Home Alimentazione Biologica Le migliori fonti naturali di vitamina A

Le migliori fonti naturali di vitamina A

1010
0
CONDIVIDI

Le vitamine sono dei nutrienti essenziali per il nostro corpo. Pensiamo ad esempio al ruolo della vitamina C nel sistema immunitario, nella guarigione delle ossa o nella cura dell’anemia. Ogni vitamina, come abbiamo visto, ha il suo preciso compito, volto a favorire i complessi meccanismi del nostro corpo.

Vitamina A è il nome dato a un gruppo di composti antiossidanti liposolubili. È considerata una vitamina essenziale, che svolge un gran numero di compiti nel nostro corpo, tra cui: proteggere la vista, sostenere il sistema immunitario e aiutare nella trascrizione genetica.

Purtroppo, carenze di vitamina A sono molto comuni. Queste carenze possono provocare un indebolimento della vista, la perdita di elasticità della pelle e una maggiore suscettibilità alle malattie. Se volete conoscere i sintomi generati da carenze vitaminiche nel nostro corpo, potete approfondire l’argomento a questo link: http://ambientebio.it/sintomi-sulla-carenza-di-vitamine/

Le carenze sono in genere causate da cattive abitudini alimentari. Per questo, il modo migliore per aumentare l’assunzione di vitamina A è quello di mangiare cibi sani che la contengono naturalmente. In particolare, è bene consumare fonti importati di carotenoidi. Vediamo quali sono le migliori fonti naturali di vitamina A.

Clorella. L’alga clorella è un tipo di alga verde che cresce nell’acqua dolce. È uno degli alimenti più ricchi di nutrienti del mondo. Di tutte le vitamine che contiene, tuttavia, il maggior quantitativo appartiene alla Vitamina A. Quest’alga vanta anche la presenza di acidi nucleici, acidi grassi essenziali insaturi, sali, proteine di facile assimilazione, aminoacidi e ferro. Per questo è molto utile anche in presenza di anemie.

Non solo, come abbiamo già visto, è importante anche per eliminare i metalli pesanti dal nostro organismo.

Erba di grano. Dopo l’alga clorella, la seconda fonte migliore di vitamina A è l’erba di grano, Questo tipo di erba racchiude un’enorme quantitativo di vitamine, ma anche di antiossidanti naturali. È utile a prevenire la degenerazione maculare, una malattia dell’occhio che può portare alla cecità. Al link trovate qualche informazione in più sulle sue proprietà e alcuni consigli per coltivarla in casa: http://ambientebio.it/erba-di-grano-benefici-per-la-salute-e-come-coltivarla/.

erba di grano

Patate dolci. Nonostante il loro nome, le patate dolci hanno un valore nutritivo diverso dalle patate normali. Ad esempio, mentre le patate bianche cotte contengono solo minime quantità di vitamina A, le patate dolci cotte ne contengono un quantitativo importante. Questo alimento è anche un’ottima fonte di fibre e vitamina C.

Cavolo. Anche se il cavolo è più noto per il suo incredibile contenuto di vitamina K, dovete sapere che è un’ottima fonte di vitamina A, più degli spinaci e dei broccoli. Protegge il nostro corpo da diversi tipi di malattie, previene il cancro ed è un importante alleato del sistema immunitario.

Carote. Le carote, come ben sappiamo, sono ricche di betacarotene, un noto precursore della vitamina A. Questo ortaggio contiene inoltre un ottimo quantitativo di manganese, fibre e vitamina K. E fa tanto bene alla pelle.

Alcune spezie. Alcune spezie come il peperoncino di Cayenna e la paprika, sono ottime fonti di carotenoidi. Le spezie possono contribuire ad arricchire i pasti di vitamine essenziali.

Se volete sapere qualcosa in più sui sintomi legati alla carenza di vitamine, potete leggere il nostro articolo: http://ambientebio.it/5-segni-del-corpo-che-indicano-la-carenza-di-vitamine/

(Foto in evidenza: Frans 16611; foto interna: peteswheatgrass)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here