Home Rimedi Naturali Il partenio la pianta miracolosa che fa sparire l’emicrania

Il partenio la pianta miracolosa che fa sparire l’emicrania

1433
0
CONDIVIDI

Il partenio da pianta a potente rimedio per combattere l’emicrania. Caratteristiche, usi e controindicazioni di questo prezioso rimedio naturale.

L’emicrania è uno dei disturbi più fastidiosi e diffusi tra le persone di qualsiasi età e genere. Esistono diversi rimedi naturali utili a combatterla, ma uno in particolare potrebbe risolvere questo problema: il partenio.

Il partenio è infatti un rimedio naturale conosciuto sin dall’antichità. Poco utilizzato perché riscoperto da relativamente poco tempo, è una pianta le cui foglie sono ricche di principi attivi e antiossidanti.

Sembra che l’assunzione dell’estratto di partenio sia capace di ridurre del 25% i casi di emicrania. Non solo: assunto durante uno degli “attacchi”, ridurrebbe significativamente i sintomi correlati, come nausea e vomito.

Come dicevamo, il potere del partenio è racchiuso nelle sue foglie, ricche di principi attivi. Tra quelli maggiormente presenti troviamo quelli appartenenti alla categoria dei flavonoidi, dei polifenoli e dei sesquiterpeni.

Proprio a questi ultimi è attribuita la capacità di prevenire il mal di testa, grazie alla loro proprietà di modulare l’attività dei vasi sanguigni a livello cerebrale e alla loro capacità di regolare il sistema della serotonina. La pianta inoltre, aiuterebbe ad alleviare gli spasmi muscolari e le infiammazioni.

In genere, per l’emicrania, il partenio viene adoperato sottoforma di integratori creati a partire dalle foglie secche.

Anticamente, si davano 1 o 2 foglie fresche da masticare, per attenuare i sintomi dell’emicrania. Ora, invece, si predilige l’assunzione di pillole contenenti l’estratto secco.





Un altro modo per sfruttare le virtù curative del partenio è l’infuso: mezzo cucchiaino di foglie essiccate da versare in una tazza di acqua bollente e lasciate in infusione per dieci minuti. Ciò che rende un po’ meno diffuso questo uso è il suo gusto amaro.

Controindicazioni

È sempre bene ricordare di non assumere partenio per periodi prolungati. Il suo uso è inoltre sconsigliato durante l’allattamento ma soprattutto in gravidanza, perché potrebbe favorire contrazioni dell’utero e aumentare le probabilità di parto prematuro o di aborto spontaneo.

Attenzione, inoltre, se soffrite di allergie verso piante della famiglia di margherite, camomilla, ambrosia o millefoglie, la sensibilità potrebbe presentarsi anche nei confronti del partenio, quindi è meglio evitarne l’assunzione.

Infine, evitate di dare il partenio ai bambini, soprattutto a quelli al di sotto dei tre anni. In generale, prima della sua assunzione, confrontatevi sempre con un erborista che saprà indicarvi la corretta posologia in base alle vostre esigenze e caratteristiche personali.

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here