Home Alimentazione Biologica Il dentifricio naturalmente fatto in casa

Il dentifricio naturalmente fatto in casa

1851
0
CONDIVIDI

Siamo riusciti a trovare una pratica e veloce idea per un dentifricio naturale fatto in casa, che oltre a proteggere i nostri denti li sbianca e ci profuma l’alito…questo è un dentifricio in polvere ma poi ve ne proponiamo uno in pasta.

Dentifricio in polvere

 Questa prima ricetta del dentifricio è presa da ValeVico in VeganBlog

Ingredienti:
4 cucchiai di argilla bianca
2 cucchiai di salvia essiccata
2 cucchiaini rasi di bicarbonato

Procedimento:

Seguite come eseguirlo cliccando qui.

Dentifricio in pasta

3 cucchiai di olio di cocco (preferbilmente bio), 3 cucchiai di bicarbonato, 1 cucchiaio di xilitolo, e circa 25 gocce di olio essenziale di menta.

Mescolare tutto insieme, sarà liquido all’inizio, ma poi si solidifica un po’ di più dopo qualche ora.

Se lo volete usare per i bimbi usate magari olio essenziale d’arancia…magari per loro è migliore.

Dentifricio al tè verde

3 cucchiai di argilla bianca finissima (caolino medicamentoso per uso interno) si trova generalmente in erboristeria_1 cucchiaio di bicarbonato di sodio_1 cucchiaino di sale marino integrale fino_1 cucchiaino di tè verde_7 gocce ciascuno dei seguenti oli essenziali: menta, finocchio e salvia (totale 21 gocce)possiamo utilizzarne anche una o più.
Si mettono nel macinacaffè elettrico il bicarbonato, il sale e il tè verde e si riducono a una polvere sottilissima; dopodichè si passa il tutto con un setaccio finissimo.
Si versa in una scodella (o direttamente nel vasetto che conterrà poi il dentifricio) e si aggiungono l’argilla e gli oli essenziali, mescolando con molta cura per distribuire perfettamente gli oli nella polvere (se si è utilizzato il vasetto basta chiudere il coperchio e agitare, verificando poi che gli oli si siano ben distribuiti).Si conserva in un contenitore ermetico o vasetto con coperchio a temperatura ambiente per più di 6 mesi. Si consiglia di inumidire lo spazzolino, pressarlo nel dentifirico impregnandolo bene di polvere.
Il tartaro si combatte grazie all’olio di salvia, le gengive sono protette grazie al sale marino e ai tannini del tè e combatte le carie grazie al fluoro contenuto nel tè e all’effetto antibatterico degli oli essenziali.

Agnese Tondelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here