Home Rimedi Naturali Onicofagia: 7 rimedi naturali per smettere di mangiarsi le unghie

Onicofagia: 7 rimedi naturali per smettere di mangiarsi le unghie

2613
1
CONDIVIDI

L’ onicofagia è un disturbo caratterizzato da un desiderio irrefrenabile di mangiarsi le unghie e, in alcuni casi, anche le pellicine e le cuticole circostanti. È un’abitudine molto comune, determinata spesso da stati ansiosi. Chi soffre di onicofagia non si rende conto di quello che fa, è una cosa automatica, segno di problemi emozionali profondi o stati di stress prolungato.

Esistono comunque dei rimedi naturali che possono aiutarci a smettere di mangiarsi le unghie. Eccone sette.

Pepe di Cayenna

Il pepe di Cayenna o il peperoncino potrebbero gli alleati ideali per smettere di mangiarsi le unghie! Basta strofinare sulle unghie del peperoncino in polvere: agirà come deterrente!

Non dimentichiamo, inoltre, che il pepe di Cayenna è una spezia preziosa per la nostra salute, grazie al suo contenuto di capsaicina che gli dà è vero il sapore piccante, ma aiuta contro diverse problematiche del nostro organismo, collegate in particolar modo al dolore.

Aceto bianco

L’aceto bianco è un ammorbidente e un disinfettante naturale, ma può anche aiutarci a combattere l’onicofagia. Immergete una volta al giorno per qualche minuto le dita in una ciotolina con aceto bianco, vi aiuterà intanto a disinfettare la parte in caso di cuticole o piccole infezioni e poi a desistere dal rosicchiarvi le unghie.

Aglio

Strofinate uno spicchio d’aglio sulle unghie. Il sapore e l’odore poco piacevole eviterà che vi mangiate le unghie e le pellicine intorno.




Cipolla

Anche la cipolla, come l’aglio, lascia un odore sulle unghie che funge da deterrente. Utilizzatene un pezzetto e strofinatelo sulle unghie.

Aloe vera

L’aloe vera è una pianta che conosciamo molto bene per le sue proprietà, ma è anche un ottimo rimedio contro l’ onicofagia. Il suo sapore poco gradevole, infatti, rende meno forte il desiderio di mangiare le nostre unghie. Tagliate una foglia di aloe, sbucciatela e tagliatela a pezzettini. Teneteli in frigo e sfregatene un po’ ogni giorno sulle unghie.

Olio d’oliva

Immergete la punta delle dita in una ciotolina dove avete versato dell’olio d’oliva o in un altro olio vegetale per 10-15 minuti. È un ottimo rimedio contro le cuticole, è vero, ma se aggiungete all’olio del peperoncino ecco che questo rimedio si trasforma in un ottimo deterrente all’onicofagia!

Olio essenziale di Tea Tree

L’olio essenziale di Tea Tree funziona un po’ come l’aloe vera: il suo sapore sgradevole vi farà desistere dal vostro desiderio di mangiare le unghie. Meglio diluirlo in olio vegetale e applicarlo di tanto in tanto.

Uno dei problemi più comuni a cui va incontro chi soffre di onicofagia è il giradito, o anche patereccio, un’infezione che colpisce soprattutto le dita della mano. Quasi sempre di origine batterica, può essere alleviata grazie ad alcuni rimedi naturali come malva, arnica e tea tree.

(Foto)

1 COMMENTO

  1. Non ho provato tutti questi metodi ma più che altro ho inventato, si può dire, una terapia personale. Magio le unghie da quanto avevo circa 8 anni e non ho mai smesso a dire la verità. Da quando si può mettere il gel o l’acrilico dall’estetista ci vado una volta al mese e già questo mi aiuta molto, perchè le mie unghie crescono sotto. Dopo una vacanza a santa cristina in val gardena dove ho imparato a lavorare a maglia, sono una sferruzzatrice sfegatata e non vado mai fuori di casa senza il mio lavoro. Ho constatato che mi tiene le mani sempre ocupate e quindi mi dimentico di metterle in bocca, di conseguenza non lemangio. Per me questa terapia è molto valida e in più mi faccio tanti bellissimi scialli e sciarpe per tutte la mia famiglia e amici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here