Home Rimedi Naturali Le 5 meravigliose proprietà del karkadè (e come prepararlo)

Le 5 meravigliose proprietà del karkadè (e come prepararlo)

5658
0
CONDIVIDI
Le proprietà del karkadè

Avete mai provato il karkadè, la tisana con i fiori di ibisco? Scopriamo insieme le sue proprietà.

Dal meraviglioso fiore di Ibisco nasce una tisana molto profumata e dal gusto particolare, che prende il nome di karkadè. Conosciuto anche con il nome di tè rosso d’Abissinia o tè Nubiano, il karkadè ha un colore intenso, rosso, e vanta numerose proprietà, grazie soprattutto ai principi attivi che lo compongono.

All’interno di questo fiore, infatti, sono contenuti antociani e pigmenti naturali, tannini, flavonoidi, acido ascorbico, fitosteroli. È una bevanda molto antica, dal sapore acidulo e dall’incredibile potere antiossidante.

Ecco alcune delle sue proprietà più conosciute.

Contrasta la pressione alta

L’infuso di karkadè ha riconosciute proprietà anti ipertensive pari, secondo una ricerca condotta qualche anno da dalla Tuft University di Boston, agli Ace (Angiotensin converting enzyme), i farmaci contro i disturbi cardiaci cronicizzati. I ricercatori hanno condotto uno studio, effettuando dei test su un gruppo di volontari di età compresa tra i 30 e i 70 anni e con livelli di ipertensione lievi o moderati. I partecipanti hanno bevuto 3 tazze al giorno di infuso di ibisco per 6 settimane: rispetto al gruppo di controllo è stata riscontrata una riduzione della pressione sistolica media del 7,2%. In particolare, nei soggetti con alti valori di ipertensione la riduzione è arrivata al 13,2%. Un’ottima notizia, visto che è stato calcolato che la diminuzione della pressione sistolica, anche di soli 3 mm di Hg, è associata alla diminuzione del rischio di mortalità per ictus dell`8% e per patologie coronariche del 5%.

karkadè proprietà

Favorisce la digestione

Bere una tazza di karkadè dopo i pasti favorisce la digestione e il transito intestinale. Ha inoltre delle proprietà diuretiche e leggermente lassative.

Combatte le infezioni alle vie urinarie

Grazie alle sue proprietà diuretiche e antisettiche, il karkadè è considerato un rimedio utile a trattare le infezioni del tratto urinario. Indicato in caso di cistite.

Dà sollievo alla pelle irritata

In caso di pelle arrossata o irritata dal sole, questa bevanda viene utilizzata sotto forma di impacco, per ristabilire velocemente l’equilibrio della cute, placare il rossore e lenire i disturbi.

Depura l’organismo

Il karkadè è un alleato della circolazione: fluidifica il sangue e aiuta l’organismo a liberarsi delle scorie in eccesso. Questo anche grazie alle sue proprietà diuretiche e lassative, quest’ultime attribuite alla presenza di mucillagini che aiutano l’espulsione delle scorie.

Come si prepara?

Il karkadè si prepara come un normale tè o una normale tisana. Dovete versare in circa 250 ml di acqua bollente una bustina di infuso o due cucchiaini di preparato essiccato. Lasciate riposare per circa 10 minuti, filtrate e dolcificate. Questa bevanda è ottima sia calda che fredda. All’inizio dicevamo che il karkadè ha un sapore molto particolare, leggermente acidulo, per questo molti, per “ammorbidirne” il sapore, aggiungono del miele.

Non presenta controindicazioni particolari. Tuttavia, essendo un blando lassativo, si consiglia di non abusarne, evitando di berne più di due tazze al giorno. Da prestare attenzione se si soffre di pressione bassa e durante gravidanza e allattamento. In questi casi, prima di consumare il karkadè, chiedete il parere di un esperto.

(Foto in evidenza: foodienarium; foto interna: middleeastrevised)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here