di acqua distillata di elicriso, lo si mette sul viso, evitando contorno occhi e lo si lascia agire per 20 minuti circa. Poi si sciacqua con acqua tiepida.

Utili nella cura dell’acne, sono gli impacchi con la viola del pensiero. Tutti i giorni, mattina e sera, si tampona la pelle con un batuffolo di cotone, imbevuto nel decotto di viola, che si prepara facendo bollire 30 gr di pianta intera fiorita ed essiccata, in un litro di acqua finchè il liquido non si riduce di un terzo. Poi si filtra, si travasa in una bottiglietta che verrà conservata in frigo. Per un’azione depurativa più marcata, tutte le mattine a digiuno si beve una tazza di infuso alla viola, preparato versando una tazza di acqua bollente su un cucchiaino di pianta essiccata e lasciando riposare per 15 minuti, prima di filtrare. La cura completa deve durare almeno 3 settimane.

Esiste una comprovata correlazione tra la mancanza di ferro e una maggiore tendenza alle forme acneiche degli adolescenti, specie nei casi di scorretta alimentazione. Coadiuvante nei trattamenti dell’acne è a questo punto anche il ferro. Affinché l’assimilazione del ferro sia completa è necessaria la presenza di vitamina C, che a livello intestinale facilita l’assorbimento di questa preziosa sostanza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here