Home Alimentazione Biologica Il Melograno super-frutto

Il Melograno super-frutto

1845
2
CONDIVIDI

Il melograno è noto come super-frutto, ricco di vitamina A, C, E, insieme a ferro e antiossidanti. Da tempo i ricercatori sospettavano che le proprietà benefiche non si trovassero solo nell’interno del frutto e difatti hanno appurato che la maggior parte delle sostanze buone si trovano nella buccia e nella membrana bianca che protegge i semi.

Nell’antica Grecia, il melograno era sinonimo di vita e rigenerazione. In Egitto, è stato considerato il frutto degli dei e considerato come un simbolo di fertilità a causa della sua forma rotonda e l’abbondanza di semi. Sono stati trovati decorazioni di rami di melograno fra i pilastri decorativi del tempio di Salomone. Coloni spagnoli ha introdotto il melograno in California nel 1769. L’uso medico del melograno è di oltre 3000 anni, ma è solo di recente che è stata effettivamente riconosciuta la sua efficacia.

Diversi studi hanno dimostrato che il consumo regolare di succo di melograno aiuta nel rischio di malattie cardiovascolari. Uno studio clinico ha mostrato una diminuzione delle lesioni aterosclerotiche, derivante dal consumo di succo di melograno. Nelle persone che hanno già sofferto di malattia coronarica, con il consumo di succo di melograno si è notato un miglioramento della circolazione. Nei pazienti diabetici con lipidi nel sangue elevati, il succo di melograno ha determinato una riduzione del colesterolo totale e del colesterolo “cattivo” (LDL).
Il succo di melograno potrebbe anche migliorare la funzione endoteliale (vale a dire, la salute o l’elasticità dei vasi sanguigni) in adolescenti con sindrome metabolica. Tuttavia, una dieta ricca di antiossidanti, ottenuto da altri tipi di succhi di frutta o frutta fresca e verdura, potrebbe avere lo stesso effetto.

Secondo i risultati di studi in vitro, il succo di melograno o estratti di succo di melograno potrebbe ritardare la progressione di alcuni tumori, come il cancro alla prostata, al colon e al seno. Tuttavia, gli studi clinici sono necessari per valutare gli effetti del succo di melograno negli esseri umani.

In pazienti con cancro della prostata, il consumo giornaliero di succo di melograno diminuirebbe la crescita delle cellule tumorali e un’accresciuta resistenza ad lipidi.


Ulteriori studi dimostrano che il succo di melograno può avere un effetto neuroprotettivo. Servirebbe a proteggere il cervello lesioni problemi connessi alla nascita e può avere effetti benefici sui segni neurologici associati con la malattia dell’ Alzheimer.

Oltre a tutto ciò il melograno è un antinfiammatorio, antibatterico, antiossidante e antivirale.

I semi di melograno contengono  una elevata quantità di antiossidanti, ma è il succo ad averne di più. Infatti, il frutto intero viene premuto per estrarre il succo, arricchendosi degli antiossidanti presenti in grande quantità nella membrana bianca che circonda i semi.

Fra i 40 frutti che contengono antiossidanti il melograno è in cima alla classifica per il maggior contenuto. I principali antiossidanti presenti nel melograno sono flavonoidi (in particolare antociani), tannini e acido ellagco.

L’attività antiossidante del melograno e il suo succo è superiore a quella del tè verde e del vino rosso. Il loro effetto protettivo è anche più forte di altre bevande ricche di composti fenolici, come il succo di mirtillo e uva o vino rosso.

2 COMMENTI

  1. tra l’altro la pianta è mollto resistente alle malattie e anche se non siete esperti di giardinaggio potete coltivarla senza pesticidi!

  2. Ma il succo senza i semini bianchi interni (solo la parte rossa dei grani, ottenuto pigiando e filtrando, quanto perde delle proprietà elencate?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here