Home Alimentazione Biologica Il potere curativo dell’erba cipollina

Il potere curativo dell’erba cipollina

1429
0
CONDIVIDI

Molti di voi ce l’hanno in casa ma non conoscono appieno i suoi poteri: stiamo parlando dell’erba cipollina. I suoi benefici per la salute e come adoperarla al meglio.

L’erba cipollina è una pianta che non può mancare nelle dispense degli appassionati di spezie e aromi. È un’erba aromatica molto adoperata in cucina e caratterizzata da un odore molto intenso e un sapore delicato.

È coltivabile in casa e cresce in maniera spontanea in diverse parti d’Italia, soprattutto nelle zone particolarmente umide e ricche di sostanza organica.

Ciò che pochi sanno, però, è che l’erba cipollina è una pianta dotata di numerose proprietà, utili al nostro organismo.

Quest’erba, infatti, già nota al tempo dei greci e dei romani, apporta benefici all’apparato circolatorio, digestivo e respiratorio.

Sembra che al suo interno siano presenti sostanze capaci di inibire la crescita tumorale.

Ma non è tutto. Le foglie di erba cipollina sono ricche di flavonoidi, che ne caratterizzano la potente attività antiossidante. Questo contribuisce non solo a proteggere l’organismo dall’attacco di malattie croniche, ma anche di difenderlo dall’azione dei radicali liberi.

Tra i flavonoidi in essa contenuti, una menzione particolare deve essere fatta per la quercetina, che gioca un ruolo molto importante per la circolazione e in chi soffre di pressione alta. Gode inoltre di proprietà cardiotoniche, che vanno a beneficio della salute del cuore.

Il contenuto di zolfo offre protezione alla pelle ed è allo stesso tempo un potente mezzo disintossicante, visto che stimola la produzione di bile. Contro i brufoli, l’erba cipollina viene adoperata per la preparazione di cataplasmi, che possono essere adoperati anche in caso di punture di insetto.




L’erba cipollina è un cibo con proprietà lassative ed è quindi consigliata in caso di stitichezza, da assumere sotto forma di infuso.

È un buon diuretico, quindi indicata per depurare l’organismo e ridurre i ristagni di liquidi e aiuta nella salute delle ossa, grazie al suo contenuto di vitamina K. Infine, al suo interno è contenuto anche acido folico, importantissimo per la salute e le funzioni del nostro organismo.

Sembra che se l’erba cipollina viene tagliuzzata, rilasci allicina, utile a diminuire i livelli di colesterolo.

L’uso più comune di quest’erba è ovviamente in cucina, in aggiunta a minestroni, salsa, zuppe, per impreziosirne il gusto.

C’è poi chi la adopera al poso del sale nella preparazione dei piatti, grazie al suo sapore deciso. Il miglior metodo per adoperarla, comunque, è tritata. Quest’azione, infatti, aiuta a rompere le pareti cellulari, garantendo il rilascio delle sostanze nutrienti utili per facilitare la digestione e alla base delle sue migliori proprietà

Non sono state osservate particolari controindicazioni legate al consumo di erba cipollina, tuttavia, come per ogni cosa, è sempre bene usare il buonsenso e non eccedere. Mangiarne troppa, infatti, potrebbe causare irritazioni allo stomaco.

(Foto)