Home Alimentazione Biologica Le erbe dell’immortalità

Le erbe dell’immortalità

2104
0
CONDIVIDI

Avete mai pensato che nel nostro giardino possiamo avere la risposta all’immortalità? o per lo meno la possibilità di migliorare il nostro stato di salute?

Un gran numero di erbe efficaci sono conosciute come adattogeni, che assistono il corpo nel suo compito naturale di mantenere l’omeostasi – il delicato stato di equilibrio necessario per la sopravvivenza e la guarigione. L’omeostasi negativa è una condizione in cui le riparazione (anabolizzanti) e degenerative (catabolico) sistemi del corpo non possono funzionare correttamente, che alla fine portano ad avere sintomi di stanchezza, ansia, depressione, insonnia, oscillazioni di peso e la libido compromessa. Gli adattogeni aiutano il corpo ad adattarsi e a compensare il cambiamento. In una persona con glicemia alta, per esempio, una pianta adattogena potrebbero contribuire ad abbassare i livelli di glucosio nel corpo.

A causa di questa capacità di migliorare la risposta allo stress del corpo, le erbe adattogene possono letteralmente aggiungere anni alla vita di una persona.

Alcune di queste piante sono:

Basilico santo

Il basilico di cui vi parliamo è il “tulsi” o basilico santo. In India è considerato una pianta sacra e nell’Ayurveda è utilizzato in numerosi rimedi e impiegato nella cura di molti disturbi. Si ritiene che la sola presenza di questa pianta magica abbia il potere di scacciare gli spiriti maligni.

Il nome si riferisce alla sua capacità apparentemente senza precedenti di ridurre lo stress, aumentare l’energia e favorire la longevità. E’ più spesso consigliato per le patologie legate a condizioni cardiovascolari, ipertensione e diabete. Ottimo repellente, allontana gli insetti.

L’elenco delle qualità del tulsi è davvero molto lungo, infatti è antibatterico, antifebbrile, antitraspirante, digestivo, diuretico, emolliente, espettorante, stomachico, vermifugo e addirittura un efficace insetticida. È utile in casi di asma, avvelenamenti, bronchite, disturbi oftalmici, malattie del fegato, dello stomaco, della pelle e del sangue, febbre, indigestione, infiammazioni, lombalgia, raffreddori e vomito.

Reishi

Conosciuto nella tradizione taoista come il “fungo dell’immortalità” e considerato dalla medicina tradizionale cinese un “erba superiore,” rosso reishi è la varietà più comune utilizzato in medicina. Questo fungo riequilibra le difese immunitarie, privilegiando le difese cellulari e disattivando i globuli bianchi che producono anticorpi inutili e dannosi, è un potente antistamico utile nelle allergie, attiva le difese immunitarie con una azione antinfiammatoria e germicida nelle vie aeree superiori, nelle malattie sostenute da virus e da batteri. Ottimo aiuto nei casi di prevenzione da febbre, influenze, bronchiti, tosse. Per chi soffre di asma si nota un notevole miglioramento, questo fungo ha anche un effetto cortisonico efficace sia per la somministrazione orale che topica.Aiuta a migliorare l’ossigenazione del sangue, è un epatoprotettore, difende efficacemente il fegato con transaminasi alte, intossicato e grasso. Ricco di enzimi depurativi ed antiossidanti importanti per pulire il fegato, la pelle e l’ organismo da tossine e da radicali liberi. Un valido aiuto per la pulizia dei grassi del sangue, del fegato e del tessuto adiposo. 

Jiaogulan

Simile al ginseng nella sua composizione chimica, questa erba miracola è letteralmente chiamata “l’erba dell’immortalità” dai cinesi. Una delle sue caratteristiche principali è che aumenta il tasso di brucia-grassi aiutando il fegato a muovere carboidrati e altri zuccheri nei muscoli. Non solo aiuta a regolare la pressione sanguigna e aumentare il colesterolo buono, riducendo al contempo il male, ma protegge anche contro gli attacchi di cuore e ictus, contribuendo a ridurre ostruzioni arteriose. Il Jiaogulan è servito comunemente in forma di tè. Da tanti anni le foglie dolci erano usate come  tè “ringiovanente”, che era bevuto ogni giorno nella regione delle montagne nel sud della Cina.

Il te fatto con le foglie è molto potente e ha un gusto piacevole. Si possono  usare le foglie secche o fresche per prepararlo. Comunque le foglie fresche hanno un gusto migliore. Si possono usare i germogli freschi anche per le deliziose  insalate esotiche.
Alcune persone notano un grande aumento della loro energia dopo aver mangiato le foglie della pianta.

Come un vero “elisir di vita” il Jiaogulan te non ha nessun  effetto collaterale  ed è totalmente innocuo.
Il Jiaogulan  bilancia ed armonizza la mente, il corpo e l’anima.  Per la maggioranza delle donne  il Jiaogulan è meglio del Ginseng, è anche chiamato “Ginseng per Donne”. Il Ginseng contiene circa 30 saponine, il Jiaogulan invece ne contiene 84. Queste saponine sono molecole organiche che hanno un effetto positivo sul sistema degli ormoni e dei nervi.

Adattogeno: Jiaogulan contiene una grande quantità di saponine armoniosamente associate, una parte di queste si trova anche nel ginseng. In aggiunta a queste il Jiagulan contiene anche il suo proprio gruppo di saponine che si chiamano gypenosidi. Questi gypenosidi prevengono l’effetto negativo dello stress sul corpo.
Antiossidante :  Un effetto positivo sulle superoxidodismutasi (SOD) del corpo è stato dimostrato. SOD è un antiossidante molto potente di cui il corpo ha bisogno per liberarsi dei radicali liberi.
Rinforza il cuore: Jiaogulan rinforza il meccanismo pompante del cuore e perciò aumenta la distribuzione del sangue in tutto il corpo.
Pressione Alta o Bassa del Sangue: Jiaogulan come il Ginseng normalizza la pressione del sangue ad un livello normale – indipendentemente se  è troppo alta o troppo bassa.
Colesterolo: Jiaogulan è efficace per abbassare il livello del LDL (colesterolo “cattivo”). Questo anche ha un effetto sulla diminuzione del peso corporeo.
Aiuta nella prevenzione dell’infarto del cuore e degli ictus: Jiaogulan
diminuisce la coagulazione delle piastrine del sangue e questo diminuisce il pericolo della formazione di trombi. Cosi previene anche la trombosi.
Rinforza il sistema immunitario: L’attività delle linfociti aumenta  nelle persone malate ed anche in quelle in buona salute.
Aumenta la produzione del sangue: supporta  la produzione delle cellule della linea bianca del sangue. Questo è molto importante specialmente per il recupero dopo il trattamento di chemioterapia o di radioterapia.
Diabete: Jiaogulan regolarizza il glucosio e  i lipidi nel sangue.
Inibizione dei tumori: ginsenosid Rh2 è un glicoside che inibisce i tumori. Questo si trova nel Ginseng (Panax Ginseng) in quantità pari allo 0,0001%, e nel Jiaogulan se ne  trova ancora di più.
Riduce lo stress:  Jiaogulan riequilibria il sistema nervoso. I nervi tesi si rilassano e i nervi deboli sono rinforzati. Jiaogulan rilassa  il corpo e lo aiuta nelle situazioni del stress.  Agli atleti offre una potenza muscolare prolungata e quindi migliori risultati.
Migliora il metabolismo: La circolazione del sangue aumenta e la qualità migliore del sangue ha un effetto di stimolazione e di purificazione sul metabolismo.

Astragalo

Un’altra delle meraviglie di guarigione della medicina cinese, l’astragalo ha guadagnato una reputazione per i suoi effetti curativi profondi sul sistema immunitario. Meraviglie di lavoro sulle condizioni di salute innumerevoli comprese le allergie stagionali, raffreddore e influenza, la fatica, l’infiammazione, la pressione sanguigna e la circolazione, malattie cardiache, tossicità epatica, il diabete e il cancro, la potente influenza di questa erba è cresciuto in popolarità a tal punto che anche aziende farmaceutiche utilizzano le parti della pianta come ingrediente di base per nuovi farmaci. L’astragalo (Astragalus membranaceus) è uno dei rimedi fitoterapici più noti ed efficaci per rinforzare il sistema immunitario. Il suo impiego si rivela particolarmente interessante in questa stagione, per aiutare l’organismo a difendersi meglio da virus e batteri responsabili delle affezioni delle vie respiratorie (raffreddore, sindromi parainfluenzali, influenza ecc.).Particolarmente interessante è la capacità astragalo ‘di rallentare il processo di invecchiamento attraverso la promozione della salute dei telomeri, che aiutano a tenere insieme i cromosomi. È disponibile in forma di integratore estratto, polvere o compressa. Significative anche altre proprietà dell’astragalo, come quelle antiossidanti, dovute essenzialmente al suo contenuto in flavonoidi, epatoprotettrici, ipotensive e adattogene.

Salvia

Tra le quasi 900 varietà di salvia oggi conosciute, salvia e spagnolo salvia sono i due più comunemente usato per la guarigione. Venerato dagli antichi Aztechi, questa “erba dell’immortalità” ha un calmante immediato e benefici effetti sulla congestione, rendendo la respirazione più facile, e anche aiuta a migliorare il mal di testa in quanto contribuisce a schiarire i pensieri e a migliorare la memoria. La qualità del sonno con la salvia migliora, in alcune culture, coloro che bevevano il tè di salvia si pensava non invecchiassero mai. L’olio di salvi è risultato utile anche nella lotta contro il cancro, immunostimolante e nella protezione del cuore.

Ricordate che le erbe medicinali possono avere reazioni con alcuni farmaci e condizioni di salute determinati.Sentite il parere del medico prima di autoprescriversi cure.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here