Home Gravidanza Bambini che non dormono: ecco cosa fare in 7 passi

Bambini che non dormono: ecco cosa fare in 7 passi

5701
0
I bambini che non dormono imparano di meno. Ecco come rimediare in 7 passi

In Italia, sono 4 su 10 i bambini che non dormono in maniera corretta, hanno difficoltà a prendere sonno o hanno altri disturbi notturni. Ecco 7 modi per farli addormentare prima e riposare meglio.

Avete bambini che non dormono bene o fanno fatica a prendere sonno? Non siete i soli. Secondo una ricerca della Sipps, la Società italiana di pediatria preventiva e sociale, e della Sicupp, Società italiana delle cure primarie pediatriche, il 40% dei bambini sotto i 14 anni non dorme abbastanza.

Abbiamo visto quali danni alla salute possa provocare la scarsità di sonno. In più, per bambini e ragazzi si pone un serio problema di apprendimento. I bambini che non dormono bene, infatti, hanno una capacità di apprendimento inferiore del 40%.

Cosa possiamo fare per aiutare i nostri figli a riposare? Ecco alcuni consigli pratici. Se non vediamo risultati, possiamo rivolgerci a uno specialista di medicina del sonno.

Cosa fare

Igiene del sonno: sono tante le cose che possiamo fare per intervenire. E sono molto più semplici di quanto non immaginiamo (e soprattutto naturali!). Francesca Casoni, neurologa specializzata in medicina del sonno, ha stilato una lista di consigli per tutte le mamme e i papà. Eccoli.

Stop alla tecnologia

Questo è un consiglio da seguire anche per gli adulti. Mai utilizzare videogiochi, tablet, computer e la televisione almeno per un’ora prima di mettersi a letto. La luce dei dispositivi hi-tech, infatti, stimola il cervello e ci impedisce di addormentarci placidamente. Cerchiamo di evitare la tv in camera da letto e soprattutto teniamo lontani i cellulari.

Alimentazione




Alcuni alimenti e la digestione in atto possono disturbare il sonno. Evitiamo cene troppo pesanti e finiamo il pasto almeno due ore prima di coricarci. Stop anche a cioccolato e cibi troppo dolci e alle bevande ricche di caffeina (tè, bevande zuccherate, etc.). Un consiglio in più per gli adulti: evitate i cibi piccanti fino a 3/4 ore prima di andare a dormire.

Sport

Se pensate che l’attività fisica intensa poco prima del sonno aiuti i bambini che non dormono bene, vi sbagliate! È vero, in questo modo si stancano di più. È anche vero, però, che aumenta la loro temperatura corporea, allontanando il sonno. Evitate, quindi, gli sport intensi almeno un’ora prima di coricarli.

La routine del sonno

Casoni propone di creare un piccolo rituale, una ‘routine’ del sonno da ripetere ogni sera. Una serie di passaggi che porteranno il bambino a ‘convincersi’ che è ora di andare a letto: mettere il pigiama, lavarsi i denti, leggere una favola e così via. È anche importante mantenere l’orario della nanna costante, anche nel week-end, soprattutto quando i bambini sono molto piccoli.

Ambiente

Un ambiente confortevole in cui addormentarsi ha 3 caratteristiche fondamentali:

  • Loading...

    È molto silenzioso

  • È poco illuminato

  • Ha una temperatura non troppo alta, sui 20°C

Parlategli

È importante coinvolgere i vostri figli in questo processo delicato. Spiegategli perché è importante dormire e insegnategli a rilassarsi, ad abbandonare le preoccupazioni del giorno appena trascorso, e di quello successivo, quando vanno a dormire.

Diario

Cercate di tenere un diario del sonno, in cui annotate quante ore dormono. In questo modo, capirete se è necessario intervenire e come. Tenete conto che le ore di sonno variano in base all’età. Si comincia dalle 12-16 per i neonati, fino alle 8-10 per gli adolescenti.

Foto: Don LaVange on Flickr

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.