Home Alimentazione Biologica Il Nesquik ritirato dal mercato americano

Il Nesquik ritirato dal mercato americano

877
12
CONDIVIDI

Chi di noi non l’ha mangiato almeno una volta? Quella magia che trasformava il semplice latte nella bevanda al cioccolato superdolce era ed è il sogno di molti bimbi. Ma la favola pare finita e il finale pare amaro; il prodotto è  addirittura destinato al ritiro dal mercato americano. La multinazionale dell’alimentazione Nestlè, direttamente dalla filiale americana, ha dichiarato non sicuro uno dei suoi prodotti, le tre confezioni di cacao solubile Nesquik,da 255 grammi, 618 grammi e un chilo e 100 grammi in commercio da circa un mese, a causa di rischio salmonella.  Secondo quanto riferiscono le fonti di stampa nonostante non si sia verificato nessun caso di infezione da salmonella, associato al Nesquik, la Nestlè ha deciso di ritirare il prodotto cacao solubile Nesquik, commercializzato nelle tre differenti confezioni, a seguito della decisione della Omaya Inc, azienda che fornisce l’ ingrediente di cacao solubile Nesquik, il carbonato di calcio, utilizzato per la preparazione del Nesquik , che sarebbe a rischio contaminazione da salmonella. Specifichiamo che per il mercato italiano la stessa Nestlè ci conferma non esistano rischi in quanto il prodotto per l’Italia è prodotto in Francia e in Spagna.

I codici di produzione (che si trova sul fondo del contenitore, a fianco della data di scadenza) e le confezioni interessati dall’anomalia sono: 40,7 once (72 persone) con UPC 0 28000 68230 9 e codici di produzione 2282574810, 2282574820.21,8 once (38 persone) con UPC 0 28000 68090 9 e codici di produzione 2278574810, 2278574820, 2279574810, 2279574820, 2284574820, 2284574830, 2285574810, 2285574820, 2287574820, 2289574810, 2289574820. 10,9 once (19 persone) con UPC 0 28000 67990 3 e codice di produzione 2278574810.

I consumatori che dovessero trovare queste diciture, sono pregati di non consumare il prodotto e restituirlo alla cassa per un rimborso completo, oppure di contattare il Servizio Constumatori al numero (800) 628-7679. I sintomi più comuni della Salmonella sono diarrea, crampi addominali e febbre, che si manifestano entro 72 ore dopo aver ingerito cibo contaminato. La malattia dura solitamente 4-7 giorni, e la maggior parte delle persone guarisce senza alcun trattamento specifico. Tuttavia, la salmonellosi può essere grave per bambini, donne incinte, anziani e persone immunodepresse. Gli individui che manifestano questi sintomi (e hanno recentemente consumato Nesquik) dovrebbe contattare immediatamente il proprio medico.

Gli additivi sono per legge come: “Qualsiasi sostanza normalmente non consumata come alimento in quanto tale e non utilizzata come ingrediente tipico degli alimenti, indipendentemente dal fatto di avere un valore nutritivo, che aggiunta intenzionalmente ai prodotti alimentari per un fine tecnologico nelle fasi di produzione, trasformazione, preparazione, trattamento, imballaggio, trasporto o immagazzinamento degli alimenti, si possa ragionevolmente presumere che diventi, essa stessa o i suoi derivati, un componente di tali alimenti, direttamente o indirettamente” (Direttiva del Consiglio 89/107/CEE).

 

tratto da ibtimes.com

  • Benedetta

    Grazie x l’informazioni.è bello sapere che qualcuno vigila per noi su quel che mangiano

    • sara

      avendolo a casa sono andata a controllare i codici che non corrispondevano e poi sono andata sul sito ufficiale nestlè e dicono solo per le partite elencate vendute in AMERICA non in italia…
      http://www.nestle.com/Media/Statements/Pages/Nesquik-Chocolate-Powder-voluntary-recall-US.aspx -.- era essenziale scriverlo!

      • admin

        salve sara, ha fatto bene a controllare. nell’articolo c’è scritto che il ritiro è partito dalla filiale americana. in ogni caso noi abbiamo dato la notizia perchè in questi casi di salute un controllo ulteriore non è mai tempo perso. saluti e grazie per il contributo

        • Roberto

          Avete un futuro nei giornali italiani, siete bravi anche voi a gettare allarmismo inutile, pur di far leggere l’articolo!

  • Proprio adesso che ne avevo acquistato una confezione per la prima volta in vita mia! Il mio non ha i codici riportati, però la salmonella nel carbonato di calcio, mi sembra abbastanza improbabile.

  • Raffaella D’Ambra

    come faccio io a vedere i codici indicati se in casa mia i miei ragazzi li consumano a ettotonnellate, in modo esclusivo e io li compro quì e lì in base alle offerte??? ho solo un pacchetto in casa e quasi finito, quelli consumati e gettati come li rintraccio?????

    • Raffaella D’Ambra

      anzi, ora che mi ricordo… una decina di giorni fa mio primogenito era stramorto a letto che si trascinava in bagno.. come la mettiamo???

      • Dott. Balanzone

        Provi a dargliene di meno!

      • Roberto

        semplice … educate i vostri figli ad una alimentazione almeno DECENTE !

      • Mauro Solazzo

        La mettiamo che non c’entra nulla con la salmonella: suo figlio ha preso uno degli oramai diffusissimi virus gastrointestinali che imperversano nell’aria che respiriamo e che ogni tanto ci tocca prendere. E per le confezioni consumate in precedenza, credo che l’articolo a riguardo sia chiaro: i sintomi si manifestano 72 ore dopo la consumazione del cibo contaminato. A meno che i suoi figli non consumino una scatola al giorno….
        Per favore, cerchiamo di guardare le cose con un minimo di tranquillità e pertinenza in più ed evitiamo di pensare sempre a quello che succede nei film catastrofici americani…

  • Roberto

    inutile prodotto zeppo di zuccheri , conservanti e additivi chimici. Adoperate un normalissimo cacao superiore fondente e stop … I vostri figli e le loro panze un giorno vi ringrazieranno …

  • Buongiorno, sono Manuela Kron direttore Corporate Affairs gruppo Nestlé in Italia tengo a precisare che in Italia non abbiamo effettuato nessun ritiro di Nesquik e voglio rassicurare i consumatori che il prodotto venduto in Italia è assolutamente sicuro e viene prodotto in Europa (Francia e Spagna); per maggiori informazioni potete leggere la nostra posizione ufficiale al link http://www.nestle.it/Media/PressReleases/Pages/avviso_importante_09_11_2012.aspx.
    Grazie per l’attenzione