Home Rimedi Naturali Pausa pranzo: 5 regole per viverla al meglio e ripartire con energia

Pausa pranzo: 5 regole per viverla al meglio e ripartire con energia

1245
0

Quante volte siete tornati dalla pausa pranzo senza energia e voglia di lavorare? Questo momento della nostra giornata, spesso sottovalutato e vissuto in maniera fugace, può condizionare pesantemente il nostro umore e benessere.

Eppure, se sfruttato in maniera intelligente, questo lasso di tempo può permetterci di ritrovare energia e concentrazione per affrontare con determinazione gli impegni del pomeriggio.

Ne sono convinti i consulenti di Hays Response, la divisione del gruppo Hays dedicata alla selezione di profili più junior, che hanno stilato 5 semplici regole da tenere in mente appena scattano le 13.

Secondo Fabio Scarcella, responsabile divisione Hays Response “Oggi, complice la crisi, sempre più professionisti preferiscono risparmiare portandosi il cibo da casa e trascorrendo la pausa pranzando in ufficio. Purtroppo per molti, questo vuol dire rimanere intrappolati davanti al computer tra e-mail, notifiche e scadenze da evadere“, risucchiando energia al resto della nostra giornata.

Per non compromettere la produttività e la performance nelle ore pomeridiane è infatti importantissimo “staccare la spina” e dedicarsi del tempo da trascorrere in tutta tranquillità.

Vediamo allora 5 consigli per vivere nel modo giusto la pausa pranzo e ripartire con energia.

  1. Non saltare la pausa pranzo

La prima regola per vivere al meglio la pausa pranzo è…non saltarla! Nutrirsi e riposarsi è essenziale per mantenere alto il livello di produttività. Non mangiare rallenta il metabolismo e ci priva dei nutrienti essenziali per mantenere accesi cervello e corpo. È inutile che saltate i pasti riempiendovi di caffè! Inoltre, il digiuno rischia di creare uno stress molto forte al fisico che, per sopperire alle carenze nutrizionali, si difende andando ad attingere alle sue riserve: i muscoli.

  1. Allontanatevi dai dispositivi elettronici

Staccate pc, smartphone, tablet per non rischiare di rimanere intrappolati all’interno di questioni lavorative. Non stacchereste realmente la spina e non vi riposereste, accumulando solamente un eccesso di stress. Inoltre, stare davanti al pc vi porta ad “accelerare” i pasti e, secondo la biologa nutrizionista Cristina Amianti,un pranzo frettoloso davanti a un computer, oltre ad ammazzare la socialità, tende a far dimenticare quello che si sta mangiando. Da lì a poco ti tornerà fame, sei nervoso, hai l’impressione di non aver mai staccato. Il cibo va gustato con tutti e cinque sensi: una pizza mangiata con le mani è diversa da una pizza mangiata con la forchetta. Mangiare incollati a Facebook ti fa perdere le sensazioni, il contesto, l’umore“.




  1. Non parlate di questioni di lavoro con i colleghi

Meglio concentrarsi su altri argomenti che permettano di rilassare la mente e conoscere meglio le persone con cui passiamo la maggior parte delle nostre giornate.

  1. Prendetevi il vostro tempo
Loading...

Cercate di evitare di mangiare tenendo sempre lo sguardo fisso all’orologio. Niente corse: un pranzo va consumato in almeno 15-20 minuti, saranno sufficienti per percepire il senso di sazietà garantito dai consumi. Chi mangia con foga, continua a spiegare Amianti, incappa in pesantezza, areofagia e… fame: un pasto insoddisfacente fa scattare appetiti fuori orario, tamponati da snack, merendine o caffè di troppo.

  1. Praticate attività fisica

Va bene anche solo una passeggiata di qualche minuto fuori dall’ufficio. Ne gioveranno la schiena, l’umore e la vostra salute.

Se poi volete proprio cedere a qualche snack durante la giornata, fatelo con gusto ma con un occhio alla salute. Ecco alcune idee che potrebbero fare al caso vostro: http://ambientebio.it/5-spuntini-vegetariani-senza-glutine-e-latticini/

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.