Home Gravidanza Dieta vegana per ridurre il rischio di malattie cardiache nei bambini obesi....

Dieta vegana per ridurre il rischio di malattie cardiache nei bambini obesi. Lo studio

672
0
CONDIVIDI

Negli ultimi anni, l’obesità è diventato un problema sempre più comune. Complice uno stile di vita più sedentario e un’alimentazione non salutare, nel 2014, più di 1,9 miliardi di adulti sono risultati in sovrappeso. Di questi, 600 milioni erano classificati come obesi.

Il fatto preoccupante è che il problema interessa anche i bambini. Secondo alcuni dati diffusi dalla World Health Organization, nel 2013, 42 milioni di bambini al di sotto dei 5 anni erano in sovrappeso o obesi.

Cambiare le proprie abitudini alimentari e lo stile di vita risulta essere un passaggio essenziale per evitare problematiche future e malattie ai nostri bambini. Quella contro l’obesità è una battaglia che può essere vinta.

A tal proposito, un nuovo studio ha messo a confronto gli effetti di una dieta vegana con quelli di una dieta pensata dall’American Heart Association per bambini obesi con colesterolo alto. Secondo i risultati ottenuti, la dieta vegana si è dimostrata più efficace nel ridurre il rischio di malattie cardiache.

Negli Stati Uniti, negli ultimi 30 anni, il tasso di obesità nei bambini di età compresa tra 6 e 11 anni è raddoppiato, triplicato addirittura tra i 12 e 19 anni. Un problema che sta iniziando a riguardare anche il nostro Paese e che può portare a problemi di salute anche gravi, come maggiori rischi di ictus, malattie cardiache e diabete di tipo 2.

obesità infantile

Intervenire sulla dieta può, però, aiutare a ridurre questi rischi, contribuendo a mantenere un peso corporeo sano.

Così, i medici della Cleveland Clinic hanno pensato bene di effettuare una ricerca finalizzata proprio a questo: a cercare la soluzione più adatta per riportare i parametri di salute nella normalità.

Michael Macklin, uno dei pediatri della clinica, ha così deciso di condurre uno studio di quattro settimane per confrontare gli effetti della dieta American Heart Association (AHA) con quelli di una dieta vegana, a base vegetale e senza aggiunta di grassi. I risultati sono stati pubblicati su The Journal of Pediatrics.

Per lo studio, sono stati scelti 28 bambini obesi, di età compresa tra i 9 e i 18 anni, con livelli elevati colesterolo. Metà di essi ha seguito la dieta pensata dall’American Heart Association, abbastanza varia, con moderate quantità di carne magra e pesce; l’altra metà, invece, ha seguito una dieta vegana, a base di cereali, vegetali, limitate quantità di noci e avocado, senza grassi aggiunti o prodotti di origine animale.

Al termine delle quattro settimane, i bambini che avevano seguito la dieta vegana avevano iniziato a mostrare enormi miglioramenti in nove ambiti: indice di massa corporea, pressione sistolica, peso, circonferenza a metà braccio, colesterolo totale, colesterolo LDL, insulina, mieloperossidasi e alta sensibilità proteina C-reattiva (questi ultimi due sono indicatori comuni per le malattie cardiache).

I bambini che avevano invece seguito la dieta dell’American Heart Association avevano evidenziato miglioramenti solo in riferimento a 4 aree: circonferenza a metà braccio, circonferenza vita, peso e mieloperossidasi.


Dati che hanno portato i ricercatori a ipotizzare che una dieta a base vegetale potrebbe proteggere i bambini obesi a lungo termine, riducendo o invertendo il rischio di malattie cardiache.

Secondo il dr. Macklin: “Le malattie cardiovascolari iniziano durante l’infanzia. Se siamo in grado di riscontrare miglioramenti così significativi in un breve studio di quattro settimane, immaginate il potenziale di miglioramento della salute a lungo termine in età adulta se un’intera popolazione di bambini comincerà a seguire questo tipo di dieta regolarmente”.

Le buone abitudini, quelle più sane per il nostro organismo, partono dall’alimentazione. La dieta può essere modificata a favore di una decisamente più salutare, fatta di prodotti sani e nutrienti, anche se, come hanno potuto riscontrare i ricercatori della Cleveland Clinic, spesso, può essere difficile reperire gli ingredienti giusti per una corretta e sana dieta vegana. Almeno in America.

(Foto in evidenza: dietnutritionadvisor; foto interna: health2fit)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here