La “spesa giusta” dal 13 al 28 ottobre

Saranno più di 5000 i punti vendita sul territorio nazionale pronti a proporre prodotti del commercio equo certificato Fairtrade in promozione speciale: caffè, cacao, banane, ananas, miele, succo d’arancia, tè ma anche palloni, rose e abbigliamento in cotone.
Nel primo semestre del 2012 la vendita di equo ha visto un incremento del 13% in Italia e in tutto il mondo è pari a 5 miliardi di euro la spesa a loro dedicata. Questa cifra si è concretizzata in oltre 65 milioni di euro attribuiti ai produttori sotto forma di Fairtrade Premium, dedicati all’implementazione di progetti di sviluppo locale e inclusione a livello delle comunità locali.
In Italia si sono toccati i 57,5 milioni di valore dei prodotti certificati venduti nel 2011, contro i 43,5 del dato 2009. Il 54% del valore dei prodotti Fairtrade venduti in Italia nel 2011 è anche biologico, con una crescita netta del 16% in volume, rispetto all’anno precedente.

Sconti, promozioni e iniziative speciali saranno attivati, durante il periodo della “Spesa giusta” nei supermercati e ipermercati Auchan, Bennet, Cadoro, Coop, Crai, Despar, Naturasì, Cuorebio, Lidl. La campagna ha ricevuto il sostegno di Alce Nero – Mielizia, Coind, Coop, Despar, Icam mentre tra i promotori sono presenti i soci del Consorzio Fairtrade (da Legambiente a Movimento Consumatori, da Arci ad Acli e Banca Etica) e le Librerie Feltrinelli che lanceranno una nuova linea di borse in cotone certificato Fairtrade.
Comprare equo vuol dire migliorare la vita di chi lavora nei paesi in via di sviluppo, con un’attenzione speciale all’ambiente e alla qualità. Aiutare chi è in difficoltà riequilibra le energie del mondo e contribuisce alla crescita di bambini capaci di futuro!

http://www.fairtradeitalia.it/spesagiusta

Marzia Fiordaliso

Fonte “http://www.ecoincitta.it/eco/

commercio equo, eco solidale, spesa giusta


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter