puzza di piedi crema piede

Puzza di piedi: il vero problema sono le scarpe!

I piedi sono considerati i veri protagonisti dell’estate, molto più delle mani che sono sotto i riflettori durante tutto l’anno. Quando le temperature si alzano ci viene spontaneo scoprirci, indossare abiti più leggeri, senza maniche, gonne più corte e soprattutto scarpe estive come i sandali o i sabot. Spesso però nonostante le scarpe aperte i nostri piedi emanano un cattivo odore e non è difficile notare il fenomeno della puzza di piedi.

Contrastare il cattivo odore dei piedi non è affatto facile. In estate, infatti, si moltiplicano sui siti web le ricerche su “come eliminare il cattivo odore dei piedi” o “puzza piedi rimedi naturali”.

Dopo una lunga giornata di lavoro, talvolta senza avere il tempo di passare da casa, potremmo doverci recare ad un appuntamento, o ancora dal medico per una visita, o in palestra. Ma la sola idea di toglierci le scarpe in presenza di qualcuno può essere motivo di grande imbarazzo.

La puzza dei piedi non ha nulla a che fare con l’igiene personale benché la maggior parte delle persone la consideri la vera causa.

Infatti, recenti ricerche hanno dimostrato inconfutabilmente che anche la più corretta igiene non aiuta ad evitare l’inconveniente della puzza di scarpe: questo perché il problema non sono i piedi ma le scarpe.

Chi è il responsabile della puzza dei piedi?

Come scoperto da un recente studio realizzato dal laboratorio Wellmicro (spin-off dell’Università di Bologna) il cattivo odore è generato da una sovrapproduzione di sudore da parte delle ghiandole eccrine, che, a sua volta, favorisce la proliferazione dei batteri che popolano abitualmente la superficie cutanea del piede, in particolare sulla pianta.

Infatti, i batteri metabolizzano le proteine del sudore ed anche la cheratina derivante dalla desquamazione della pelle in acidi grassi volatili a corta catena, responsabili della formazione della puzza dei piedi.

puzza di piedi in famiglia
Il problema del cattivo odore dei piedi in famiglia può causare dei soggiorni davvero sgradevoli.

L’odore dei piedi può diventare più intenso in particolari situazioni. Ad esempio, in condizioni di forte stress, stati d’ansia o tensioni così come l’utilizzo di determinate tipologie di farmaci (ad esempio la penicillina), l’assunzione di alcol e droghe favoriscono un’eccessiva sudorazione e, pertanto, incidono negativamente sull’odore dei piedi.

Dentro la scarpa: il microclima ideale alla proliferazione batterica

Dentro la scarpa, se realizzata in materiale sintetico e quindi non traspirante, i batteri si nutrono del sudore e trovano un ambiente umido che ne favorisce la proliferazione, intaccando tutta la superficie interna della scarpa e sviluppando cattivi odori.

Una volta che la scarpa è popolata di batteri il problema della puzza diventa irrisolvibile. Il risultato? L’indomani indossando nuovamente la stessa scarpa anche con i piedi appena lavati il cattivo odore ritorna.

Esistono in commercio molti prodotti specifici per il cattivo odore dei piedi, generalmente deodoranti per scarpe mentolati: alcuni chimici, altri pubblicizzati come super naturali o ancora talchi e polveri varie. Tutti questi prodotti agiscono sull’effetto, ovvero il cattivo odore, cercando di coprirlo, ma senza risolvere minimamente la vera causa, ovvero i batteri presenti nella scarpa. Non solo non risolvono il problema, ma in alcuni casi lo peggiorano: impedendo la traspirazione del piede possono favorire l’insorgere di irritazioni o eritemi.

Problema della puzza dei piedi cattivo odore
Piedi cattivo odore: è bene educare anche i più piccoli a una corretta igiene e a giuste scelte di prodotti naturali che risolvano il problema della puzza dei piedi

Scarpe in pelle conciata al vegetale per contrastare la puzza di piedi

L’unico vero modo per contrastare efficacemente la puzza di piedi, o meglio la puzza delle scarpe, come spiegato sul portale Tannins.org, è evitare che questi batteri proliferino. Come fare? Scegliendo scarpe fatte con materiali che contrastino efficacemente la proliferazione batterica.

Questo materiale è la pelle conciata al vegetale, poiché il processo di concia al vegetale impiega come agente conciante il tannino, una sostanza da sempre presente nel mondo vegetale il cui compito è quello di proteggere i tronchi, i fusti, le foglie e i frutti dall’attacco degli agenti patogeni che potrebbero causarne la morte.

Grazie al tannino, le scarpe con interni in pelle conciata al vegetale assorbono il sudore, creando un ambiente sfavorevole alla proliferazione batterica. In questo modo il piede rimane fresco ed asciutto, evitando l’insorgere di puzza nelle scarpe anche dopo molte ore di utilizzo.

LEGGI ANCHE:

6 RIMEDI NATURALI PER EVITARE LA PUZZA DI PIEDI

BRUCIORE AI PIEDI: CAUSE E RIMEDI NATURALI PER ALLEVIARLO

PRATICATE UN MASSAGGIO AI PIEDI PRIMA DI ANDARE A DORMIRE? ECCO PERCHE’ DOVRESTE INIZIARE

TALLONI SCREPOLATI: I RIMEDI NATURALI PER LA CURA DEI PIEDI

 

cattivo odore piedi, puzza dei piedi, puzza di piedi, Scarpe che puzzano


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter